Opinionisti Olinto Gherardi

Piano del traffico a Sansepolcro: le mie perplessità

Ma i vigili urbani?

Print Friendly and PDF

Si parla da qualche tempo di cambiamenti nella circolazione riguardante il centro storico di Sansepolcro, per aumentare la sicurezza, per snellire i disagi creati dai mezzi che ad ogni ora si trovano ad impegnare le strade del centro, magari anche a sostare dove capita. Un progetto sicuramente lodevole da parte dell’Amministrazione che lavora a 360° sui vari temi che riguardano il Paese Borgo, purtroppo la sera che venne presentato al pubblico ero fuori  e non ho potuto presenziare, ma ho poi visto e letto qua e la facendomi un’idea dei vari interventi proposti ai quali i cittadini possono apportare consigli e variazioni per eventuali migliorie. Io ho inviato in Comune una mail con le mie perplessità e la mia visione di cosa andrebbe rivisto nella speranza che possa essere di utilità. L’ho fatto in maniera critica e a volte sarcastica, come mia abitudine, sottolineando gli aspetti a me più controversi ed esponendo per ogni strada citata nel progetto la mia opinione. In generale ritengo che i grandi cambiamenti proposti, non lo siano poi tanto in quanto in sostanza si tende ad invertire la circolazione al contrario di come è adesso, in quanto ad oggi vi è una direzione univoca che spinge il traffico da Porta Fiorentina a Porta Romana; se vuoi andare dalle Vasche al Viale Diaz devi fare il giro fuori le mura, dopo lo dovrai fare per il percorso inverso in quanto non vi sarà una strada che attraversando il centro ti porterà alle Vasche. Via Aggiunti sarà divisa a metà con il tratto via dei Mulini Arco della Pesa invertito nel senso di marcia. Cosi facendo chi impegnerà via Aggiunti da ambo i lati confluirà inevitabilmente all’Arco della Pesa, via Beato Ranieri e  verrà spinto fuori verso il semaforo più veloce del globo, dove fra il verde ed il ritorno del rosso possono passare tre/quattro mezzi se i conducenti hanno i riflessi pronti. Chi viene da Via dei Mulini potrebbe girare in via Giovanni Buitoni verso la Pam e rimanere del tempo non quantificabile fermo, nel tentativo o di girare a sinistra o di attraversare per la Casa della Salute. Vi è una terza via di fuga dal semaforo citato e sarebbe l’impegno di Via Santa Caterina riportata all’originario senso di marcia, ma fino a via S.Puccio, dove l’obbligo è girare a sx e tornare in Aggiunti oppure a Dx verso il parcheggione per trovarsi nella stessa situazione di via Giovanni Buitoni. L’ultimo tratto di S.Caterina rimane nel senso attuale e sinceramente fatico a comprenderne la ragione perché impegnandola puoi solo andare a dx e tornare in Aggiunti od a sx verso S.Puccio. Tornando all’Arco della Pesa il progetto ne prevede l’inversione di marcia quindi chi percorre via Aggiunti nei due sensi potrebbe infilare l’Arco e girare a sx, in quanto via Matteotti non sarà aperta al traffico, in Piazza Garibaldi  al contrario di adesso e poi a destra in via Piero della Francesca con senso di marcia invertito, da percorrere fino in fondo dove c’è l’obbligo di svolta a sx verso Piazzetta degli Osservanti, ex Magazzino Tabacchi per capirsi. Altrimenti a metà puoi impegnare via S.Antonio che ti condurrà fino a via della Fortezza dove però sarai obbligato a svoltare a destra (in quanto anche questa strada ha subito l’inversione di marcia) e ti ricondurrà alla succitata Piazzetta degli Osservanti dove gioco forza dovrai girare a sinistra per uscire dal centro, a meno che  tu non sia tanto pazzo da rientrare in via Giovanni Buitoni per tornare verso gli imbuti  che conducono a Via Montefeltro. Se siete riusciti a seguirmi nella presentazione di questo guazzabuglio, non potrete che chiedervi che senso abbia ed a cosa serva, soprattutto dove siano i miglioramenti citati nel progetto… senza essere bastian contrario io ho molti dubbi che questa cosa porti migliorie… aahh dimenticavo via Giordano Bruno nella quale sbuca via della Fiorenzuola in mezzo ad alcune attività commerciali delle poche rimaste. Auto in sosta anche, nonostante i paletti dissuasori, direzione del traffico verso il Collegio Inadel con le auto dei residenti parcheggiate a rendere difficoltoso il transito anche ad una utilitaria, ed in fondo devi girare a destra… se non fai due manovre minimo non ce la fai, quindi molti opteranno per girare sotto l’Arco di Porta Fiorentina per uscire rapidamente, dove mi risultava esserci un divieto di transito permanente che nessuno o quasi ha mai rispettato e infine vorrei capire che cosa serva invertire il senso di marcia a via Giovanni Buitoni. L’unica strada che attraversa il Borgo per intero e già presenta qualche difficoltà adesso, nonostante decenni di abitudine a percorrerla, per gli incroci (XX Settembre-S.Antonio-Matteo di Giovanni), difficoltà che aumenteranno cambiando appunto il senso di marcia. Non voglio essere pessimista per principio, ma ripeto ho poca fiducia che il piano possa essere attuato così come presentato, considerando che il tutto è stato affidato ad un professionista che viene da fuori Sansepolcro,pur essendo dipendente Comunale, ma non ha sicuramente la necessaria conoscenza di chi da sempre vive e guida il Borgo. E’ logico che non imputo a lui il progetto balzano, conscio che avrà fatto il suo lavoro meglio che potesse, ma mi stupisce che ci sia l’assenso anche dei Vigili Urbani nella persona della Comandante, per loro è pane quotidiano, è possibile che non abbiano minimamente fatto i miei ragionamenti ?? Forse c’è qualcosa che mi sfugge, che non so, che non ho capito; speriamo che i fatti mi diano torto eventualmente, per il bene dei borghesi ovvio, ma sono curioso di vedere il progetto corretto e definitivo dopo i suggerimenti dei cittadini. Ho la brutta sensazione di quando si fanno cose tanto per  fare e per esperienza personale non portano mai a soluzioni funzionanti.

Redazione
© Riproduzione riservata
26/11/2018 09:04:00

Olinto Gherardi

Operaio – Scrittore - Apolitico – 21 anni nel Gruppo Sbandieratori di Sansepolcro dall’avvento del Dott. Piero Gennaioli - Scrittore di poesie - Due pubblicazioni nel 2013(Lo Sbandieratore di Emozioni) e 2015 (All’ombra della Torre) con lo pseudonimo di Uguccione de’ Fiaschi – Collabora alla mostra fotografica di Francesca & Angelo Petruzzi, ManiAnime del Borgo 2016 – Attenzione rivolta al territorio, al Borgo ed al suo patrimonio artistico; diretto e chiaro nell’esposizione del pensiero critico, ma costruttivo. Fotografo amatoriale per hobby-Calcio e Pallavolo gli sports seguiti in prevalenza. redazione@saturnonotizie.it


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Olinto Gherardi

NEuropatia >>>

Abbiate Misericordia >>>

Sotto il ponte di Baracca… >>>

All’Onta del Gazebo di Sansepolcro >>>

Balestrando Tornei >>>

Soros quel che Soros… >>>

Brains impeachement… >>>

Il mondo al contrario >>>

Sogni proibiti >>>

Non chiudete quella Porta >>>