Opinionisti Punti di Vista

Reinventarsi una vita lavorativa

Rimettersi in gioco ti fa ritrovare stimoli ed entusiasmo

Print Friendly and PDF

Quando si arriva a 50 anni molte persone hanno voglia di dare una svolta alla propria vita: io sono stato una di queste. Con l’allungarsi dell’aspettativa di vita (84,9 per le donne e 80 per gli uomini) la classica crisi di mezz’età  non cade più a 40 anni come un tempo, ma si è spostata ai 50 anni, fascia sociale ancora molto predisposta all’attività e ricca di iniziative. Per quanto possa sembrare una scelta drastica ed eccessiva, decidere di cambiare vita è una di quelle occasioni che può farti ritrovare passione e sorrisi. Ma cosa vuol dire cambiare vita? Certamente, almeno nel mio caso, ha voluto dire “reinventarsi” un lavoro nuovo per ritrovare stimoli ed entusiasmo. Di norma a cinquant’anni hai sulle spalle una famiglia e dei figli e devi essere cosciente che ricominciare senza il sostegno dei tuoi cari sarebbe un’opera insopportabile ed estenuante a livello psicologico. In un mondo tormentato e pieno di incertezze, è quanto mai importante che le nostre famiglie siano al centro della nostra vita, e che svolgano un ruolo prioritario. Certamente e parlo in prima persona, dismettere un’azienda che sta andando a gonfie vele, a cui hai dedicato decenni di sacrifici, per “scommettere” su un progetto radicalmente diverso è stata una grande scommessa. Oggi che mi sto avvicinando ai 60 anni, posso dire con tranquillità che quella svolta fu una decisione giusta. Mi piace raccontare questo spaccato della mia vita, perché pochi giorni fa parlando con un mio caro amico, un 50enne con un lavoro importante e molto redditizio, mi ha prospettato la sua decisione di un cambio di vita lavorativo radicale e molto “rischioso”. Lasciare un lavoro sicuro per avventurarsi in un nuovo progetto ad un “età importante”,  mi ha fatto rivedere il mio percorso di vita. Oggi mi sento anche in vena di dare dei consigli: Girando sempre su se stessi, vedendo e facendo sempre le stesse cose, si perde l’abitudine e la possibilità di esercitare la propria intelligenza. Lentamente tutto si chiude, si indurisce e si atrofizza come un muscolo...meditate gente!!!

Domenico Gambacci
© Riproduzione riservata
01/03/2019 06:17:27

Punti di Vista

Imprenditore molto conosciuto, persona schietta e decisa, da sempre poco incline ai compromessi. Opera nel campo dell’arredamento, dell’immobiliare e della comunicazione. Ha rivestito importanti e prestigiosi incarichi all’interno di numerosi enti, consorzi e associazioni sia a livello locale che nazionale. Profondo conoscitore delle dinamiche politiche ed economiche, è abituato a mettere la faccia in tutto quello che lo coinvolge. Ama scrivere ed esprimere le sue idee in maniera trasparente. d.gambacci@saturnocomunicazione.it


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Punti di Vista

Analisi del voto in Umbria >>>

Tutti vogliono i voti degli ex democristiani >>>

Riqualificazione delle piazze di Sansepolcro: un mio vecchio “pallino >>>

Le "capriole" politiche di Beatrice Lorenzin >>>

Crisi nera per l'economia dell'Umbria >>>

Basta chiacchiere, ora i fatti: la politica torni a fare il suo ruolo! >>>

Arriva il nuovo Governo: quali saranno i cambiamenti? >>>

Vergognosa la situazione delle scale mobili di Arezzo >>>

Viabilità più snella e decoro cittadino a Sansepolcro: un rebus di facile soluzione >>>

Giovani in fuga all’estero e grandi aziende che non trovano manodopera specializzata >>>