Notizie Locali Cronaca

Bambino rimane chiuso in auto, salvato dagli agenti della Polizia di Sansepolcro

Il piccolo aveva appena sei mesi: La macchina si è chiusa con le chiavi dento

Print Friendly and PDF

Bambino di appena sei mesi rimane chiuso dentro l’abitacolo dell’auto: messo in salvo grazie al tempestivo intervento di una pattuglia della Polizia di Stato del Commissariato di Sansepolcro. L’episodio, che ha avuto il lieto fine, si è verificato attorno alle 16.15 di mercoledì lungo via Niccolò Aggiunti, proprio davanti all’accesso principale dell’antica fortezza all’altezza del civico 95. Non una svista: questo deve essere ben chiaro, bensì le portiere della vettura che improvvisamente si sono chiuse mentre le chiavi erano rimaste all’interno. La giovane mamma però, residente nel vicino Comune di San Giustino esattamente nella piccola frazione di Celalba, è andata nel panico: il piccolo, infatti, si trovava dalla parte del finestrino oltretutto esposto ai raggi del sole. Proprio in quel momento, però, è arrivata la chiamata al 113: una pattuglia in servizio ha ricevuto la richiesta d’intervento e in brevissimo tempo, con le sirene spiegate, ha raggiunto via Niccolò Aggiunti. Con dedizione e alta professionalità, il sovrintendente capo e l’assistente capo coordinatore, hanno leggermente forzato il finestrino laterale creando un pertugio per far entrare – seppure con estrema difficoltà – le braccia. Una volta arrivati alla maniglia, però, la portiera continuava a non aprirsi. A quel punto i due agenti della polizia in servizio, utilizzando uno sfollagente in dotazione alle forze dell’ordine, sono riusciti a trascinare le chiavi sul sedile per poi agguantarle con le mani. Il tutto, ovviamente, si è svolto nel giro di pochi minuti: una volta con le chiavi in mano, è stato sufficiente premere il pulsante del telecomando e le portiere si sono nuovamente aperte. A quel punto gli agenti hanno prelevato il piccolo di sei mesi, tutto sudato, e riconsegnato tra le braccia amorevoli della madre la quale ha tirato un grande sospiro di sollievo. Una tranquilla giornata autunnale che a Sansepolcro ha rischiato di trasformarsi in un fatto ben più grave: episodio dal lieto fine, quindi, con solamente qualche escoriazione alle braccia per il Sovrintendente Capo in servizio presso il Commissariato di Polizia di Sansepolcro. “A nome della comunità – commenta il sindaco Mauro Cornioli, non appena appresa la notizia – intendo formulare le congratulazioni agli agenti della Polizia, e a tutto il commissariato, che hanno portato a termine nel migliore dei modi l’intervento: riuscendo ad aprire le portiere dell’auto e consegnare nuovamente il piccolo nelle mani della madre”. Intervento che, in ogni caso, ha catalizzato l’attenzione pure di alcuni passanti che si erano fermati per star vicino alla mamma in quegli attimi così concitati e di apprensione.

Redazione
© Riproduzione riservata
28/09/2018 08:58:17


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

La famiglia Moretti torna in possesso in modo parziale dei beni sequestrati >>>

Città di Castello: padre di tre figli si toglie la vita a 51 anni >>>

I padroni del Pionta ad Arezzo sono i spacciatori di droga: non disturbateli >>>

Città di Castello, rimane incastrato con il braccio in un nastro trasportatore >>>

Prima il litigio, poi aggredisce il vicino di casa con una motosega in mano >>>

Contratti luce non richiesti, 65 truffe segnalate nel Valdarno >>>

La famiglia Moretti chiede il dissequestro dei beni per 25 milioni >>>

Attentato di Strasburgo, il racconto di Lucia De Robertis presente in zona >>>

Arezzo, 25enne afghano arrestato: aveva in auto una bomboletta di spray paralizzante >>>

Auto della polizia speronata da ladri in fuga >>>