Notizie dal Mondo Attualità

Accordo sul divorzio, Jeff Bezos versa alla moglie 36 miliardi di dollari

L’addio più costoso della storia, anche per il maggiore azionista di Amazon

Print Friendly and PDF

Jeff Bezos resta il maggiore azionista di Amazon anche dopo il divorzio. Il fondatore del colosso delle vendite online mantiene il 75% delle azioni di Amazon che aveva con la moglie, oltre al controllo del Washington Post e di Blue Origin. A MacKenzie Bezos va invece il restante 25% dei titoli, ovvero il 4% di Amazon: una quota che vale 36 miliardi di dollari, che rende il divorzio il più costoso della storia e che fa di Mackenzie una delle donne più ricche al mondo. Secondo i calcoli di Bloomberg, infatti, MacKenzie diventa la quarta paperona mondiale, secondo Forbes la terza alle spalle dell’erede di L’Oreal Francoise Bettencourt Meyers e di Alice Walton, la figlia del fondatore di Walmart. Jeff Bezos nonostante tutto resta il più ricco al mondo, con la sua quota in Amazon - il 12% rispetto al 16% pre-divorzio - che vale 107 miliardi di dollari, ai quali si aggiungono i 4 miliardi di dollari di valore del Washington Post e di Blue Origin. I dettagli del divorzio sono affidati a un tweet di MacKenzie. «Sono grata che si sia concluso il processo di dissoluzione del mio matrimonio con Jeff» cinguetta MacKenzie. «Sono contenta di dargli tutti i miei interessi nel Washington Post e in Blue Origin, il 75% delle nostre azioni in Amazon più il controllo dei voti sulle mie azioni». Jeff Bezos, sempre su Twitter, la ringrazia: «È stata una partner, un’alleata e una mamma straordinaria. È brillante e avrò sempre qualcosa da imparare da lei».

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
05/04/2019 14:18:50


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Attualità

La Svizzera dice sì a norme più severe sulle armi >>>

Usa, un repubblicano in Congresso chiede lʼimpeachment per Trump >>>

Alabama, il Senato approva legge contro lʼaborto >>>

Il Regno Unito pensa al colpo di spugna sui crimini militari commessi in guerra >>>

La Corte Ue: “I rifugiati non possono essere rimandati nei Paesi d’origine se rischiano la vita” >>>

Gli Usa rivedono i piani militari contro l’Iran >>>

La risposta di Rohani agli Usa, l’Iran riprende l’arricchimento dell’uranio >>>

Nato il Royal Baby: è un maschio e pesa 3,260 chili >>>

Facebook, il social diventa privato >>>

La giustizia italiana è la peggiore d’Europa: “Sempre più lenta e inefficiente” >>>