Rubrica Tecnologia

Smartphone: la classe media va in Paradiso

Ecco una selezione di quello che è possibile portarsi a casa con massimo 400 Euro

Print Friendly and PDF

Siamo nel pieno del Cyber Monday ed è difficile non farsi tentare da cambiare lo smartphone. Specialmente se non abbiamo grandi esigenze di prestazioni e non abbiamo certo bisogno della fotocamera di ultimissima generazione con funzioni che magari non utilizzeremo mai. Ecco quindi che il budget scende in maniera importante e arriviamo alla conclusione che possiamo essere ampiamente soddisfatti anche con un modello appena superiore ad un entry level, uno di medio livello in sostanza. Ecco quindi una nostra selezione di quello che è possibile portarsi a casa con massimo 400 Euro

One Plus Nord

Storicamente One Plus significa prestazioni superiori alla media e fortunatamente anche quest’ultimo One Plus Nord non fa eccezione, soprattutto considerando quanto costa. Il processore è uno Snapdrgon 765 Octa-Core da 2,4 Ghz, GPU Adreno 620 e ben 8 o 12 GB di RAM. Per quanto riguarda la memoria d’archiviazione è possibile averlo sia con 128 GB che con gli ovviamente più apprezzati 256 GB. Purtroppo come tutti gli One Plus anche sul Nord non è possibile espandere la memoria tramite MicroSD, ecco perché vi consigliamo caldamente la versione da 256GB. Tornando alla RAM, anche in questo caso difficile accontentarsi di “soli” 8 GB, perché anche se per uno smartphone di fascia media non sono pochi, con 12 GB è tutta un’altra musica, le applicazioni si aprono velocissime, i social sono reattivi e la galleria fotografica scorre con grande fluidità. Senza dubbio la differenza di prezzo vale la spesa secondo noi. Anche la fotocamera può dire la sua in termini di prestazioni, anche se in commercio su questa fascia ce ne sono di migliori. Ma a sul One Plus Nord avremo a disposizione quattro sensori, uno da 48 MP, uno da 5 MP dedicato alla modalità Ritratto, uno da 8 MP per il grandangolo e uno da 2 MP per le macro. Il sensore principale da 48 MP vanta oltre a una bona risoluzione (8000x4000) anche una buona stabilizzazione ottica, che non si trova facilmente su smartphone di questa fascia di prezzo. Le foto vengono fuori chiare e nitide anche con poca luce, l’HDR lavora bene e anche di notte avremo risultati molto soddisfacenti in termini fotografici. Ottimi anche i video che possono essere girati in 4K sia a 30 che a 60 fps, anche se essendo i 60 fps un po' “tirati” consigliamo di farli a 30. Per quanto riguarda il resto ultimo ma non sicuramene in termini di importanza il display, che è un AMOLED da 6,44” FullHD+ 24000 x 1080p con una frequenza di aggiornamento di 90 Hz, sul lato destro poi ritroviamo il già apprezzato switch per selezionare suoneria, vibrazione o silenzioso in un attimo. Buona l’autonomia che grazie alla batteria da 4.115 mAh vi farà arrivare ampiamente a fine giornata, in caso si utilizzo intenso potrete sempre sfruttare il caricatore da 30 W (incluso) che vi ricaricherà lo smartphone in pochissimo tempo. Il One Plus Nord sfrutta anche il 5 G ma niente jack audio da 3.5 per le cuffie. 

