Notizie Locali Comunicati

Abusi sul Monte Catria

Il Comitato del Parco Nazionale del Catria, Nerone e Alpe della Luna, alza la voce

Print Friendly and PDF

Il Comitato per l'istituizione del Parco Nazionale del Catria, Nerone e Alpe della Luna, è un’Associazione di Promozione Sociale e la tutela dell’ambiente è solo una tra le finalità associative. Tuttavia, non puo’ esimersi dal commentare la spiacevole situazione venutasi a creare sul Monte Catria,  per molti versi paradigmatica e i cui sviluppi sono ancora in corso. Questa la nostra chiave di lettura: la regione Marche, in controtendenza con le regioni della cerchia alpina, che non finanziano piu’ impianti sciistici al di sotto di 1600 – 1800 mt, promuove un progetto per lo sviluppo della pratica dello sci sul Monte Acuto (gruppo del Catria). Evidentemente le Marche sono una regione senza problemi e che se lo puo’ permettere, visto che la nostra giunta investe complessivamente cinque milioni in unico piccolo comune. Lo stanziamento supera largamente qualsiasi altra forma di investimento puntuale effettuato nel territorio: basti pensare che la “strategia per le aree interne “ prevede uno stanziamento complessivo di c.ca 11 milioni a favore di 16 comuni dell’ entroterra delle province di Pesaro e Ancona, da erogare in diversi anni.  Eppure, è evidente che non vi sono i presupposti necessari perché si possa  avviare una stazione sciistica in provincia di Pesaro Urbino. La “stazione” ha il punto partenza a 500 metri, l’arrivo a 1400.  Il tutto su una montagna di poco più di 1600 metri, isolata, nel mezzo della penisola e con “vista sul mare”.  Le caratteristiche metereologiche del sito non consentono di programmare settimane e neppure “giornate” bianche.  La neve va e viene, c’è spesso nebbia e piove. Nelle stagioni migliori i giorni utili sono pochissimi. E’ quindi impensabile che l’attività possa coprire le spese di realizzazione e di esercizio degli impianti e anzi, vengono gettate le premesse per nuovi interventi finanziari della regione, che sarà costretta a ripianare i nuovi debiti che si accumuleranno ogni anno.  In pratica, si finanzia un progetto destinato a creare debiti autorigeneranti. Ovviamente i cittadini si fanno delle domande, che però rimangono senza risposta. Con gli stessi denari quante cose utili si sarebbero potute fare ? Per esempio, di parchi nazionali se ne sarebbero potuti realizzare tre. Per non parlare della condizione delle strade e dei problemi della sanità. E’quindi un’amara constatazione che non si riesca a percepire la strada maestra, che è quella di federare territori di regioni diverse e, attraverso un’attiva (e attenta)  valorizzazione dell’ancor vasto patrimonio naturale, rilanciare l’economia delle nostre aree montane. Si preferisce piuttosto devastare il territorio,  inseguendo le illusioni più surreali (stazioni alpine in provincia di PU) e i soldi pubblici, il cui destino finale dovrebbe stare a cuore a tutti. Tutto questo avviene nel piu’totale disinteresse dei “difensori del territorio”, gli urlatori professionisti a tema unico, che avversano la creazione del parco (e ogni altra forma di modernità), a favore del mantenimento di privilegi per pochi e della depressione definitiva delle nostre tradizioni e dei nostri stessi borghi.

Il Consiglio Direttivo del Comitato Promotore per l'Istituzione del Parco Nazionale del Catria, Nerone e Alpe della Luna

Redazione
© Riproduzione riservata
06/12/2018 14:46:24


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Umbertide, primarie PD: “Il successo sarà decretato dalla partecipazione” >>>

In arrivo gli avvisi di pagamento del Consorzio di Bonifica >>>

Caos telefonia a Farniole, tuona Casucci della Lega >>>

Al via i lavori sulla Sinalunga-Arezzo-Stia >>>

L’ambasciatrice Zappia ai giovani di Rondine: “Voi i veri custodi della Dichiarazione diritti umani” >>>

Prevenzione giovani, a Sansepolcro nasce il comitato Nessunisola >>>

Ghinelli e Magi replicano duramente alla Rsu del comune di Arezzo >>>

Pd Città di Castello: "Sulla Color Glass prosegue il dialogo con i cittadini" >>>

Insieme Possiamo: Sansepolcro protagonista della mostra su Piero Della Francesca in Russia >>>

“Divertimento sano e sicuro: come consigliere comunale pronta a dare il mio contributo” >>>