Notizie Locali Sanità

L'Umbria risparmierà 2,4 milioni di euro per l'acquisto di farmaci

"Grazie al CRAS sarà possibile acquistare i farmaci immessi nel mercato come generici"

Print Friendly and PDF

"La sanità umbra risparmierà oltre 2,4 milioni di euro nell'acquisto di alcuni farmaci destinati alle Aziende sanitarie regionali, grazie alla gara aggiudicata da Umbria Salute CRAS (Centrale Regionale Acquisti Sanità) per la fornitura di prodotti farmaceutici a brevetto scaduto, immessi nel mercato come generici e quindi acquistabili a costi molto ridotti": lo rende noto l'assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini, evidenziando che "l'operazione è stata possibile grazie a una procedura bandita in forma accelerata, svoltasi con successo in poco più di due mesi, che ha permesso di intercettare un'opportunità importante a vantaggio della sanità pubblica". "In pratica – spiega Barberini – nel corso della gara per l'approvvigionamento dei farmaci destinati alle Aziende Sanitarie Regionali, è emerso che alcuni prodotti farmaceutici molto costosi, erano giunti a scadenza del brevetto e che, conseguentemente, erano stati immessi in commercio i relativi farmaci generici, assolutamente equivalenti, a prezzi fortemente ridotti, proprio per l'assenza dei marchi originari. Da qui la decisione assunta da Umbria Salute CRAS, società in house delle Aziende sanitarie regionali, d'intesa con l'Assessorato regionale alla Salute e le stesse Aziende, di attivare con la massima urgenza una procedura di gara, parallela a quella generale, per conseguire rapidamente le migliori condizioni economiche di mercato per l'acquisto di quei farmaci senza più brevetto". "I farmaci generici in questione – fa sapere l'assessore – hanno gli stessi principi attivi e gli stessi benefici di cura di quelli originali, consentono di mantenere gli stessi standard di qualità e sicurezza delle terapie, ma a costo notevolmente inferiore. Questo risultato, oltre a rappresentare un esempio di efficientamento e razionalizzazione della spesa pubblica, permette anche di recuperare il gap rispetto al sottoutilizzo dei farmaci cosiddetti generici. Le ingenti risorse risparmiate, grazie a questa operazione, verranno chiaramente riutilizzate all'interno del sistema sanitario regionale per farmaci innovativi ad alto costo".

Redazione
© Riproduzione riservata
09/10/2018 17:03:01


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Sanità

Ospedale della Fratta, tutti i numeri della crescita >>>

La riabilitazione post ictus diventa più veloce e appropriata >>>

#Controllati, ad Arezzo visite gratuite per la prevenzione urologica >>>

L'Umbria risparmierà 2,4 milioni di euro per l'acquisto di farmaci >>>

Oncologia a Montevarchi, “Nessun depotenziamento” >>>

Ospedale di Città di Castello: inaugurato il nuovo servizio di Endoscopia Digestiva >>>

L’ex guardia medica va a supportare il Pronto Soccorso >>>

Interventi laser alle varici, nuova tecnologia all’ospedale Santa Margherita >>>

Da tutta la provincia di Arezzo l’impegno per promuovere l’allattamento al seno >>>

Infortuni sul lavoro, accordo fra Asl Toscana Sud Est e Inail per le agende dedicate >>>