455.00€

Xiaomi Mi Note 10 Lite

Design curvo, display AMOLED da 6,47” da 2340 x 1080 pixel e delle colorazioni davvero accattivanti ed eleganti, con questo biglietto da visita lo Xiaomi Mi Note 10 Lite si presenta senz’altro bene, ma sotto la scocca c’è molto di più. Il suo punto di forza è indubbiamente la fotocamera, dato che con i suoi 64 MP è in grado di scattare foto con risoluzione 9328 x 6928 e registrare video in 4K da 3840 x 2160 pixel. L’HDR di bordo fa il suo lavoro ini maniera più che egregia, permettendoci foto belle anche in condizioni di poca luce, comprese quelle in notturna. Stesso discorso per la fotocamera frontale da 16 MP che permette selfie di livello e videochiamate nitide e di qualità. Sul comparto fotografico posteriore rispetto alla versione precedente 2019 sono stati aggiunti due sensori; uno da 5 MP per un effetto sfocato migliore e uno da 2 MP dedicato alle Macro, inoltre la fotocamera principale ha un grandangolo decisamente apprezzato. Unica pecca dal punto di vista di foto e video è che la fotocamera non è stabilizzata, per cui dovrete stare decisamente più attenti durante scatto e riprese, ma d’altra parte non si può avere tutto.  Del resto ricordiamoci che stiamo parlando di uno smartphone di fascia media. Tutto è gestito da una CPU Snapdragon 730G Cota Core da 2.2 Ghz affiancata da una GPU Adreno 618 che nei videogiochi si comporta in maniera più che sufficiente, i 6 GB di RAM lavorano bene mentre la memoria di archiviazione si può avere nei tagli da 64 o 128 GB. Purtroppo non è possibile espandere la memoria con MicroSD, peccato. Dal punto di vista dell’autonomia la batteria da 5.260 mAh vi permetterà di arrivare a sera senza il minimo problema, per cui visto che come già detto questo smartphone punta molto sul comparto fotografico e durante viaggi o gite fuori porta in mancanza di una macchina fotografica di livello vi affiderete a lui per le vostre foto, non avrete la paura di rimanere senza batteria a metà pomeriggio. Altrimenti con un utilizzo normale si può arrivare fino a 2 giorni.

309.90€

Samsung Galaxy A71

Evoluzione dell’apprezzatissimo A70, l’A71 ha qualche mese ormai sulle spalle ma è tutt’ora la scelta Samsung più indicata per quanto riguarda la fascia media. Rispetto al precedente modello è stato integrato il processore Snapdragon 730 Octa-Core da 2,2 Ghz, una più veloce GPU Adreno 618 e 6 GB di RAM che per questo segmento sono ormai uno standard. Come memoria interna ci sono a disposizione 128 GB espandibile tramite MicroSD del formato massimo di 512 GB, per cui spazio ne avremo a iosa. Nonostante la scocca sia realizzata interamente in plastica l’aspetto è davvero bello ed elegante, il display è un ampio Super AMOLED da 6,7” da 2400 x 1080p di risoluzione protetto da un indistruttibile Gorilla Glass 3. A livello fotografico anche in questo caso come gli altri smartphone di questo orticolo avremo a disposizione quattro sensori, uno principale da 64 MP, un grandagolare da 12 MP, uno da 5 MP dedicato all’effetto sfocato e uno da 5 MP per le macro. Frontalmente invece avremo una 32 MP da sfruttare per selfie e videochiamate. Come risultati fotografici nel complesso il Samsung A71 si comporta bene in tutto senza eccedere in niente, in sostanza è ben equilibrato. L’HDR è ben bilanciato e permette di ottenere ottimi risultati in qualsiasi condizione di luce, solo in situazioni estreme ci accorgeremo delle differenze tra l’A71 e un modello di fascia più alta come ad esempio S20, per il resto il risultato è più che soddisfacente per un fascia media. La novità sta nella registrazione video, con l’A71 infatti è possibile registrare in 4K con entrambe le fotocamere (senza stabilizzazione purtroppo), cosa non scontata, il discorso cambia in risoluzione Full HD dove la stabilizzazione c’è ed è anche ottima, ovviamente a discapito della qualità. Buono il discorso autonomia, la batteria da 4500 mAh difficilmente vi abbandonerà durante la giornata, e in caso di necessità il caricatore da 25 W permetterà una ricarica davvero rapida. In definitiva l’A71 non eccelle in nulla ma fa tutto bene in maniera più che equilibrata e la possibilità di espandere la memoria è davvero una marcia in più.

