Notizie dal Mondo Cronaca

Turchia, crolla un palazzo a Istanbul: vittime

Gli ultimi tre piani erano abusivi, ha spiegato il prefetto locale

Print Friendly and PDF

Si teme ci possano essere dozzine di persone sotto le macerie di un palazzo crollato ieri a Istanbul nel quartiere di Cevizli, nella zona di Kartal. Al momento la vittima accertata è soltanto una, ma, secondo il quotidiano turco Hurriyet, il complesso crollato comprendeva 12 appartamenti, che, secondo testimoni oculari, al momento del crollo erano popolati di residenti. Decine di vigili del fuoco, poliziotti e squadre mediche si trovano sul posto per i soccorsi. Gli ultimi tre piani del palazzo - composto da sette piani più un altro al livello stradale, come è comune in Turchia - erano abusivi, ha spiegato il prefetto locale, Ali Yerlikaya. Sul crollo la procura di Istanbul ha aperto un’inchiesta.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
06/02/2019 21:32:45


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Gilet gialli, scontri con la polizia a Parigi per il ventitreesimo sabato di protesta >>>

Nell'inferno di fuoco di Notre-Dame il miracolo delle api, sopravvissute alle fiamme >>>

Scontri in Irlanda del Nord, muore una giornalista: “È terrorismo” >>>

La polizia francese: “L’incendio di Notre-Dame provocato da un corto circuito” >>>

Nunzio apostolico in Francia denunciato per molestie sessuali, sentito dalla polizia >>>

Assalto a un bus in Pakistan: almeno 14 morti >>>

Portogallo, bus turistico finisce in una scarpata: almeno 28 morti >>>

Pugile iraniana combatte senza hijab, Teheran vuole arrestare lei e l’allenatore >>>

La cattedrale di Notre-Dame non è assicurata. Spese a carico dello Stato >>>

Incendio Notre Dame: “Due allarmi, poi i soccorsi”. Indagini su 15 operai >>>