Sport Locale Pallavolo (Locale)

Serie B1/f: Piccini Paolo ko in casa (1-3) contro la capolista Cesena

Ottimo primo set, poi le romagnole prendono le redini della situazione

Print Friendly and PDF

PICCINI PAOLO SPA SAN GIUSTINO – ELETTROMECCANICA ANGELINI CESENA 1-3 (25-22, 15-25, 21-25, 22-25)

PICCINI PAOLO SPA SAN GIUSTINO: Betti, Borelli 10, Galetti (L) ricez. 61%, Mearini 12, Silotto 9, La. Leonardi, Tosti 16, Romani 1, Mezzasoma 18, Giordano. Non entrata: Marinangeli. All. Marco Gobbini e Claudio Nardi.

ELETTROMECCANICA ANGELINI CESENA: Errichiello 19, Fabbri (L) ricez. 62%, Giulianelli 1, Furi 5, Donarelli 8, Rubini 17, Drapelli, Frangipane 21, Bertolotto 2. Non entrate: Polletta, Gardini, Marchi. All. Andrea Simoncelli e Marco Giulianelli.

Arbitri: Lorenzo Mazzocchetti e Claudia Angelucci di Pisa.

SAN GIUSTINO: battute sbagliate 8, ace 2, muri 9, ricezione 66% (perfetta 32%), attacco 32%, errori 25.

CESENA: battute sbagliate 8, ace 5, muri 12, ricezione 64% (perfetta 33%), attacco 38%, errori 17. 

Durata set: 27’, 25’, 30’ e 34’, per un totale di un’ora e 56’.

Comincia bene la Piccini Paolo spa, poi trova sulla sua strada una Elettromeccanica Angelini Cesena che si riorganizza ed esce fuori con la sua maggiore quadratura di collettivo, espugnando per la prima volta il PalaVolley con un 3-1 che consente alla formazione romagnola di rimanere in testa a punteggio pieno nella classifica del girone C di Serie B1. La chiave di volta del match nel momento cruciale del terzo set, quando - avanti di tre lunghezze - San Giustino ha incassato un break di 5 punti che ha orientato definitivamente l’ago della bilancia in favore di un’avversaria solida in difesa (45% sui contrattacchi contro il 28%), a muro e in attacco, dove si sono esaltate Alma Frangipane con 21 punti, Caterina Errichiello con 19 e Giulia Rubini con 17. Bene anche le due centrali, Elisa Donarelli e Martina Furi, nella circostanza in cui Camilla Gardini è rimasta fuori per infortunio, mentre per la Piccini Paolo da rimarcare la prestazione di Silvia Tosti (16 punti e 39% di realizzazione); Elisa Mezzasoma è a quota 18, con una percentuale di prolificità stavolta inferiore (26%) rispetto al suo standard.

Andrea Simoncelli, tecnico del Cesena, schiera la diagonale Bertolotto-Errichiello, la coppia centrale Donarelli-Furi, a lato Rubini e Frangipane e libero Fabbri. Nessuna novità rispetto alle precedenti gare nel 6+1 della Piccini Paolo: Giordano in regia, Mezzasoma opposto, Mearini e Borelli al centro, Tosti e Silotto alla banda e Galetti libero. È Giorgia Silotto a rendersi protagonista in apertura con due attacchi a segno: la Piccini Paolo va sul 5-3, ma le ospiti rispondono subito e un ace della Frangipane ribalta la situazione sul 6-7. Uno scambio lungo e spettacolare è concretizzato da capitan Tosti per il 7 pari e se da una parte la Borelli alza la voce, dall’altra c’è la Rubini che replica, con la Errichiello che piazza il colpo dell’11-9 per Cesena. San Giustino trova subito il pareggio e si va avanti sul punto a punto (nel frattempo, Stefania Betti fa il suo esordio in B1 andando in battuta) fino al 21-18 firmato da un pallonetto in primo tempo della Mearini e da un ace della Borelli. Non è tuttavia finita: muro della Furi sulla Mezzasoma, invasione di piede della Giordano ed è 21-21; la fast della Mearini e lo slash della Silotto riportano a +2 (23-21) una Piccini Paolo che costruisce la vittoria del primo set in battuta, dove anche Carlotta Romani fornisce il suo contributo. Chiude sul 25-22 uno slash della Mearini.

La seconda frazione non vede però le padrone di casa tornare in campo con il giusto piglio; anzi, la ricezione non funziona e la Frangipane mette le mani sul 3-0 d’acchito, che sembra rintuzzato dall’ottima schiacciata della Tosti per il 2-3. Gli ace della Errichiello (due consecutivi) e della Bertolotto, inframezzati da un attacco out della Mezzasoma e da un’altra diagonale della Errichiello, permettono alla Angelini di arrivare fino all’11-6, poi l’ottimo muro di una incontenibile Errichiello sulla Mezzasoma fa capire che per San Giustino sarà dura recuperare il gap, anche perché altri due errori in conclusione allargano il divario fino a -9 (7-16). I due muri vincenti della Mearini, l’ace della Romani e i punti della Mezzasoma riaccendono un minimo di speranza sull’11-16, ma una delle poche schiacciate fuori bersaglio della Tosti e i muri subiti dalla Borelli e dalla Mezzasoma in pipe (siamo sul 14-21) sentenziano virtualmente il verdetto. Entrano di nuovo la Betti e Laila Leonardi nel finale: un primo tempo lungo della Furi e un attacco fuori della Romani consegnano l’1-1 a Cesena con il parziale di 25-15.

