Notizie Locali Comunicati

La Sinistra per Anghiari interviene ancora in merito all'apertura dell'ascensore

"Sia fatta chiarezza su questi punti", affermano Moretti e Meozzi

Print Friendly and PDF

 In relazione alla vicenda dell’apertura dell’ascensore sito nel centro storico del Paese, che è avvenuta per circa due ore nella giornata del 31 dicembre 2018, abbiamo appreso in noti canali informativi le errate e contraddittorie dichiarazioni del Sindaco.

Dichiarazioni attraverso le quali si apprende che alcuni tecnici avrebbero effettuato una prova e che avrebbero avuto una cortesia nei confronti degli sposi ed, in ultimo, che l’apertura e chiusura dell’ascensore in occasione del matrimonio sia stata una “casualità”.

Ma se era un apertura casuale che tipo di cortesia poteva mai essere fatta?

Possibile che una ditta decida di porre in essere attività delicate e di così alta responsabilità proprio il giorno 31 dicembre a poche ore del cenone di capodanno?

Ora ribadiamo che a noi del matrimonio non interessa altro che la felicità presente e futura degli sposi.

Possiamo, altresì, confermare che sposarsi ad Anghiari è una esperienza stupenda e unica.

Ma non è questo il punto.

Il Sindaco non ha risposto sulla questione nodale della vicenda, ovvero se l’ascensore e tutto l’impianto, al momento dell’apertura al numeroso pubblico che vi è salito sopra, godeva di collaudo e se il cantiere era stato formalmente chiuso.

Tradotto in termini il nostro Gruppo chiede al Sindaco e alla Giunta: gli organismi competenti, nella fattispecie l’ Ufficio Speciale Trasporti e Impianti Fissi (cd. U.S.T.I.F.) hanno rilasciato, a quella data, tutta la documentazione necessaria per l’apertura al pubblico dell’impianto?

E ancora, siccome il Sindaco parla di tecnici presenti sul posto al momento dell’apertura, ci chiediamo chi fossero questi tecnici? Se sono stati pagati e da chi? Appare improbabile pensare, come qualcuno ci vorrebbe far credere che tecnici, immaginiamo altamente qualificati, si mettano al lavoro gratis nel pomeriggio del 31 dicembre.

Gli uffici comunali, inoltre, erano al corrente di questa apertura?

Se l’ascensore non era o non è ancora collaudato, dubbio legittimo  visto che attualmente è chiuso, è stato prudente farci salire tutte le persone alle quali è stato consentito di farlo?

È il Sindaco stesso a dirci che attualmente l’ascensore è chiuso perché mancano dei fogli e c’è troppa burocrazia.

Evidentemente è una burocrazia che è scomparsa alle ore 16:00 circa del 31 dicembre per poi ricomparire poco dopo le 18:00.

Queste sono le domande che attendono risposta e che numerosi cittadini, nostro tramite pongono, non solo al Sindaco, ma anche alla Giunta.

È ora sia fatta chiarezza su tutti questi punti.

Reiteriamo e rinnoviamo con forza al Sindaco Polcri ed agli Assessori Maggini e Cimbolini, che con il Sindaco condividono ogni responsabilità di governo di Anghiari, di dare quanto prima una risposta a questi interrogativi che i cittadini si pongono da ormai più di una settimana.

Anche se non siamo attualmente presenti in Consiglio Comunale stiamo facendo le dovute verifiche del caso per fare luce su questi ed altri punti che riteniamo debbano essere oggetto della valutazione dei cittadini.

Se è tutto legittimo come dichiara il Sindaco e come al momento non vi è motivo di dubitare, perché tutto questo mistero?

Perché tutte queste contraddizioni?

Ovviamente non smetteremo di tenere accesa la luce su tutta questa vicenda.

Il Gruppo de “La Sinistra per Anghiari”

Giacomo Moretti

Mirco Meozzi

Redazione
© Riproduzione riservata
10/01/2019 11:24:29


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Qual è il destino della Sanità di Arezzo? >>>

De Robertis (Pd): “Dalla Regione 350mila euro per gli impianti sportivi della provincia di Arezzo” >>>

Paolo Fratini presenta in pubblico la propria candidatura a Sindaco di San Giustino >>>

"I Dimenticati Della E45": protesta contro il rinvio della riapertura al traffico pesante >>>

La dottoressa Cosetta Gasparri ringrazia l'Accademia Enogastronomica della Valtiberina >>>

Arezzo, presto un nuovo look per le logge Vasari >>>

Ricci Lorenzo Remo sarà il candidato Sindaco per la Lista “Impegno Comune per Castel Focognano” >>>

Dichiarazione sindaco Ghinelli sulla sentenza della Corte Europea >>>

Arezzo: Meri Stella Cornacchini entra nel gruppo consiliare di Forza Italia >>>

Cortona, cambia volto il parcheggio dello Spirito Santo >>>