Opinionisti Olinto Gherardi

Puntando dita

Ho un’età nella quale le illusioni non hanno più spazio

Print Friendly and PDF

Ormai evidenziare uno stato di cose, che definire anomale è il minimo, diventa perfino noioso, urtante, ripetitivo, così come lo sono gli attacchi sequenziali di chi dice di essere opposizione, dopo aver detto di governare, cosa che a chiacchiere ha fatto in maniera eccellente, con i fatti molto meno, a mio modesto parere. Assisto, in numerosa compagnia, ad un susseguirsi di attacchi mirati, scomposti, azzardati, verso un esecutivo che ha fatto seguire,finora, al programma, i fatti concreti, portando leggi da votare in Parlamento, facendole votare, non senza folkloristiche manifestazioni di dissenso plateale, piano piano, un passo alla volta, ma procedendo sulla strada che si è prefisso, contro tutto e contro tutti. Ho un’età nella quale le illusioni non hanno più spazio, come non lo hanno le sirene di Ulisse, ne’ le promesse da marinaio che ancora oggi, sfacciatamente ed inopinatamente, lestofanti riconosciuti e certificati, si affannano a lanciare dagli schermi di casa e non, offendendo in diretta gli elettori o presunti tali etichettandoli quali diversamente intelligenti. Non mi sorprendo certo più di tanto di questi personaggi, che dalla mia posizione di non belligerante per scelta,(che non significa vigliacco) ho da tempo messo nella parte della lista di quelli inattendibili a priori, non che fra gli altri ve ne siano di attendibili, ma il cane affamato scodinzola sempre prima a chi gli da il mangiare e dopo a chi lo accarezza solamente; bene, io sono il cane affamato, di razza, ma affamato, di razza perché onesto intellettualmente, affamato perché la “crisi Mondiale” ha tagliato i viveri in ogni dove o quasi, viveri nel senso non alimentare, ma nel senso di una futura prospettiva di crescita generale del Paese Italia. Chi oggi urla con la bile fra i denti ed accusa con le mani sporche di marmellata sono coloro che materialmente hanno “costruito” la recessione infinita dalla quale pare, pare, non esservi uscita, non perché non vi sia, semplicemente perché chi l’ha costruita non vuole che se ne esca. Siamo ancora nella fase che precede le sassate  ad altezza uomo, i proiettili di gomma, le manganellate della forza pubblica nelle piazze, i manipolatori di informazione diversamente corretta sono, fortunatamente per noi, convinti di riuscire a ribaltare la situazione attraverso la continua denigrazione ed i continui attacchi ad un esecutivo che pare avanzare continuamente contro la bora triestina, e che ha la sola “colpa” di operare a favore delle fasce più deboli e bisognose della popolazione, di cercare di migliorare o ripristinare un tessuto sociale deteriorato da cavallette fagocitanti, ma avanti di questo passo la fase successiva è dietro l’angolo, chi andrà poi nelle strade a prendere manganellate ?? Quelli che a breve andranno ancora a “versare volontariamente” due euro per poter votare le primarie (che sembrano le elementari, ma non lo sono) del loro partito ed eleggere, attenzione, il Segretario del partito ?? Mi chiedo sinceramente, sperando che gli amici di questa corrente, i miei ovvio, non si offendano leggendo, se andranno a portare l’obolo con una molletta al naso ed i tappi nelle orecchie, voglio capire come sia possibile che queste persone non siano al corrente di chi e cosa stanno andando a votare, parliamo di un corrente politica (??) che ha un percentuale di indagati ed arrestati oltre ogni immaginazione, di un’entità della quale la figura più in vista di recente memoria ha i genitori ai domiciliari per false fatturazioni e bancarotta fraudolenta, i cugini coinvolti nelle indagini (se ne fanno) per i sei milioni targati Unicef, autore firmatario del raid notturno a Banca Etruria e similari, nel quale “sparirono” milioni di euro dei risparmiatori e di investitori malconsigliati dalle stesse banche, quello che a suo tempo voleva “abolire” quel Senato che oggi gli garantisce ancora un lauto immeritato stipendio e purtroppo gli concede ancora il diritto alla parola pubblicamente, con tanto di insulti nemmeno tanto velati verso chi governa … chi andrà alle primarie sceglierà fra Zingaretti, Martina e Giachetti, con il primo indagato (fa punteggio a favore, quindi favorito) il secondo che ogni volta che parla recita ovvietà obsolete, tipo Fassino, il terzo classico radical chic, tutto io so io e voi non siete una cippa. E’ come se mi dicessero,vuoi morire sparato, impiccato, o ghigliottinato??  Ma l’opzione non voglio morire non è contemplata ? Oltre questa tristissima pagina nazionale vi è l’inevitabile coda Europea con la U.E. che boccia ogni cosa proveniente da Roma, all’inizio in quanto insufficiente e raffazzonata, oggi in quanto altri Paesi “potrebbero essere tentati” di seguire la linea italiana, rischio contagio lo definiscono. Allora egregi gerarchi economici euro mondiali è questa la realtà ?? Avete paura dell’Italia populista e sovranista ?? Da questo nasce la negazione continua ad ogni cosa ? Credo che se fosse così dovrei saltare di gioia, ma qualcosa che non comprendo fino in fondo mi impedisce di farlo, forse proprio perché non ho mai fatto veramente politica e non sono smaliziato, ma però ho la sensazione fissa di fastidio, continuo, una nevralgia come quando hai mal di denti od il fischio all’orecchio e non riesco a togliermela di torno. Di bello c’è che non corro il rischio di diventare come tanti, fare l’eremita politico ha i suoi vantaggi ed un punto di osservazione super partes eccellente, non riuscirei mai a difendere a spada tratta col coltello fra i denti chi mi sta privando del bene più importante per l’essere umano, la libertà.

Redazione
© Riproduzione riservata
03/03/2019 06:45:23

Olinto Gherardi

Operaio – Scrittore - Apolitico – 21 anni nel Gruppo Sbandieratori di Sansepolcro dall’avvento del Dott. Piero Gennaioli - Scrittore di poesie - Due pubblicazioni nel 2013(Lo Sbandieratore di Emozioni) e 2015 (All’ombra della Torre) con lo pseudonimo di Uguccione de’ Fiaschi – Collabora alla mostra fotografica di Francesca & Angelo Petruzzi, ManiAnime del Borgo 2016 – Attenzione rivolta al territorio, al Borgo ed al suo patrimonio artistico; diretto e chiaro nell’esposizione del pensiero critico, ma costruttivo. Fotografo amatoriale per hobby-Calcio e Pallavolo gli sports seguiti in prevalenza. redazione@saturnonotizie.it


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Olinto Gherardi

Puntando dita >>>

I ponti di S.Stefano County >>>

Turismo: Siamo solo chiacchiere e distintivo? >>>

U.E. = Usanza Europea ? >>>

Piano del traffico a Sansepolcro: le mie perplessità >>>

NEuropatia >>>

Abbiate Misericordia >>>

Sotto il ponte di Baracca… >>>

All’Onta del Gazebo di Sansepolcro >>>

Balestrando Tornei >>>