Saperi e Sapori Cantina

Come realizzare una buona cantina

Fondamentale una temperatura costante, l’oscurità e una ventilazione adatta

Print Friendly and PDF

I requisiti essenziali per una buona cantina sono: una temperatura costante, l’oscurità e una ventilazione adatta.  La temperatura ideale è di circa 11°C; la cantina non dovrebbe essere né troppo asciutta né troppo umida, scavata nella pietra o con volta in muratura di pietrame intonacata a malta, e sempre orientata a nord. Nelle case di campagna potrebbe essere normale trovare zone perfette adibite a cantine, ma oggigiorno, tanto nei paesi che nelle citta’, chi possiede un bel locale da potere adibire a cantina puo’ ritenersi fortunato. Se la cantina possiede i requisiti di cui sopra basterà equipaggiarla e sistemarla nel migliore modo possibile. Se invece e’ troppo asciutta o troppo umida, si potrà parzialmente rimediare a questi inconvenienti con sistemi moderni. Un metodo tradizionale che veniva usato in Francia consisteva nello spargere sul pavimento sabbia di fiume, avendo cura di innaffiarla poi durante i grandi caldi estivi. Dotare la cantina di sfiatatoi o di altri mezzi di ventilazione, aiuta ad evitare i grandi sbalzi di temperatura e la relativa condensa che potrebbe rendere i muri e i soffitti umidi e gocciolanti. Una cantina dovrebbe essere posta lontana dalle vibrazioni, cosa non facile in città. La pulizia e l’ordine sono essenziali, non vi devono essere riposte derrate deperibili. Frutta e verdura ad esempio, ma neppure vestiti vecchi, carte ed altri oggetti che con l’andare del tempo possono prendere odore di muffa – odore che fatalmente finirebbe col permeare e guastare il vino. La cantina in appartamento potrebbe sembrare un paradosso, tuttavia con un briciolo di abilita’ e di immaginazione si può facilmente sistemare una “cantina da appartamento”. Anche in un appartamento di piccole dimensioni, e’ sufficiente un ripostiglio o un armadio a muro, che sia abbastanza distante dalla cucina o da qualsiasi altra fonte di calore. In mancanza d’altro si potrebbe sempre usare il vano del sottoscala o di una porta condannata. Per sorreggere le bottiglie poi, ognuno secondo i propri gusti e possibilità, potrà usare mensole in legno, plastica, mattoni, ferro o cemento. A questo punto, indipendentemente da dimensioni, forma e ubicazione della cantina, non resta che decidere come riempirla. Questa e’ la parte più difficile per la realizzazione di una perfetta cantina privata, cioè la scelta del vino, che potrebbe contare anche in un piccolo appartamento, di una cinquantina di bottiglie se ben disposte.

Marsciano 7
© Riproduzione riservata
18/09/2018 09:23:30


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cantina

Il vino é la prima voce dell’export agroalimentare italiano >>>

In crescita il mercato del prosecco >>>

Vino Novello >>>

Ansonica Costa dell’Argentario un vino intenso e aromatico >>>

Un grande vino da dessert: Il Moscadello di Montalcino >>>

Vinosanto affumicato dell'Alta Valle del Tevere >>>

Vino Mormoreto Frescobaldi >>>

Vino moscato passito di Pantelleria >>>