Notizie Locali Attualità

Da Milano a Roma con una croce di legno sulle spalle: ha fatto tappa ad Arezzo

La storia di Gennaro Speria: è stato visto e fotografato a Vitiano

Print Friendly and PDF

Ha attraversato anche il territorio comunale di Arezzo, nel suo lungo percorso da Milano a Roma con una croce di 40 chili sulle spalle. Il motivo: “per espiare i peccati della sua vita dissoluta". Dalla Valdichiana fino al Valdarno: è stato visto lungo la SR71, all’altezza di Vitiano, in direzione di Castiglion Fiorentino, per poi proseguire verso la capitale. Gennaro Speria ha 46 anni, seppure alle spalle ha una vita decisamente complicata. Ha intrapreso il suo percorso portando con se una croce lignea dal peso di 40 chili, corde ai lati e una scritta “Area 51 per sempre”. La sua meta è Roma, dove spera di poter incontrare Papa Francesco. (Foto Facebook: Sei di Arezzo se)

Redazione
© Riproduzione riservata
20/05/2019 16:44:19


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Attualità

Promozione per il colonnello Emanuele Canale Parola, da oltre 30 anni residente a Talla >>>

Consegnato al Comune di Milano il drappo del Palio della Vittoria di Anghiari >>>

Montedoglio, ora raddoppia l'impianto di sollevamento dell'acqua >>>

Picchia la figlia 14enne, ai domiciliari un artigiano della Valtiberina >>>

A Città Castello quasi l'80% dei cittadini usa la bicicletta >>>

Diga di Montedoglio: "sicurezza" la parola chiave della tavola rotonda >>>

Montedoglio: servire anche le zone più marginali della vallata, dice Letizia Michelini >>>

Sansepolcro, stamani la tavola rotonda sul futuro della diga di Montedoglio >>>

Lavori al viadotto Tevere IV sulla E45: chiusure il sabato notte >>>

Cresce in Umbria la raccolta differenziata dei rifiuti >>>