Notizie dal Mondo Cronaca

Svizzera, tentano di pagare la consumazione con una banconota da 50 euro cinese

Era stata ordinata via internet da un 18enne del posto

Print Friendly and PDF

Due giovani ticinesi hanno tentato di spendere una banconota da 50 euro cinese per pagare una consumazione a San Bernardino, località fra i cantoni Ticino e Grigioni. Hanno brindato al nuovo anno per poi pagare la consumazione con 50 euro che conteneva scritte in cinese. Uno dei due è stato fermato dal personale e consegnato alla polizia cantonale, che ha fornito la notizia dell’accaduto. Dagli accertamenti, precisa la polizia, è emerso che le banconote sono state ordinate dall’estero via internet da un diciottenne ticinese. La polizia grigionese ha denunciato cinque giovani: tre minorenni, una ventitreenne ed un diciottenne sospettato di aver fatto arrivare le banconote false e di averle messo in circolazione.

 

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
02/01/2019 22:11:29


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Spagna, ore decisive per salvare un bimbo di 2 anni caduto in un pozzo >>>

Arrestato in Germania un traduttore afghano >>>

Iran, la madre britannica in prigione comincia lo sciopero della fame >>>

La Giamaica nega l’approdo a una nave con passeggeri affetti da gastroenterite >>>

Morto il sindaco di Danzica, accoltellato durante un evento di beneficenza >>>

Angela Grignano “si è svegliata dal coma”. Il fratello: “Nuova operazione alla gamba” >>>

Catturato in Bolivia il terrorista Cesare Battisti >>>

La figlia di Totò Riina: “Tolgo il mio nome dall'insegna del ristorante a Parigi” >>>

Parigi, esplosione nel quartiere dellʼOpera per una fuga di gas >>>

Da Cagliari a Las Vegas la figuraccia corre online: rubate le boe per salvare le nostre spiagge >>>