Notizie Locali Comunicati

Un treno da non perdere per Città di Castello

Si aprono grandi scenari con i soldi europei, speriamo di non "perdere il treno" ancora una volta

Print Friendly and PDF

Considerato che la questione FCU è un esempio tutto italiano di infrastruttura che è andata avanti per decenni in condizione di arretratezza ai limiti di paese c.d. civile, poi oggetto di ristrutturazione, poi chiusa, poi rilanciata con interventi strutturali e altri di make-up, poi riaperta a singhiozzi, per singole tratte e in condizioni più pietose dello stato di arretratezza iniziale.

Preso atto di questo esempio di cattiva gestione, innanzitutto, la cui storia sarebbe avvincente da ricostruire, non fosse che ad oggi riteniamo ben più proficuo e interessante un altro scenario.

Certi che con l'iniezione di denaro pubblico che arriverà con il Next Generation EU e che interesserà progetti volti al rilancio economico in chiave green (decarbonizzazione, sostenibilità ambientale, lotta ai cambiamenti climatici…) si aprono grandi opportunità al settore della riqualificazione del trasporto pubblico che risulta strategicamente uno dei destinatari “naturali” della massiccia operazione di investimento comunitario.

Convinti che in questo scenario la ex Ferrovia Centrale Umbra è sicuramente una infrastruttura che, con un buon progetto, può attirare le ingenti somme per trasformarla in una ferrovia non solo veloce, confortevole ed efficiente, ma all’avanguardia.

In questo contesto, è importante che la politica faccia la sua parte e la faccia in una visione territoriale ampia. È stato realizzato uno studio di fattibilità per la tratta ferroviaria Sansepolcro – Arezzo (il famigerato “sfondamento a nord”) con già l'impegno di indirizzo da parte di tutti gli enti territoriali coinvolti.

Inoltre, la linea ex -FCU risulta essere tra le opere pubbliche oggetto di proposta da parte del Ministero dello Sviluppo economico nella tratta Sansepolcro- Sulmona con motrici alimentate a idrogeno verde.

Per tutti questi motivi, Il Consiglio Comunale di Città di Castello

Impegna il Sindaco e la Giunta

·         a promuovere tutte le iniziative necessarie per inserire la ex Ferrovia Centrale Umbra in un progetto di completamento di queste infrastrutture nascenti, essendo un’opportunità notevole da non perdere e considerando che in futuro forse molto prossimo, le motrici dei treni potrebbero essere alimentate a idrogeno, sia nella intera tratta da Arezzo a Sansepolcro (con collegamento all'Alta Velocità) che verso Sulmona passando per Città di Castello, Perugia, Terni, Rieti, L’Aquila.

·         A promuovere ogni iniziativa utile affinché identico impegno di sostegno all’iniziativa lo venga assunto da tutti i Consiglieri regionali dell'Umbria e ai Parlamentari eletti nei territori, al fine di, attraverso un fattivo impegno, poter raggiungere tale scopo strategico per uno sviluppo economico e sociale delle nostre comunità in nome della sostenibilità ambientale e di rilancio territoriale.

 

Partito Democratico (Mirko Pescari)

Partito Socialista (Vittorio Morani)

La Sinistra (Giovanni Procelli)

Redazione
© Riproduzione riservata
23/02/2021 12:45:16


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Lavori stradali ad Arezzo, come cambia la circolazione da lunedì >>>

Nuove fondazioni ad Arezzo? La Cisl invita Tanti ad un ampio confronto con la città >>>

4 marzo 2021, una nuova centenaria a Pieve Santo Stefano >>>

Studente del Campus DaVinci tra i 20 ragazzi umbri al CyberChallenge.IT 2021 >>>

Stop ai maltrattamenti sugli animali: i primi risultati del nucleo aretino >>>

La prima seduta dell’inchiesta pubblica su Podere Rota è stata una presa in giro >>>

"Preoccupazione per il progetto di Fondazione del Comune di Arezzo" >>>

Caro Sindaco il Pd di Umbertide ha chiesto spiegazioni sui lavori e costi della scuola Monini >>>

Delusione di Confesercenti: il governo Draghi in continuità con quello di Conte >>>

Sociale e scuola, il fallimento del vicesindaco Tanti >>>