Opinionisti Olinto Gherardi

NEuropatia

Profughi, migranti, risorse...

Print Friendly and PDF

L’attualità e la cronaca quotidiana dell’ultimo periodo sono incentrate, come sempre polemicamente ed in clima di scontro aperto, sulla querelle Governo-Ue relativamente al Def bocciato, prima di essere visionato dal blaterante francese Moscovici al quale si sono accodati via via i vari servi e servetti dell’alta (o altra) finanza, intenti a tamponare l’emorragia eversiva tricolore che, a loro dire, rappresenta un serio problema per la stabilità dell’Unione e della moneta unica. Lo fanno sfacciatamente, alla luce del sole, senza remore, esprimono pareri negativi sulla base delle loro esigenze economiche verso chi li guida dall’oscurità, nemmeno poi tanto oscura visto che sappiamo essere tale Soros, uno dei principali destabilizzatori di Paesi che ambiscono ad una gestione interna della propria economia, senza interferenze di terzi che pretendano una soluzione anziché un’altra, in quanto favorisce loro in primis senza tener conto delle esigenze della popolazione di un determinato stato. Una Unione talmente democratica e collaborativa da imporre ad uno Stato membro, fondatore, economicamente messo meglio della maggior parte degli altri Stati membri ( ometto quali membri) un diktat minaccioso di apertura di infrazione per mancato rispetto delle regole dell’unione … loro lo dicono a noi, stato fondatore quanto loro, loro che da notizie di stampa, media, sono i primi a non averle rispettate, come Francia e Germania. Esistono verbali, articoli, resoconti, nei quali si può chiaramente evincere che è cencio che parla male di straccio; nonostante ciò non demordono e continuano a sparare sul Paese Italia come fosse il male assoluto, la morte nera della via Lattea, forti forse della assoluta prostrazione degli ultimi 8/10 anni fornita da esecutivi farlocchi che hanno messo il Paese in condizione di essere ricattato (o tentare di ricattarlo). A contorno di questo primo piatto forte girano varie notizie di cronaca, sociale, nera, che apparentemente sembrano esulare dal contesto principale, mentre in realtà ne sono parte integrante: il braccio armato dell’Ue (o di Soros se volete) nel territorio, quella sinistra intransigente e forcaiola, i cacciatori di fascisti, gli accoglienti buonisti radical chic, i meno eleganti affiliati ai centri sociali, i politici (?? Ma de che ??) sconfitti alle elezioni del 4 Marzo scorso, o meglio le macerie e la polvere di quelli che si definiscono tali, i mai estirpati Sindacati e sindacalisti milionari sulla pelle degli ex lavoratori (ex perché il lavoro non c’è) che organizzano scioperi incomprensibili contro il governo insediato da sei mesi o poco più, mentre non hanno mosso paglia nei famosi 8/10 anni succitati ed anche prima, mentre non fiatano, sono muti e omertosi, tutti i sopra citati , compreso il presidente della repubblica, sugli indicibili gesti compiuti dalle boldriniane risorse, anzi sinistre per essere precisi, quelle risorse dalle quali le cooperative traevano guadagni esponenziali fino a quando un ministro del nuovo governo non ha detto stop. L’ultima vittima di questi animali di colore ( quelli che delinquono è ovvio) si chiamava Desiree, 16 anni circa, drogata e stuprata da quattro “profughi di guerra” , con permesso umanitario scaduto,per 12 ore e poi lasciata morire, come un cane sul ciglio della strada, l’altra si chiamava Pamela drogata , stuprata, uccisa e fatta a pezzi e rinchiusa in due trolley abbandonati nelle campagne di Macerata … beh, per quanto mi riguarda basterebbero questi due episodi a far si che questi esseri provenienti da un altro mondo, da una cultura selvaggia e violenta fossero rispediti da dove sono venuti, tutti quelli irregolari, tutti quelli che delinquono e spacciano insieme a chi li spalleggia e li protegge, e qui il cerchio si chiude a mio modo di vedere perché i clandestini, o profughi, o migranti, o risorse, chiamateli come vi pare, erano la cassa continua dei collusi Italici rappresentanti di cui sopra, che a loro volta versavano proventi nelle casse Ue e contemporaneamente tenevano nel territorio quanti più possibile di questi esseri, il 95% dei quali ospite nullafacente mantenuto dallo stato italiano con i nostri soldi. Ora il giocattolo è scarico, speriamo rotto, la cassa continua è chiusa e a qualcuno, su in alto girano di molto le scatole, in quanto si è reso conto che gli italiani non sono così stupidi come si pensava, stanno rialzando la testa e quindi lo si deve impedire in ogni modo. L’unico modo che conoscono è lo spauracchio dei mercati, dello spread, cosa alla quale questo esecutivo pare non badare molto, in quanto sembra tirare diritto per la propria strada, l’unico modo che conoscono è fare la voce grossa, imporre, riempiendo i media di parte di false catastrofiche previsioni da propinare alla massa ovina belante contro il sole che tramonta o che sorge, quelli che vedono il razzismo ovunque, i fascisti in ogni dove, la catastrofe dietro l’angolo se non si fa ciò che l’Europa ci chiede. Credo sia ora che l’Europa rispetti l’Italia ed il popolo Italiano e la smetta di fare la matrigna designata non si sa da chi a bacchettare tutto e tutti, o peggio a distruggere Nazioni in nome di un’Europa dei Popoli che non si concretizzerà mai, in quanto è sempre prevalso l’interesse dei pochi. Il sermone vessatorio viene da personaggi quanto meno discutibili, rappresentanti di quella corrente europeista che ha preso ultimamente delle labbrate pesanti nelle consultazioni dei loro Paesi, perdendo mediamente il 20% rispetto alle precedenti elezioni. Il sor Moscovici vanta una clamorosa debacle quando era ministro dell’economia sotto la Tour Eiffel, ora pretendono da noi quello dove loro hanno fallito. Non esistono Sovranisti o Populisti, esiste solo la Democrazia, altrimenti credo che l’Italia e non solo possa fare a meno di restare in questo carrozzone sghimbescio e traballante.

Olinto Gherardi
© Riproduzione riservata
02/11/2018 20:03:18

Olinto Gherardi

Operaio – Scrittore - Apolitico – 21 anni nel Gruppo Sbandieratori di Sansepolcro dall’avvento del Dott. Piero Gennaioli - Scrittore di poesie - Due pubblicazioni nel 2013(Lo Sbandieratore di Emozioni) e 2015 (All’ombra della Torre) con lo pseudonimo di Uguccione de’ Fiaschi – Collabora alla mostra fotografica di Francesca & Angelo Petruzzi, ManiAnime del Borgo 2016 – Attenzione rivolta al territorio, al Borgo ed al suo patrimonio artistico; diretto e chiaro nell’esposizione del pensiero critico, ma costruttivo. Fotografo amatoriale per hobby-Calcio e Pallavolo gli sports seguiti in prevalenza. redazione@saturnonotizie.it


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Olinto Gherardi

Abbiate Misericordia >>>

Sotto il ponte di Baracca… >>>

All’Onta del Gazebo di Sansepolcro >>>

Balestrando Tornei >>>

Soros quel che Soros… >>>

Brains impeachement… >>>

Il mondo al contrario >>>

Sogni proibiti >>>

Non chiudete quella Porta >>>

Tu chiamale se vuoi…elezioni! >>>