Notizie Locali Cronaca

Arezzo, 28enne tunisino accoltellato l'altra notte: grave, ma non in pericolo di vita

L'episodio da ricollegare a un possibile regolamento di conti nel mondo della droga

Print Friendly and PDF

Un 28enne tunisino è stato accoltellato l’altra notte ad Arezzo e, gravemente ferito, è stato lasciato sanguinante davanti al pronto soccorso del San Donato, poi è stato trasferito a Siena e non è in pericolo di vita. Il fatto è da ricollegare a un possibile regolamento di conti legati al mondo della droga. Il giovane era già noto sia ai carabinieri che alla polizia di Arezzo, irregolare sul territorio italiano e già destinatario di provvedimenti di espulsione. A suo carico - fanno sapere dalla questura - sia reati contro il patrimonio che legati al traffico di stupefacenti. Ma su cosa sia esattamente accaduto nel corso della movimentata nottata, gli inquirenti non sono certi. Il dirigente della Squadra mobile di Arezzo Francesco Morselli sta indagando sull'accaduto. Ma la versione fornita dall'aggredito, non in pericolo di vita e già ascoltato dai poliziotti, non pare avere molto credito.

Redazione
© Riproduzione riservata
23/04/2019 22:00:28


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Arezzo, padre e figlia travolti da una vettura: grave la piccola di 7 anni >>>

Arezzo: interravano la droga sotto un albero per poi rivenderla >>>

Vicenda Banca Etruria: tolta la sanzione di Consob all'ex direttore Luca Bronchi >>>

Concorsopoli, Bocci adesso va in Cassazione: «Fatemi uscire» >>>

Sansepolcro, lupi sbranano un capriolo davanti alle abitazioni di Gragnano >>>

Cade dalla moto tra Stia e Londa: ferito un 66enne svizzero >>>

Bucine: altro colpo allo spaccio di droga >>>

Arezzo, operaio 50enne rimane incastrato in un compattatore dei rifiuti >>>

E' Luciano Camilli, figlio del presidente della Viterbese, l'aggressore di Giorgio La Cava >>>

Pieve Santo Stefano, 70enne con problema neurologico: soccorsa dal 118 >>>