Notizie Locali Eventi

"Arte di Governo e la Battaglia di Anghiari" la mostra è prorogata fino al 3 maggio

Sottoscritto anche l'accordo di valorizzazione tra i due Musei di Anghiari

Print Friendly and PDF

Si è svolta stamattina nella Sala del Consiglio del Comune di Anghiari una interessante conferenza stampa incentrata su importanti argomenti: il successo di presenze e di critica della mostra “Arte di Governo e la Battaglia di Anghiari”, la proroga stessa della prestigiosa esposizione inaugurata il 1 settembre 2019 al Museo della Battaglia e di Anghiari fino al 3 maggio 2020, la proroga in parallelo sempre fino al prossimo 3 di maggio della mostra “Gérard Edelinck ​e la Battaglia di Anghiari da Leonardo” che espone al Museo di Palazzo Taglieschi una delle più importanti opere riconducibili alla Battaglia di Anghiari di Leonardo da Vinci (La disputa per lo stendardo, incisione a bulino di Gérard Edelinck) e l’annuncio dell’importante “accordo di valorizzazione” di durata quinquennale che coinvolge Museo Statale di Palazzo Taglieschi e Museo della Battaglia e di Anghiari.

All’incontro sono intervenuti il sindaco di Anghiari Alessandro Polcri, la direttrice del Museo Statale di Palazzo Taglieschi Rossella Sileno, il direttore del Museo della Battaglia e di Anghiari Gabriele Mazzi ed il vicedirettore generale della Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo Maurizio Del Barba.

La mostra “Arte di Governo e la Battaglia di Anghiari” è il frutto di un percorso intrapreso già nel 2017, che è arrivato a compimento lo scorso anno in occasione del cinquecentenario dalla morte di Leonardo Da Vinci e che ha fatto registrare risultati straordinari, come per esempio un +112% di presenze nel mese di dicembre. Un successo confermato dal direttore del Museo Gabriele Mazzi. “Innanzitutto un doveroso ringraziamento a tutti i partner dell’iniziativa, in particolare ai prestatori delle opere in mostra: il Museo Horne di Firenze e Le Gallerie degli Uffizi. A queste ultime ed al direttore Eike Schmidt vanno il ringraziamento per aver concesso la proroga che permetterà a molte più persone di poter godere di un patrimonio straordinario, solitamente non visibile al pubblico, che in questo caso racconta, per immagini, la battaglia di Anghiari. Inoltre l’accordo di valorizzazione con il Museo di Palazzo Taglieschi, testo su cui io e la Dott.ssa Sileno abbiamo lavorato a lungo, è il modo migliore per accogliere la proroga della mostra."

L’altro argomento centrale nella conferenza stampa è stato appunto l’accordo di valorizzazione che coinvolge Museo della Battaglia e di Anghiari e Museo Statale di Palazzo Taglieschi, elemento che è stato sottolineato dal sindaco Alessandro Polcri. “La convenzione tra il Comune di Anghiari e il Polo Museale è senza dubbio innovativa, considerato che ce ne sono soltanto altre due in Toscana, e dimostra come Anghiari sia sempre più città, con una prospettiva di sviluppo culturale che va ben oltre i confini provinciali. Questo nuovo accordo consentirà anche un importante scambio di opere – sia pure temporaneo, in occasione di esposizioni tematiche – tra i due musei, favorendo quindi la valorizzazione e la promozione del patrimonio culturale con eventi promossi in collaborazione tra il Comune e i due Musei. Si tratta di una vera e proprio svolta che guarda al futuro, alla promozione e alla sinergia locale in funzione di una maggiore visibilità nazionale”.

L’importanza dell’accordo di valorizzazione è stata confermata anche da Rossella Sileno, direttrice del Museo Statale di Palazzo Taglieschi. “L’accordo di valorizzazione recentemente sottoscritto dal Polo Museale della Toscana e dal Comune di Anghiari prende le mosse dall’art. 112 comma 4 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, secondo il quale Lo Stato, le regioni e gli altri enti pubblici territoriali stipulano accordi per definire strategie ed obiettivi comuni di valorizzazione (…)”, con l’obiettivo di favorire sempre più una visione strategica comune alla quale faccia seguito un’azione programmatica sempre maggiormente condivisa, con un lavoro continuo di sviluppo delle relazioni con il territorio. Un percorso il più possibile condiviso per due musei che – posti l’uno di fronte all’altro, nel cuore del centro storico di Anghiari – sono naturalmente aperti al dialogo”.

Il successo della Mostra “Arte di Governo e la Battaglia di Anghiari” e l’accordo tra i due Musei sono stati accolti con soddisfazione dalla Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo, che nella conferenza stampa è stata rappresentata dal vicedirettore Maurizio Del Barba. “Noi siamo banca del territorio e da sempre cerchiamo di mettere in risalto le eccellenze che ne fanno parte dando il nostro contributo alle varie iniziative. Ci fa quindi molto piacere che la mostra sia stata prorogata fino al 3 maggio e che abbia fatto registrare ottimi numeri. Allo stesso modo nella valorizzazione del territorio è importante l’accordo di collaborazione tra i Musei di Anghiari, in una sinergia che porterà di certo ulteriore crescita”.

Redazione
© Riproduzione riservata
20/01/2020 18:22:24


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Eventi

Sansepolcro, Fiere di Mezzaquaresima: sarà un arrivederci al 2021 >>>

Pieve Santo Stefano, 3500 fedeli in diretta per la Santa Messa alla Madonna dei Lumi >>>

Un tappeto di ricordi che possa coprire tutto il corso di Sansepolcro >>>

Arezzo protagonista di un film-documentario dedicato a Mimmo Paladino >>>

“Pillole di cultura”: nasce l’appuntamento giornaliero con l’Ecomuseo del Casentino >>>

“M’illumino di meno 2020”, aderisce anche il Comune di Città di Castello >>>

Presentazione del libro “Post-Post” di Claudia Fofi >>>

Festa della Donna, tutte le iniziative a Sansepolcro >>>

Rinviata la "Cena della Solidarietà" organizzata dall'Accademia Enogastronomica della Valtiberina >>>

Teatro gremito a Sansepolcro per “Becco di rame” >>>