Notizie Locali Economia

Sansepolcro: il ramo aziendale di Cose di Lana aggiudicato a Supermaglia

E ora, l'acquisizione delle quote da parte della cooperativa Maglificio 38

Print Friendly and PDF

La continuità produttiva a Sansepolcro è salva con l’aggiudicazione del ramo aziendale di Cose di Lana a Supermaglia, operazione fondamentale per il successivo passaggio alla cooperativa Maglificio 38. Il giudice Antonio Picardi ha sciolto le riserve nella giornata di mercoledì e quindi è passata l’offerta d’asta per l’importo pari a quello dell’ultimo prezzo base, che ammonta a 706500 euro. Supermaglia ha dunque acquisito macchinari, dipendenti e marchio: in una parola, l’attività imprenditoriale al “netto” del luogo fisico in cui è ubicata, cioè l’edificio dello stabilimento ubicato nella zona industriale di Santafiora. Un mese di attenta analisi (l’ultima asta si era tenuta lo scorso 28 settembre), che ha portato il dottor Picardi a preferire la proposta locale nei confronti di quella della società di Padova che era riuscita a inserirsi e che era limitata alla sola acquisizione del marchio più conosciuto e prestigioso del gruppo: “Il Granchio”. Cosa avverrà ora? La partecipazione di Supermaglia è oggetto a sua volta di un’offerta non rivedibile da parte della cooperativa, nella cui denominazione vi è anche il numero delle maestranze socie, appunto 38; l’offerta verrà formalizzata nei prossimi giorni, che serviranno per definire i dettagli tecnici che porteranno all’acquisizione del 100% detenuto da Supermaglia. La strada ha dunque imboccato l’inizio della discesa: “Siamo più che mai fiduciosi nel futuro – ha commentato Benedetta Bianchi, presidente della cooperativa Maglificio 38 – perché viene a essere garantita la prosecuzione a Sansepolcro della produzione di capi di maglieria con gli 80 attuali dipendenti e, insieme, salvaguardato anche l’indotto costituito dal centinaio di realtà artigiane che lavorano per noi. L’offerta di Supermaglia è stata ritenuta più vantaggiosa anche per i creditori. Insomma, ora possiamo più che mai operare a pieno regime: abbiamo già consegnato ai clienti i capi della linea autunno-inverno e stiamo lavorando per i prossimi campionari. Non solo: parteciperemo ancora a Pitti Immagine in gennaio e abbiamo da poco riaperto lo spaccio vendita nella sede legale dell’azienda, in via Divisione Garibaldi. Un ringraziamento particolare al sindaco Mauro Cornioli e all’amministrazione comunale di Sansepolcro per l’interessamento e il supporto che ci hanno dato”. E Cornioli non esita nel manifestare la propria soddisfazione: “E’ l’inizio di un nuovo percorso – ha detto il primo cittadino - reso possibile dalla tenacia e dalla determinazione dei dipendenti. Come è stata vicina in questo frangente, l’amministrazione lo sarà sempre ogni qualvolta c’è di mezzo il bene della comunità”. 

Nella foto: i soci della cooperativa Maglificio 38

Redazione
© Riproduzione riservata
01/11/2018 22:41:14


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

L'ex presidente di Arezzo Fiere Andrea Boldi chiede un milione di euro di buonuscita >>>

Sansepolcro, arriva il giro del mondo del gusto >>>

Cose di Lana-Supermaglia: oggi il tavolo istituzionale a Firenze >>>

Per Cucinelli un utile di 46 milioni di euro nel 2018 >>>

Costruzioni, dal 2008 a oggi in Toscana lavoratori dimezzati >>>

Guide turistiche, nasce il nuovo gruppo di Confcommercio Arezzo >>>

Occupazione calata del 3,1% nel 2018 in provincia di Arezzo >>>

Dall’Umbria al mondo: con Sace Simest e Deutsche Bank ISA esporta il fresco >>>

Basta perdere tempo: le opere pubbliche devono ripartire >>>

Profonda crisi del tessile in provincia di Arezzo: Cose di Lana e Cantarelli sono gli esempi >>>