Opinionisti Alessandro Ruzzi

Voci volteggiano su Arezzo: una sarebbe esplosiva

Cosa sta succedendo ad Arezzo Fiere?

Print Friendly and PDF

Arezzo fiere & congressi avrebbe chiuso il 2017 con una perdita monstre con-seguente abbattimento del capitale sociale per circa 2.600.000€: boom!!!!
Nell'attesa di esaminare il bilancio AFC ricordo come alcuni mesi fa proprio intorno a questo tema vi erano state drammatiche fibrillazioni, per indicazione di perdite assai minori.
Sottolineo come il 2017 sia il primo anno in cui l'accordo di partnership per le mostre orafe fra il colosso fieristico Vicenza-Rimini IEG ed ArezzoFiere (sancito a livello regionale toscano) abbia avuto esecuzione. Un affitto di ramo di azienda che dopo qualche iniziale e timida perplessità ha visto tutti i soci e le associazioni di categoria aderire e che prevede infine la confluenza a livello societario delle organizzazioni fieristiche. Accordo descritto come indispensabile alla sopravvivenza di AFC e che ha visto il presidente Boldi spendersi in ogni sede ad illustrarlo come panacea al perdurante disastro economico che ha contraddistinto la gestione del polo fieristico aretino, che ha padiglioni ipotecati con MPS.
Infatti non si vedranno più interventi provvidenziali di BancaEtruria, per noti motivi.
Le soluzioni devono venire da altrove. Con queste premesse, con gli squilli di tromba che hanno accompagnato ogni seguente manifestazione orafa ad Arezzo, trovarsi davanti ad un risultato economico così disastroso dovrebbe portare a conseguenze che vanno al di là di un avvicendamento ai vertici di AFC. Anche perché se si approva un tale bilancio sapendo già quali sono i conti dell'anno 2018 (ad ottobre, i giochi 2018 sono fatti), quali saranno le prospettive?
Significherebbe anche che le tariffe degli espositori al Golditaly che si è appena conclusa non hanno portato beneficio; espositori mi segnalano come la partecipazione, che qualche anno fa costava 300€, ora è lievitata a quasi 6.000€. 
Con il timore che il valore di AFC venga a ridursi ulteriormente in prospettiva della fusione societaria, vorrebbe dire che la nave pensava di entrare in porto, invece si è fracassata sugli scogli: si aprirebbe una enorme crisi di governance.
Inoltre dove sarebbero i soldi per ripartire, anche qualcuno avesse idee? Nelle nostre sgangherate istituzioni o dall'amico- concorrente IEG.....
Magari la lasciano arrugginire sugli scogli così le aziende aretine rimarrebbero orfane anche di OroArezzo e devono andare -cappello in mano- a Vicenza.
Dovremmo credere che gli stakeholders aretini si siano fatti gabbare una altra volta. Verosimile?
Basta pensare ai tranquillizzanti precedenti, come Marzotto con l'affare Lebole!
L'assunto derivi da gestione corrente o accumulo di perdite, comunque ravvicinate saranno le occasioni di parlare per l'importanza di AFC per l'economia locale, per i (nostri) denari lì spesi, per chi ci lavora, per i troppi creditori.
E sul mercato fieristico che manda segnali di estrema difficoltà, stante un mondo globalizzato. Un costo che deve essere sostenuto da corrispettivi in termini di qualità dei visitatori e affari, ma le lamentele post GoldItaly sono diffuse. Non vi è più automatismo fra partecipazione a fiere e vendite, le aziende devono sempre più valutare il rapporto costo/ beneficio: l'apprezzata ospitalità fieristica aretina non si tramuta in utili, e se non diviene soddisfazione delle parti coinvolte bisogna ripensare il tutto.

Alessandro Ruzzi
© Riproduzione riservata
03/11/2018 13:16:23

Alessandro Ruzzi

Aretino doc, ha conseguito tre lauree universitarie in ambito economico-aziendale, con esperienza in decine di Paesi del mondo. Consulente direzionale e perito del Tribunale, attento osservatore del territorio aretino, ha cessato l'attività per motivi di salute, dedicandosi alla scrittura e lavorando gratuitamente per alcune testate giornalistiche nelle vesti di opinionista. alessandroruzzi@saturnonotizie.it


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Alessandro Ruzzi

Voci volteggiano su Arezzo: una sarebbe esplosiva >>>

Il lavoro: benedetto, maledetto, vigliacco >>>

Al Borgo Piero ha lasciato un paio di gioiellini >>>

Quanto è difficile parlare dell'economia locale >>>

Quando la pubblicità fa cacare >>>

Tanta Italia sopra e sotto quel ponte >>>

Argomenti su cui non vorrei scrivere perché poi mi inviperisco e ci vado giù duro >>>

Memorie (forse di una nazione) >>>

Arezzo, Figline ed i licenziamenti Bekaert >>>

Arezzo, come va l'economia? >>>