Notizie dal Mondo Cronaca

Tangenti in cambio di voti per assegnare i Mondiali di calcio, i nomi dei corrotti

Nel mirino un ex presidente della Fifa ed ex responsabili delle federazioni americane

Print Friendly and PDF

Tangenti, favori, regali, mazzette in cambio di un voto per l'assegnazione dei Mondiali di calcio. I sospetti di traffici illeciti nella scelta delle sedi per i Mondiali di Russia 2018 e Qatar 2022 rimbalzano da anni, ma adesso per la prima volta c'è anche un pronunciamento ufficiale di un organo di giustizia. Il procuratore generale del distretto Est di New York, Richard Donoghue, ha infatti formalizzato un atto di accusa verso alcune persone per aver intascato tangenti in cambio dei propri voti.

Nel mirino del magistrato è finito Jack Warner, ex vicepresidente della Fifa e presidente della Concacaf (che riunisce Nord-Centro America e Caraibi), che avrebbe intascato una cifra pari a oltre 4,5 milioni di euro per votare in favore della Russia come sede del 2018. Fra le prove ci sarebbe una email di un collaboratore vicino al presidente della Fifa di allora, Joseph Blatter, nella quale si parla dell'avvenuto pagamento della tangente. Sempre per Russia 2018 fra gli accusati c'è anche Rafael Salguero, presidente della Federazione del Guatemala ed ex membro  del Direttivo Fifa, che avrebbe ricevuto 1 milione di dollari.

Quanto alle manovre illecite per i Mondiali 2022, l'accusa ha coinvolto l'ex presidente della federazione brasiliana Ricardo Teixeira e l'ex presidente paraguaiano della Conmebol (Confederazione sudamericana) Nicolas Leoz, deceduto lo scorso agosto: entrambi avrebbero ricevuto denaro per appoggiare la candidatura del Qatar. Salirebbero così a 45 le persone fisiche e giuridiche, in particolare dell'apparato federale americano, accusate a vario titolo di corruzione nell'ambito dell'inchiesta Fifagate. E 30 di loro si sono già dichiarate colpevoli.

La procura di New York, nell'accusa trasmessa ieri alla Corte distrettuale degli Stati Uniti a Brooklyn, sostiene che Leoz, Teixeira e prima ancora Warner e Salguero hanno ricevuto milioni di dollari in tangenti. Il denaro "sporco" sarebbero stato versato da alcune società di comodo con sedi ad Anguilla, Cipro e Isole Vergini britanniche. Per Warner, in esilio a Trinidad & Tobago, gli Usa hanno richiesto l'estradizione: è anche accusato di aver venduto il proprio voto per l'assegnazione dei Mondiali di Sudafrica 2010 ed è  già stato condannato in contumacia nel 2019 al versamento di 79 milioni di dollari di risarcimento alla Concacaf.

Anche Rafael Salguero ha già subìto una pena, nel dicembre 2018, a tre anni reclusione: ne ha scontati solo una parte, ai domiciliari, dopo aver collaborato con la giustizia americana. Ricardo Teixeira invece è in Brasile e continua a negarsi alle autorità statunitensi. E' invece già deceduto lo scorso agosto Nicolas Leoz, dopo aver sempre evitato l'estradizione come Warner. 

Secondo William Sweeney Junior, vicedirettore responsabile dell'ufficio Fbi di New York, "la corruzione nel calcio internazionale è una pratica radicata e consueta da decenni. Gli imputati e i loro complici hanno inquinato gli affari del calcio internazionale con una lunga serie di tangenti e si sono adoperati in disegni criminali fraudolenti che hanno causato danni importanti al mondo del calcio".

Dalle prime accuse di cinque anni fa sono già state una trentina le ammissioni di colpevolezza. Fra i rei confessi, processati e già condannati ci sono Chuck Blazer (segretario generale americano di Concacaf), Juan Angel Napout (presidente paraguaiano del Conmebol) e José Maria Marin (presidente della Federazione brasiliana).

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha inoltre annunciato che Hernan Lopez e Carlos Martinez, ex dirigenti della 21st Century Fox (gruppo Murdoch, fra i principali network americani e mondiali), sono stati accusati di aver pagato alcuni funzionari Conmebol per ottenere informazioni sui diritti televisivi di alcuni grandi eventi calcistici. Fox nel 2011 ottenne i diritti tv in Usa per i Mondiali 2018 e 2022 e in seguito ha avuto dalla Fifa anche quelli del 2026.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
07/04/2020 13:40:05


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Betlemme, riaperta la Basilica della Natività >>>

Virus, America Latina: altri 1.600 morti >>>

Coronavirus, l’Oms sospende i test sull’uso dell’idrossiclorochina >>>

Addio a Jimmy Cobb, uno dei più grandi batteristi della storia del jazz >>>

Immuni: è già online parte del codice dell'app italiana per il contact tracing >>>

Israele: Netanyahu alla sbarra, prossima udienza il 19 luglio >>>

L’allarme sul clima: “Il 2020 l’anno più caldo di sempre, sarà un’estate torrida” >>>

La Cina: “Con gli Usa siamo a un passo da una nuova Guerra Fredda” >>>

Morto Alberto Alesina, l'economista che ha conquistato Harvard >>>

Covid-19: altri 1.127 morti negli Stati Uniti in 24 ore >>>