Rubrica Umbria

Caos sulla caccia in Umbria: nove persone infagate per truffa

Rimborsi benzina delle guardie venatorie gonfiati

Print Friendly and PDF

Bufera giudiziaria sulla caccia. Rimborsi benzina delle guardie venatorie gonfiati. Somme di denaro distratte alle funzioni dell’Ambito territoriale di caccia 1 (di Perugia), come ad esempio regali ed omaggi per eventi matrimoniali e un viaggio fatto in Romania sicuramente non necessario ai fini istituzionali dell’ente. Spese anomale per ristoranti e generi alimentari. E’ quanto contestato nell’avviso di conclusione delle indagini firmato dal pubblico ministero Paolo Abbritti, che “inchioda” l’ex presidente dell’Atc 1 (ambito territoriale di caccia) di Perugia, Quartilio Ciofini. Chiamato ora a rispondere dei reati che vanno dal peculato all’abuso d’ufficio, fino ad arrivare alla truffa proprio per un’infinità di “indebiti rimborsi e spese improprie”. Coinvolte anche sette guardie giurate volontarie venatorie e l’allora direttore di zona.

Redazione
© Riproduzione riservata
13/12/2017 12:24:28


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Umbria

Gubbio, la città più antica dell'Umbria >>>

Trevi la città dell'olio >>>

Il lago di Piediluco >>>

Todi è una cittadina medievale di una bellezza ed eleganza unica >>>

Visita a Bevagna in un giorno >>>

Montefalco: la Patria del Sagrantino >>>

La Fioritura di Castelluccio di Norcia >>>

Terni, nella Città-ideale della Scarzuola >>>

Spello, uno dei borghi più belli d'Italia >>>

Le Cascate delle Marmore >>>