Notizie Locali Spettacolo

Anghiari, scocca l'ora di "Tovaglia a Quadri" da stasera al Poggiolino fino al 19 agosto

"Ci amazzon" è il titolo della piece che da giorni ha fatto registrare il tutto esaurito

Print Friendly and PDF

Si accendono stasera le luci del Poggiolino di Anghiari, che fino a domenica 19 agosto sarà il teatro naturale di “Tovaglia a Quadri”, la cena spettacolo in quattro portate giunta alla 23esima edizione. Alle 20.15 odierne, la prima di uno spettacolo che ha colpito nel segno già prima di andare in scena per l’attualità di un argomento proiettata in ambito locale. “Ci amazzon” – questo il titolo della piece interpretata dagli attori del posto – ha incontrato da subito l’appoggio di Confesercenti, che nei giorni scorsi ha persino fatto stampare delle vetrofanie da attaccare nei negozi degli esercizi commerciali della Valtiberina Toscana. Seppure nella oramai proverbiale forma ironica, ma diretta, gli attori inviano un messaggio ben preciso: le botteghe tradizionali di vendita, che davano vita a borghi come quello di Anghiari (e non solo), stanno soffrendo l’escalation del commercio via web, che le costringe alla chiusura. Stessa sorte anche per i piccoli artigiani. E’ la prima guerra globale e allora Andrea Merendelli e Paolo Pennacchini, da sempre gli autori dei testi di “Tovaglia a Quadri”, hanno preso la palla al balzo nel ricordare quanto scrisse il soldato alpino anghiarese da Caporetto in una lettera alla mamma: “Qui ci amazzon tutti…”. Il titolo a doppio senso richiama a una nota azienda di commercio elettronico statunitense, per far capire quanto la lenta scomparsa del rapporto diretto fra esercente e cliente stia provocando la morte anche della socialità che si era creata, consequenziale allo spopolamento dei centri storici. Le problematiche del nuovo millennio si fondono quindi con le vecchie tradizioni del paese. Le storie narrate negli spettacoli sono frutto di un continuativo lavoro di ricerca d'archivio, unito alle testimonianze degli abitanti del posto, legate alla memoria di Anghiari, ai racconti dei nonni. Vicende di vecchia data che gli autori restituiscono alla collettività con un sapiente lavoro di ricerca, antiche passioni sopite, vicende più o meno note ma anche personaggi dimenticati tornano a vivere grazie alle interpretazioni degli attori locali che si fanno cantori delle loro stesse radici. L’edizione 2018 ha fatto registrare il tutto esaurito per i biglietti con qualche giorno di anticipo, ma è una costante per un paese che - oltre a essere stupendo di per sé stesso – aggiunge in pieno agosto una sorta di “magia” all’interno delle proprie mura con un appuntamento davvero unico nel suo genere che ha per protagonisti 16 attori, fra i quali si registrano tre graditi rientri: quelli di Katia Talozzi, di Loredana Chini e di Pietro Romanelli.

Redazione
© Riproduzione riservata
09/08/2018 22:02:31


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Spettacolo

Andrej Konchaloskij gira nell'Aretino >>>

A Umbertide torna Rockin'Umbria >>>

Ancora un successo per il cantante tifernate Michele Bravi: primo posto fra i dischi più venduti >>>

Ottimo il tifernate Michele Bravi al suo esordio al Festival di Sanremo >>>

Città di Castello: trionfale accoglienza a teatro per Valeria Ciangottini e per la sua piece >>>

Il tifernate Michele Bravi inizia il 2017 con la conduzione di un programma sul canale 606 di Sky >>>

Festival delle Nazioni, annullato ieri sera il concerto di Rokia Traorè >>>

Anghiari: il tabacco al centro della piece dell'edizione 2016 di Tovaglia a Quadri >>>

Gli Stadio a Trestina venerdì prossimo per festeggiare il ritorno in Serie D della locale squadra di calcio >>>

Sansepolcro: Premio Berta 2016, stasera il terzo appuntamento con la Compagnia d'Ercole di Monterchi >>>