Notizie Locali Eventi

Personale di Deborah Coli a Sansepolcro

La Pittrice di Pesaro realizza una sua Mostra personale nel prestigioso Palazzo Magi

Print Friendly and PDF

Deborah Coli torna a Sansepolcro. La Pittrice di Pesaro che si era affacciata per la prima volta al palcoscenico costituito dalla tradizionale Collettiva d’Arte Varia della Compagnia Artisti di Sansepolcro, quest’anno giunta alla 22° Edizione, rimasta aperta fino al 6 Gennaio 2019, ora realizza una sua Mostra personale nel prestigioso Palazzo Magi, ai numeri 160-162 di Via XX Settembre, che inaugura proprio alle 17,30 di Domenica 17 Marzo 2019. La mostra si intitola “essenza” e sarà aperta, tutti i giorni in orario di apertura della residenza storica, fino al prossimo mese di Settembre.

“Attraverso l’arte e la pittura, esprimo il mio sentire , per comprendere e raccontare il senso profondo del femminile. – ci racconta l’autrice - Disegnare è un talento che ho dall’infanzia , mio padre percependo tale predisposizione artistica, mi donò alcune scatole di colori, trascorsi interi pomeriggi ad illustrare immagini varie. Così a nove anni scrissi sul quaderno: da grande farò la pittrice!”                 Deborah Coli nasce a Pesaro, dove si diploma all’Istituto d’Arte Ferruccio Mengaroni. Ma è grazie alla frequentazione di studi di vari artisti che ha sviluppato ulteriormente le proprie abilità verso un linguaggio figurativo attraverso il disegno e la pittura ad olio. Di particolare rilievo, in questo senso, il periodo di frequentazione dello studio del celebre artista fabrianese Aurelio Ceccarelli  scomparso nel 2014. Del 2007 la prima esposizione in una nota galleria di Pesaro a cui ne sono seguite varie sempre personali e varie partecipazioni a importanti collettive. Da ricordare, nel 2012 la creazione dell'Associazione artistica e socio-culturale “La Via dell’Arte” e la personale nel 2013 a Fano dal titolo “Essenza” nella chiesa San Michele all'Arco di Augusto. Nel 2014 ha esposto a Rimini in Piazza Cavour, con “Istanti Sospesi”. Ha partecipato inoltre a diverse collettive: “Spazio Nobili” Comune di Montelabbate (PU), Archivio di Stato , Palazzo Ducale Pesaro , Arte Fiera Padova , infine Repubblica San Marino con la mostra “Visionari” organizzata da FreeArts. Al “Premio Targa d’Oro Città di Gubbio 2014” è 1° Classificata (IX Rassegna Internazionale di Arte Pittorica). Nel 2015 ha partecipato alla collettiva “Correnti artistiche a confronto”nella Pinacoteca d'Arte Moderna di Napoli e a Venezia nella sala di palazzo Priuli Bon . Nel 201le sue opere sono nella personale “ Il richiamo dell'Anima” nel Museo “Michetti” a Francavilla (CH), a cura del Critico d'Arte Massimo Pasqualone. Ha esposto inoltre al Castello di Cusercoli (FC) negli spazi espositivi dell’Università di Bologna a cura di Ives Celli Critico d’Arte. A Urbino, sempre nel 2016 realizza la personale nella Galleria “ Federico Barocci”situata nel Collegio Raffaello a cura dello Storico dell'Arte Vitaliano Angelini, dal titolo “ Dissolvenze”. Nel 2017, è presente alla rassegna d’Arte Contemporanea alla Pinacoteca Civica F. Podesti di Ancona e alla mostra dal titolo “Corpo e Materia” pittura - fotografia , alla Rocca di Umbertide (PG) Centro per l’Arte Contemporanea. A Novembre 2017, viene invitata con un’opera in mostra permanente nella “Sala delle Donne", situata nella sede della Provincia di Pesaro promossa da Terziario Donna Confcommercio PU. Ma gli amanti dell’arte della Valtiberina toscana hanno potute apprezzare e apprezzano le sue opere a Sansepolcro oltre che nella Edizione 2018-2019 della Collettiva d’Arte Varia della Compagnia Artisti anche, attualmente, nella Galleria Mercati di Daniele Mercati, Marco Mercati e Katia Savelli.

