Notizie Locali Comunicati

Scuole in provincia di Arezzo, 43mila euro dal Viminale

"Abbiamo bisogno di questi interventi", commneta il segretario provinciale della Lega

Print Friendly and PDF

Il Segretario Provinciale Lega Arezzo , Nicola Mattoni, dopo il comunicato stampa del Viminale dove si annunciano i fondi stanziati per la sicurezza delle scuole in Toscana, commenta così: "Esprimiamo soddisfazione perché alla nostra provincia sono arrivati 43mila euro dal Viminale da utilizzare per la sicurezza nelle scuole. La nostra provincia ha bisogno di interventi in questo senso, perché già troppi episodi di devastazione, di degrado e di spaccio di droga sono avvenuti davanti alle nostre scuole. È un primo passo , ma ancora c'è tanto da lavorare, per rendere finalmente i luoghi dove i nostri bambini e i nostri adolescenti passano la maggior parte del loro tempo, vivibili e più sicuri".

Redazione
© Riproduzione riservata
20/04/2019 16:48:23


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

San Giustino si conferma al primo posto in Umbria per contrasto all’evasione fiscale >>>

Prosegue l'iter per individuare un nuovo operatore per la riscossione dei tributi >>>

Regione Toscana ed Anci a sostegno di Rapolano e Sansepolcro >>>

Pista sul Tevere, Castello Cambia: “Più manutenzione e controlli” >>>

Sansepolcro, al via gli studi di micro-zonazione sismica di livello 3 >>>

Avanzano i lavori di risanamento della pavimentazione sulla E45 a Pierantonio >>>

Loculi e tombe in stato di abbandono e incuria: degrado nei cimiteri del Comune di Arezzo >>>

Arezzo sede di macroarea di Ubi Banca. Il consigliere Bardelli rilancia la proposta >>>

“Nuova sede della polizia locale di Arezzo, quanto ci costi?” >>>

La vicinanza del sindaco di Città di Castello alla famiglia del pensionato aggredito >>>