Notizie Locali Cronaca

Tragedia all'Archivio di Stato di Arezzo: altri 4 indagati si aggiungono nel computo totale

Sono ora 14. Lunedì prossimo il Pm affiderà ufficialmente la perizia

Print Friendly and PDF

Sono saliti a 14 gli indagati per la tragedia all’Archivio di Stato di Arezzo, consumatasi lo scorso 20 settembre e nella quale morirono i dipendenti Piero Bruni e Filippo Bagni. È stata respinta la richiesta dell’avvocato Tiberio Baroni, difensore di uno degli indagati, di procedere con gli accertamenti solo nel quadro di un incidente probatorio. Il pm Laura Taddei affiderà ufficialmente la perizia lunedì prossimo agli stessi consulenti tecnici: Antonio Turco, Luca Fiorentini e Luca Marmo. Saranno coloro a dover chiarire cosa sia successo esattamente quella mattina e allo stesso tempo a permettere il via libera per il ripristino del sistema antincendio, fondamentale per una struttura come appunto l’Archivio di Stato.   

Redazione
© Riproduzione riservata
06/12/2018 09:12:43


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Si era finto malato per farsi dare i soldi dalla fidanzata: ora va a processo >>>

Arezzo, padre e figlia travolti da una vettura: grave la piccola di 7 anni >>>

Arezzo: interravano la droga sotto un albero per poi rivenderla >>>

Vicenda Banca Etruria: tolta la sanzione di Consob all'ex direttore Luca Bronchi >>>

Concorsopoli, Bocci adesso va in Cassazione: «Fatemi uscire» >>>

Sansepolcro, lupi sbranano un capriolo davanti alle abitazioni di Gragnano >>>

Cade dalla moto tra Stia e Londa: ferito un 66enne svizzero >>>

Bucine: altro colpo allo spaccio di droga >>>

Arezzo, operaio 50enne rimane incastrato in un compattatore dei rifiuti >>>

E' Luciano Camilli, figlio del presidente della Viterbese, l'aggressore di Giorgio La Cava >>>