Opinionisti Il Direttore Davide Gambacci

Operai Fiat Vs Ronaldo

La notizia del momento che fa avvertire su Torino un clima torrido

Print Friendly and PDF

E’ un po’ il tema di questi giorni. I mezzi di comunicazione non fanno altro che parlare dello stellare trasferimento del fantasista portoghese dal Real Madrid alla Juventus: chiaramente non c’è bisogno di ulteriori approfondimenti per delineare la figura di Cristiano Ronaldo. Un accento, però, a mio avviso va messo sullo sciopero che i lavoratori della Fiat hanno organizzato. Il concetto è chiaro, questione di soldi: “a noi neppure un centesimo di aumento, poi vengono spesi oltre milioni di euro per un giocatore”. Il borsello è sempre lo stesso: l’azienda di Melfi da oramai anni continua a chiedere enormi sacrifici a livello economico, poi all’improvviso dal cilindro non viene tolto il coniglio bensì svariati milioni di euro per l’acquisto di un calciatore. Operai e sigle sindacali non ci stanno e hanno già indetto uno sciopero per protestare in merito a questa decisione. “È normale che una sola persona guadagni milioni e migliaia di famiglie non arrivino alla metà del mese? Siamo tutti dipendenti dello stesso padrone ma mai come in questo momento di enorme difficoltà sociale questa disparità di trattamento non può e non deve essere accettata”. Ho scelto questi passi di un’intervista che uno dei dipendenti ha rilasciato a un collega del Corriere della Sera. In effetti è difficile non dargli ragione, seppure chiaramente dietro a questo movimento c’è un qualcosa di davvero molto grande. Non mettiamo in discussione che Cristiano Ronaldo non sia un campione, un fenomeno, voglio aggiungere anche il miglior calciatore attualmente presente nel panorama calcistico mondiale. Ma questa cifra è davvero troppo elevata, soprattutto per i problemi che la Fiat sta attraversando in questi anni nonostante si veda una leggera ripresa. Freccia rivolta verso l’alto, ma non così in alto da poter permettersi – almeno sulla calta – di spendere 105milioni di euro per un calciatore. Sigle sindacali e dipendenti hanno pure organizzato un volantinaggio dove campeggia il volto di Cristiano Ronaldo. Insomma, il clima è caldo…. ancor più rovente di quello segnato nel termometro.

Davide Gambacci
© Riproduzione riservata
13/07/2018 15:42:54

Il Direttore Davide Gambacci

Si avvicina al giornalismo giovanissimo e ne rimane affascinato. Dal 2009 è iscritto all’ordine dei giornalisti della Toscana dopo aver fatto esperienza in alcune testate locali. Nel 2010 diventa direttore del quotidiano online Saturno Notizie e inviato fisso del quotidiano Corriere di Arezzo. Nel 2011 é stato nominato anche direttore responsabile del periodico l’Eco del Tevere e vice direttore di Saturno Web Tv. Ideatore e regista di numerosi programmi televisivi, dove da il meglio di se dietro la telecamera. Inchieste e cronaca i campi di particolare competenza professionale. Ricopre anche il ruolo di addetto stampa per alcune associazioni e Enti.


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Il Direttore Davide Gambacci

Più che black friday, è black week >>>

Rispettiamo i tempi e viviamo il Natale come si deve! >>>

Un silenzio assordante che ha fatto e sta facendo male >>>

Finché il treno va… lascialo andare >>>

Drogati dalla tecnologia >>>

Fidarsi fino a un certo punto >>>

Si, no... boh, forse! >>>

Questo non è sport >>>

Aria nuova... la città vive >>>

....sindrome da rientro non ti temo! >>>