398.68€

Huawei P Smart 2021

Anche Huawei sfoggia colorazione brillanti e stilose per il suo recente P Smart, esponente della fascia media per la casa coreana. A differenza di molti della medesima fascia che utilizzano una CPU Snapdragon, sul Huawei P Smart troviamo una CPU Kirin 710A da 2 Ghz, una GPU Mali G51 MP4 e solamente 4 GB di RAM.  Come RAM a disposizione è leggermente inferiore alla media, per cui dovremo fare attenzione a non aprire troppe applicazioni contemporaneamente, mentre invece per quanto riguarda la memoria avremo 128 GB espandibili con MicroSD fino a 512 GB. Apprezzato il fatto di avere tre slot per le schede, due per le SIM e una per la MicroSD, così da non dover rinunciare a una SIM per mettere una MicroSD, cosa che spesso siamo costretti a fare. Bello e ampio lo schermo AMOLED FullHD+ 2400 x 1080p da 6,67”, sgargianti le colorazioni, scocca realizzata in policarbonato e corposo il comparto fotografico. Comparto che è molto migliorato rispetto al modello precedente, infatti troviamo quattro sensori, uno principale da 48 MP con 8000 x 6000 pixel di risoluzione, un grandagolare da 8 MP e due fotocamere da 2 MP dedicate a sfocatura (o effetto Bokeh) e macro. Frontalmente invece avremo una 32 MP per selfie e videochiamate. Come qualità fotografica per alcune cose non è il massimo, soprattutto in condizione di poca luce, per cui dovremo sempre considerare dove stiamo scattando e con che luce per ottenere buoni risultati, più che rispetto agli altri modelli presenti qui. Per fortuna in aiuto ci vengono gli otto algoritmi di intelligenza artificiale che Huawei ha integrato, altrimenti la gestione sarebbe diventata ben più problematica. Promossa la registrazione di video che avviene in qualità 4K a 30 fps, mentre bocciata la connettività solamente per poco perché manca purtroppo l’NFC.  Nessuna preoccupazione per quanto riguarda l’autonomia invece, la batteria da 5.000 mAh ci farà arrivare con molta tranquillità a fine giornata. In sostanza come avete letto il Huawei P Smart 2021 è quello che forse ne esce meno bene rispetto agli altri modelli di fascia media, ma c’è un fattore importante che nonostante abbiamo lasciato per ultimo non è affatto da sottovalutare, anzi: il prezzo. Infatti è lo smartphone di gran lunga più economico di quelli trattati qui, quindi se anche solo un centinaio di Euro per le vostre tasche fanno la differenza potrete portarvi a casa uno smartphone di fascia medio-bassa, superiore sì a un entry level ma inferiore sotto alcuni aspetti ad altri modelli. 4 GB di RAM sono davvero pochi, ma questo non vuol dire che con un minimo di attenzione non è possibile sfruttarlo per tutte le attività quotidiane.

189.90€

Oppo Reno4 Z 5G

La proposta di Oppo per la fascia media è il Reno 4Z 5G, che con il recente abbassamento di prezzo ci permette di portarci a casa un dispositivo 5G a un prezzo decisamente abbordabile. Bello il display da 6,57” 2400 x 1080p reso sicuro dal resistente Gorilla Glass 3, curato il design e adeguato l’hardware. Al suo interno troveremo infatti un processore MediaTek MT6873 da 2.0 Ghz, GPU Mali G57, 8 GB di RAM e 128 GB di memoria, espandibile grazie alle amate MicroSD. Onesto dal punto di vista fotografico con le ormai scontate quattro fotocamere, la principale da 48 MP, la grandangolare da 8 MP e le due aggiuntive da 2 MP per sfocatura e macro. La risoluzione fotografica è di 8000 x 6000 per cui all’altezza dei suoi competitor, mentre per quanto riguarda la registrazione video siamo dentro le aspettative, qualità 4K a 30 fps con tanto di stabilizzatore, per cui nessun problema di tremolii indesiderati durante la registrazione. La batteria è leggermente meno performante rispetto agli altri, infatti i soli 4000 mAh ci permetteranno sì di arrivare a fine giornata ma stando all’erta con l’utilizzo intensivo. Ovviamente come detto all’inizio la differenza la fa la connessione 5G, che vi permetterà di avere già da subito su uno smartphone di fascia media la connessione più veloce esistente.

Notizia e Foto tratte da Tiscali
© Riproduzione riservata
02/12/2020 06:03:43


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Tecnologia

WhatsApp, hai ricevuto questo codice? Ti stanno rubando l'account >>>

Facebook userà la AI per scrivere notizie >>>

Huawei annuncia l'apertura della prima fabbrica in Europa >>>

C'è ancora vita per i telefonini non intelligenti >>>

WhatsApp lancia il carrello per fare acquisti in chat: come funziona >>>

Il passaggio dalle reti di comunicazione in rame a quelle in fibra è vantaggioso per tutti >>>

Smartphone: la classe media va in Paradiso >>>

Google Foto, niente più spazio illimitato. E gli utenti protestano >>>

Arrivano su WhatsApp i messaggi che si autodistruggono: ecco come si attiva la nuova funzione >>>

Termometri e Termoscanner: perche' passare a quelli digitali >>>