Notizie Locali Cronaca

Furto finito nel sangue a Perugia: si cerca ora una Fiat Uno blu

I banditi avrebbero raggiunto Pretola per poi rubare l'auto di una pensionata

Print Friendly and PDF

Si stringe il cerchio sui banditi in fuga dopo il furto finito nel sangue. Adesso è caccia a una Fiat Uno blu e le ricerche hanno superato anche i confini dell'Umbria. L'ipotesi è al vaglio degli investigatori che ritengono molto probabile che i banditi - dopo aver abbandonato in una strada secondaria di Ponte Felcino l'auto trivellata di colpi con dentro il corpo senza vita di Eduart Kozi - abbiano oltrepassato a piedi la vecchia ferrovia e raggiunto Pretola per rubare la macchina di una pensionata del posto e dileguarsi nel nulla. Per loro, secondo quanto appreso, si configura il reato di rapina impropria aggravata. Intanto proseguono gli interrogatori delle tre persone iscritte nel registro degli indagati, la guardia giurata (difesa dall'avvocato Alessandro Vesi) e i due carabinieri (entrambi assistiti dall'avvocato Nicola Di Mario) a cui al momento si contesta l'omicidio colposo determinato da eccesso colposo di legittima difesa. 

corriere dell'umbria
© Riproduzione riservata
07/10/2018 22:15:25


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Si era finto malato per farsi dare i soldi dalla fidanzata: ora va a processo >>>

Arezzo, padre e figlia travolti da una vettura: grave la piccola di 7 anni >>>

Arezzo: interravano la droga sotto un albero per poi rivenderla >>>

Vicenda Banca Etruria: tolta la sanzione di Consob all'ex direttore Luca Bronchi >>>

Concorsopoli, Bocci adesso va in Cassazione: «Fatemi uscire» >>>

Sansepolcro, lupi sbranano un capriolo davanti alle abitazioni di Gragnano >>>

Cade dalla moto tra Stia e Londa: ferito un 66enne svizzero >>>

Bucine: altro colpo allo spaccio di droga >>>

Arezzo, operaio 50enne rimane incastrato in un compattatore dei rifiuti >>>

E' Luciano Camilli, figlio del presidente della Viterbese, l'aggressore di Giorgio La Cava >>>