Notizie Locali Economia

New York: 8.000 ospiti di eccezione alla degustazione dei vini toscani alla London Jewelers

“L’America, ama l’Italia, l’Italia della creatività, dell’artigianato e dell’eccellenza"

Print Friendly and PDF

Il sapore e il profumo dei vini toscani degustati tra i gioielli della London Jewelers a New York (Manhasset). Sono stati circa ottomila i newyorkesi, ospiti di eccezione, che hanno partecipato all’evento organizzato in collaborazione con la Carratelli Wine.

I proprietari dell’esclusiva gioielleria, la famiglia Udell, innamorati dell’Italia, hanno voluto organizzare un appuntamento per promuovere le eccellenze italiane parlando non solo di gioielli dei brand più prestigiosi come Bulgari, Pomellato, Buccellati, ma anche di enogastronomia, moda ed arte, come spiegano i due responsabili dell’evento “London Jewelers celebrates Italy” Sherry Mesh e Jeremy Waxman: “L’America, ama l’Italia, l’Italia della creatività, dell’artigianato, dell’eccellenza, capace di incantare un pubblico internazionale; per questo abbiamo voluto rendergli omaggio con una vetrina d’eccellenza ”.

A essere serviti agli ospiti sono stati i vini toscani di sei etichette partecipanti: Fattoi - Brunello di Montalcino Docg, Mantellassi - Mentore Morellino di Scansano Docg, Poggio Nibbiale - Tommaso Igt Toscana, Tenuta degli Dei - Cavalli Igt toscana, Pianirossi - Solus Igt Toscana, Fattoria Petriolo – Governo all’uso della Toscana Igt Toscana, Carratelli Wine - Radicato Prosecco Doc Extra dry, Carratelli Wine Radicato Rosè italian Sparkling, questi ultimi scelti anche dall’esclusiva cena di Bulgari per i top clients newyorkesi.

L’esperto Alessandro Bocci ha accompagnato gli ospiti in un viaggio sensoriale attraverso la Toscana dei vini, dal Chianti, alla terra del Brunello, dalla costa del Bolgheri alla Maremma del Morellino di Scansano.

“Attraverso i prodotti di qualità delle nostre piccole e medie imprese abbiamo potuto promuovere direttamente a una clientela di alto livello la tradizione del vino toscano che, non serve dirlo, ha riscosso grande successo - spiega Gabriele Carratelli, presidente della Carratelli Wine - Un successo che ci incoraggia a continuare su questa strada e alla ripartenza dopo la crisi causata dalla pandemia. Visto il successo ottenuto ad inizio del prossimo anno organizzeremo altri eventi tra New York e Miami per far degustare i prodotti dell’eccellenza vitivinicola toscana e non solo”.

“Il connubio vino-gioielli dell’evento ‘London Jewelers celebrates Italy’ - aggiunge Matteo Cichero, Art Director della Carratelli Holding - è servito ad attrarre una clientela che sa apprezzare il Made in Italy e la qualità impareggiabile dei prodotti che raccontano tradizioni, storia, bellezza, attenzione al dettaglio. Questa è stata l’occasione per presentare il vino toscano, come uno dei più preziosi gioielli, ambasciatore dell’Italia che sa far sognare il mondo intero".

Redazione
© Riproduzione riservata
23/11/2021 12:05:17


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

Aboca, 33,5 milioni di investimenti per la crescita del gruppo >>>

Cortona: i locali che fanno musica si danno una regola >>>

Economia, quadro incerto ma la Toscana tiene >>>

Consegnata la targa a Gabriella e Sabrina per i 50 anni di attività a Bibbiena di Soldani Gioielli >>>

Confagricoltura Arezzo, stop ai danni degli ungulati: incrementare gli abbattimenti >>>

Cgil: “Dopo la disponibilità di Aruba, si crei una strategia territoriale basata sul Pnrr” >>>

L’Umbria: il giardino di Roma >>>

Francesco Milleri, manager di Città di Castello, eredita 340 milioni da Leonardo Del Vecchio >>>

Italiani e stranieri scelgono gli agriturismi della provincia di Arezzo per le loro vacanze >>>

“Il panno Casentino non deve scomparire”: interrogazione in Regione di Ceccarelli e De Robertis >>>