Notizie Locali Cronaca

Arezzo, altri cinque indagati per la tragedia all'Archivio di Stato

Affidata la superperizia per stabilire le cause del malfunzionamento del sistema

Print Friendly and PDF

Tragedia all’Archivio di Stato di Arezzo dello scorso 20 settembre: vi sono ora altri cinque indagati e la notizia arriva insieme a quella sull'affidamento della superperizia da parte della Procura di Arezzo. La consulenza dovrà stabilire quali sono state le cause del malfunzionamento che ha provocato in anticipo lo scatto dell'allarme pur in mancanza di un focolaio di incendio e poi il rilascio di gas nello stanzino dello scantinato che ha provocato la morte degli impiegati Piero Bruni e Filippo Bagni, asfissiati dalla mancanza di ossigeno. I nuovi indagati vanno ad aggiungersi ai cinque che avevano già ricevuto l'avviso di garanzia e sono Andrea Gori, geometra di Arezzo che aveva messo anche lui ai piani di manutenzione, Marino Frasca di Roma, Renato Concordia di Nepi in provincia di Viterbo, Andrea Pierdominici di Ravenna e l'aretino Simone Morelli.

 

Redazione
© Riproduzione riservata
11/10/2018 22:03:52


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Castel San Niccolò, 57enne punto dai calobroni: soccorso dal 118 >>>

Caso della psicologa in classe: imputati tutti assolti >>>

Arezzo, 73enne orafo spaccia cocaina: trovate dosi nel laboratorio >>>

Adescata nel web una ragazzina umbra >>>

Aumento del 67% di morti sul lavoro in Umbria >>>

Anghiari, 80enne cade in una zona impervia nei boschi di Ponte alla Piera >>>

Al via i lavori dentro il terminal dell'aeroporto dell'Umbria >>>

Finisce fuori strada con l’auto, grave un 46enne trasferito a Siena >>>

Pecore sbranate dai lupi a Capolona >>>

Lutto ad Arezzo, è morto Fernando Panci: presidente degli edicolanti >>>