Notizie Locali Sanità

All’ospedale di Città di Castello è arrivato Sentimag

Il sistema magnetico non radioattivo che localizza i linfonodi sentinella

Print Friendly and PDF

La Usl Umbria 1 continua ad investire in nuove tecnologie per garantire standard elevati nel trattamento chirurgico e diagnostico del tumore della mammellae per migliorare quindi la prevenzione e l’assistenza delle pazienti affette carcinoma mammario, una patologia sempre più diffusa con oltre 50.000 nuovi casi in Italia, fondamentale. L’ultimo acquisto per la Breast Unit dell’ospedale di Città di Castelloè il sistema tecnologico integrato che consente di localizzare il linfonodo sentinella senza utilizzare materiali radioattivi: il sistema utilizza il magnetometro con sondaSentiMag/Magseed, il tracciante non radioattivo Magtrace e il metodomolecolare denominato OSNA.

L’attuale standard terapeutico per il trattamento precoce del tumore al seno, che si diffonde principalmente attraverso il sistema linfatico, prevede la biopsia dei linfonodi sentinella, per identificare i linfonodi che con più alta probabilità sono interessati dal processo metastaticoe per consentire quindi ai clinici le più corrette valutazioni cliniche post-operatorie.  “Il sistema Sentimag  /Magseed – spiegaGiacomo Antonini, direttore del Dipartimento delle chirurgie generali-permette la localizzazione  del  Linfonodo sentinella  evitando i rischi dell’uso dei radioattivo sia per i pazienti che per gli operatori, nonché semplificando l’organizzazione delle sedute operatorie, poichéil chirurgo di  completare l’intervento di  dissezione ascellare, qualora il linfonodo sia positivo, in unica seduta operatoria” determinato mediante metodomolecolare OSNA.

“Con queste ultime acquisizioni – aggiunge Andrea Casciari, attuale commissario straordinario della USL Umbria 1 -  la Breast Unit di  Città di Castello  potrà garantire alle sue pazienti un percorso diagnostico-terapeutico di eccellenza, confermandosi come  uno dei centri di riferimento per il tumore della mammella  della nostra regione”.

Con il metodo molecolare OSNA, utilizzato di routine in oltre 40 Breast Unit Italiane e in oltre 250 Centri europei, l’analisi del linfonodo sentinella effettuato per via intraoperatoria sarà disponibile in soli 20 minuti e consentirà al chirurgo di personalizzare il trattamento . Il linfonodo sentinella viene localizzato con un tracciante non radioattivo, MAGTRACE,  basato su nanoparticelle magnetiche (SPIO), che iniettato  dal chirurgo stesso 20 minuti prima dell’intervento ; Il linfonodo marcato  verrà facilmente identificato dal chirurgo  grazie alla sonda Sentimag. Con l’uso dei questo metodo i pazienti non saranno più costretti a utilizzare tracciante radioattivo e viaggiare da un ospedale all’altro”.  

Inoltre, con l’incremento dei programmi di screening del tumore della mammella, il numero dei casi con lesioni non palpabili sospette  o calcificazioni che vanno rimosse e studiate è notevolmente aumentato e attuali metodi utilizzati non aiutano gli operatori a gestire una chirurgia conservativa efficace. “Grazie all’uso di Magseed, un piccolo seme  monouso  di acciaio medico di 1x5mm che viene posizionato in corso di microbiopsia nell’area della lesione da rimuovere – continua il dottor Antonini - il chirurgo con la sonda Sentimag riuscirà a localizzare la lesione  e definire velocemente l’area da asportare”. 

Redazione
© Riproduzione riservata
25/05/2019 12:56:37


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Sanità

Arezzo: Una preospedalizzazione rinnovata per 200 pazienti a settimana >>>

Sicurezza del paziente, un convegno pubblico al San Donato >>>

Lotta alla Sepsi, 2 premi per la Usl Toscana Sud Est >>>

Sansepolcro: prossima al rinnovo la convenzione per l'alta traumatologia dello sport >>>

La salute a scuola, ecco i progetti negli istituti aretini >>>

Cardiologia all’avanguardia per il salvataggio degli arti inferiori dall’amputazione >>>

Cambio medico, Santeramo da domani non sarà più in Valdichiana >>>

Dopo Città di Castello e Pantalla, anche a Perugia un ambulatorio per i pazienti oncologici >>>

Barbato subentra a Moroni, novità per i medici di famiglia in Valtiberina >>>

Pronto Soccorso di Bibbiena in piena attività nella sede provvisoria >>>