“Affascinata dalla bellezza dal periodo classico e dal neoclassicismo mi sono ispirata in un primo momento alle sculture di Antonio Canova. Attraverso le figure soprattutto femminili, dipingevo la purezza dei sentimenti quali l’amore , la maternità ma anche il coraggio delle donne di uscire dalla routine per ritrovare e coltivare i propri talenti. – racconta sempre la Coli - In questa fase, le opere sono ben definite, i colori caldi e luminosi le figure avvolte da morbide sfumature. Iniziarono le prime mostre, il confronto con il pubblico sempre incoraggiante e le nuove proposte espositive mi indussero a proseguire. Ed è così che l’Arte diventa parte integrante della mia vita”. Negli anni la sua pittura si evolve prendendo in considerazione lo smarrimento collettivo, gli stati d’animo, i pensieri e tutto l’universo interiore del femminile; è l’Essenza ad emergere ad andare al di là del contingente verso una nuova dimensione. In questa fase pittorica, i contorni dei corpi iniziano a dissolversi fino a fondersi con lo spazio luminoso, lo studio della luce diventa protagonista e le figure appaiono come proiettate nello sfondo bianco. La ricerca artistica continua trovando nuove soluzioni tecniche, che passano da morbide velature in contrasto con particolari materici che fuoriescono dalla tela, rendendo l’immagine più tridimensionale. Quello dipinto dalla Coli è un universo femminile interiore unico, armonico e irripetibile peraltro realizzato con una gamma cromatica di eterea leggerezza. La Coli cattura e ci consegna, particolari e momenti intimi e individuali, le delicatezze e i pudori che le figure femminili ritratte condividono inconsapevolmente. Le sue figure, quasi sempre incomplete ci portano, appannate come sono da morbidezze e dissolvenze, a credere di godere di un privilegio. “Ma siamo veramente sicuri che si tratti di una dimensione onirica o, piuttosto, la creativa non ci stia consegnando momenti rubati al ricordo e allo specchio? – questo il quesito di Michele Foni responsabile della Compagnia Artisti - Lasciamo il giudizio al pubblico che, siamo certi, non si dividerà nell’apprezzare questa pennellata materica di grande respiro emozionale”.

C’è anche un cammino parallelo per la creativa che è quello di insegnante. Il grande numero di suoi allievi dimostra la sua comunicativa che prima attrae quanti hanno in animo il desiderio di imparare e poi è utile a farli crescere. Non è un caso dunque che, contestualmente alla Mostra della Coli, si tenga a Sansepolcro nell’Enoteca Berghi Dal Grigino una mostra personale del suo allievo Marco Angelotti. Angelotti oltre a quello della Coli ha frequentato il corso di Giacomo Soriano. Ha partecipato al gruppo di pittori itineranti di Pesaro e, dal 2015 ad alcune collettive classificandosi, nel 2018, terzo a Frontinarte. Angelotti punta il suo sguardo principalmente su animali e paesaggi a cui regala un tocco a tratti leggero e a tratti più grafico ma sempre morbido e un po’ originale.

Redazione
© Riproduzione riservata
14/03/2019 11:00:25


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Eventi

Sestino, inaugurata la Lapide della Pace >>>

A Montecatini Terme il 67° Congresso Nazionale Lions >>>

Sansepolcro, i balestrieri si preparano per il Palio di Gubbio >>>

L’ I.I.S. Patrizi Baldelli Cavallotti per l’Umbria “sulla Nave della Legalità” >>>

Mostra "Le Macchine di Leonardo" al Museo della Vetrata a Sansepolcro >>>

Festival Nazionale di Teatro spontaneo: è il momento delle premiazioni >>>

Sapori DiVini a Sansepolcro: nonostante il maltempo, numeri più che lusinghieri >>>

Buona la seconda uscita della proloco del Trebbio >>>

Terzo appuntamento con Bagno D'Arte a Palazzo del Capitano a Bagno di Romagna >>>

Grande collettiva d'Arte a Chiusi della Verna >>>