Sport Locale Automobilismo (Locale)

Tornano le auto moderne nell'edizione 2021 della cronoscalata dello Spino

Questa la precisa richiesta della Pro Spino Team, che non abbandona le storiche

Print Friendly and PDF

Dopo il successo organizzativo della 7ª Salita Motociclistica dello Spino di fine settembre, l’autunno appena iniziato non si configura come un periodo di riposo per la Pro-Spino Team; è infatti tempo di calendari sportivi per la stagione motoristica dell’anno che verrà. Ed è anche tempo di novità per la classica toscana: la 48ª edizione dello Spino tornerà ad essere una gara per auto moderne. Una scelta coraggiosa, giunta a seguito di richieste sempre più pressanti - da sponsor, istituzioni locali, operatori turistici e appassionati – e per la voglia di “moderne” dell'associazione stessa, al fine di ripristinare la tradizione della corsa, che è quella aver fatto e di fare nuovamente la storia delle competizioni in salita con l’evoluzione stessa dei modelli di auto attuali prestati alla velocità in salita. Questo ovviamente senza rinnegare l’affetto per il “circus” del Campionato Italiano Auto Storiche (Civsa) a cui la Pro-Spino Team si è dedicata dal 2016 col massimo dell'impegno e della professionalità, contribuendo ad arricchire questo campionato con un evento che ha riscosso sempre il massimo dell’apprezzamento da parte dei piloti, anche in virtù degli elevati standard di sicurezza che la collaudata squadra di addetti al percorso Pro-Spino Team ha continuato ad adottare. “La Pro-Spino Team - spiega il presidente Alessandro Pigolotti - si ribadisce pronta a mettere in atto una gara mista con validità cioè sia storica che moderna, come da anni chiediamo alla Commissione Autostoriche e come già concesso per altre gare tricolore, ma se anche per il 2021 ci dovessimo trovare di fonte ad un bivio, imboccheremo la strada delle auto moderne, coccolando i 55 conduttori delle vetture storiche, comunque ammesse in coda”. Non rimane quindi che attendere gli esiti della stesura definitiva dei calendari Aci Sport e, soprattutto, sperare che la situazione pandemica possa presentarsi, al momento della ripresa della stagione motoristica 2021, con uno scenario decisamente diverso da quello attuale, per scoprire come andrà la nuova avventura a 4 ruote della Cronoscalata dello Spino.

Ufficio Stampa Pro-Spino Team

Nella foto: Christian Merli, ultimo vincitore assoluto su Osella Fa 30 nell'ultima edizione dello Spino valevole per il Campionato Italiano di Velocità in Montagna, nel 2015

Redazione
© Riproduzione riservata
21/10/2020 19:13:54


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Automobilismo (Locale)

Coppa Italia Turismo: il toscano Gabriele Giorgi impegnato a Misano Adriatico >>>

Sport Prototipi: buon finale di stagione per Michele Fattorini a Imola >>>

Panini e Piergreffi su Ginetta rivincono la "Due Ore Storiche" a Magione >>>

Magione, torna domenica prossima all'autodromo la "Due ore storiche" >>>

Ecorally, ultima gara mondiale per Guido Guerrini e Francesca Olivoni >>>

L'eugubino Gianni Urbani su Osella vince la Individual Races Attack a Magione >>>

Ufficiale il ritorno di Tivm e auto moderne alla cronoscalata "Lo Spino" >>>

Non solo l'Individual Races nella domenica agonistica di Magione >>>

Tre piloti della Speed Motor alla Individual Races Attack di Magione >>>

Il Porsche Club GT ha incoronato i campioni 2020 al Mugello >>>