La Piccini Paolo si ripresenta sul taraflex con il 6+1 di partenza e anche Simoncelli non cambia. Come avvenuto nel primo set, la Silotto suona la carica per le locali, con la Borelli brava a muro e la Tosti ancora implacabile in attacco. Sull’8-5 per San Giustino, il coach cesenate chiede il time-out, che esercita un effetto salutare perché la Angelini corona in breve tempo l’inseguimento fino al 9-9. La Piccini Paolo rimette il naso avanti con la Silotto e poi è un monologo di Silvia Tosti, autrice di quattro punti consecutivi, che sul 15-12 costringono Simoncelli alla seconda sospensione, nel corso della quale l’allenatore romagnolo opera due sostituzioni, inserendo la Giulianelli in attacco e la 17enne Drapelli in regia. In questo frangente, si verifica poi l’episodio chiave, visto l’esito del set: entra in battuta Stefania Betti, che sembra centrare con il pallone l’incrocio delle linee; questa almeno l’impressione. Per gli arbitri, invece, il servizio è fuori e dal possibile 16-12 si passa al 15-13, con Cesena che approfitta di una fast fuori della Mearini, poi aggiunge un ace della Rubini, un muro sulla Romani (rientra allora la Silotto) e due prodezze della Frangipane per ribaltare il 19-17 in suo favore. Il break di 6-1 diventa fondamentale per la capolista, che tiene in mano le redini del set grazie ancora alla Frangipane e a un momento di sbandamento dall’altra parte di Elisa Mezzasoma, che dapprima si vede fermata dal muro avversario e poi tira fuori una parallela. Un altro errore, quello di Silvia Tosti in attacco, frutta alla Angelini il 25-21 e il 2-1.

Il prologo della quarta frazione ricalca quello della seconda: subito Cesena sul 3-0 con la Silotto che interrompe il break, anche se le romagnole difendono bene e qualche errore di troppo trasforma la contesa in una corsa ad handicap per la Piccini Paolo, che va sotto di 5 sul 3-8. Recupero fino al 7-9 per effetto anche di un punto rocambolesco (muro con palla che tocca la Bertolotto a terra fuori campo), poi nuovo allungo della Angelini, con la Frangipane che domina la scena e la Errichiello che torna a pungere con una diagonale molto stretta. Sul 15-8 per Cesena, San Giustino ha una piccola reazione d’orgoglio (12-17) e fra le ospiti rientrano la Giulianelli e la Drapelli; una diagonale out della Tosti rende più pesante il compito sul 12-19, nonostante vi sia un tentativo di recupero che riavvicina la Piccini Paolo sul 19-22 con i colpi della Mezzasoma. La Tosti c’è ancora per il sigillo del 20-23, ma la Frangipane sigla il 24esimo punto; due errori di fila della Errichiello tengono in vita la sfida, prima che a chiuderla definitivamente sul 25-22 sia un attacco della Rubini.

Amarezza a fine partita nelle parole di Marco Gobbini, tecnico della Piccini Paolo spa, che comunque riconosce i meriti al Cesena: “Dopo un bel primo set, che avevamo chiuso in nostro favore – afferma – l’approccio con il successivo è stato sbagliato; l’1-0 ci avrebbe dovuto caricare e invece ci ha visto con un atteggiamento un tantino molle nei confronti di un’avversaria determinata, che ha cominciato a difendere e a colpire a ripetizione. Ciononostante, avevamo in mano il terzo set, però è venuta meno la gestione del vantaggio di 3 lunghezze: siamo incappati in un altro di quei black-out che già ci erano costati cari a Empoli. Loro hanno saputo meglio sfruttare le situazioni favorevoli create: è quindi sull’aspetto mentale che dobbiamo ancora crescere. Comunque sia, Cesena ha vinto con pieno merito, dimostrando una maggiore completezza anche senza la Gardini in campo”. 

Nella foto: un attacco da posto 4 di Giorgia Silotto

Redazione
© Riproduzione riservata
04/11/2018 07:19:18


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Pallavolo (Locale)

La New Borgo Volley vince l derby con il Città di Castello >>>

Serie C/m: il Città di Castello chiude i conti in 3 set con la Apd Perugia >>>

Serie B1/f: bis della Piccini Paolo, netto 3-0 anche a Moie >>>

Il Città di Castello femminile conquista la testa della classifica >>>

Dopo il turno di riposo Città di Castello torna in campo in C maschile >>>

Ultima gara del girone di andata per la Bartoccini Gioiellerie Perugia >>>

Serie B1/f: Piccini Paolo ospite della "cenerentola" Moie >>>

La Sia Coperture Pallavolo San Giustino in trasferta in casa dello Strike Team Monteluce >>>

Serie B1/f: "A Perugia abbiamo giocato di squadra", dice Carlotta Romani >>>

Dopo il trionfo contro il Sassuolo la Bartoccini Perugia pensa alla trasferta di Trento >>>