Salute & Benessere Curiosità

Sindrome da rientro: come superarla e ritrovare il benessere

Uno dei problemi con il quale un italiano su due ogni anno si confronta

Print Friendly and PDF

La sindrome del rientro è uno dei problemi con il quale, un italiano su due, ogni anno si confronta al termine delle vacanze estive. Un disagio che, se sottovalutato, può portare a malesseri molto seri che richiedono l’intervento dello specialista.

L’estate volge quasi al termine e l’arrivo di settembre segnala il ritorno alla quotidianità. Finite le vacanze, il totale relax, le notti di divertimento e il risveglio senza la necessità di puntare la sveglia, ecco che, per buona parte delle persone, arriva il trauma emotivo. Non un momento di pigrizia ma un vero e proprio malessere, tanto da essere definito sindrome da rientro o post-vacation blues. Un problema che, secondo gli esperti, può risolversi con alcuni accorgimenti. Ma prima occorre riconoscerne i segnali.

I sintomi dello stress da rientro

Stanchezza eccessiva accompagnata da ansia, nervosismo, insonnia, difficoltà nella concentrazione e nella digestione, sono i primi campanelli d’allarme che manifestano le difficoltà nell’affrontare il rientro. Il cambio dello stile di vita, il ritorno agli orari che scandiscono le fasi della giornata, agli impegni di lavoro, alle responsabilità e la fine del totale relax, fanno si che il corpo reagisca lanciando i segnali prima detti. Si tratta di una risposta non solo fisica ma anche psicologica di tutto il nostro organismo. La sindrome da rientro ha la durata di qualche giorno, giusto la prima settimana del rientro. Ci sono alcuni piccoli ma importanti consigli da poter seguire per riprendere pian piano i ritmi e tornare al lavoro in forma.

Ristabilire i ritmi del sonno e mangiare bene

In vacanza, si sa, si va a letto tardi e ci si sveglia senza orari. Quando si rientra, uno degli errori che spesso si commette è quello di continuare ad andare a letto tardi e puntare la sveglia presto. Il giorno successivo la stanchezza la fa da padrone. Si aggiunge poi l’ansia di non essere in grado di affrontare la giornata e questo genera tensione e stress.

Ristabilire un equilibrato ritmo sonno-veglia è uno degli accorgimenti essenziali dai quali ripartire. Occorrerà organizzarsi per riuscire a dormire almeno otto ore. L’impatto con il lavoro ma anche con le altre attività che richiedono impegno, deve essere affrontato, laddove sia possibile, con gradualità evitando la full immersion.

Altro passo dal quale ripartire è la tavola, fissando degli orari per i pasti principali. Poi, occhio su alimenti e bevande. Come sempre, occorre idratarsi bevendo tanta acqua. Sarà necessario minimizzare al massimo il consumo di caffeina e di alcolici. Per quanto riguarda l’alimentazione, alternare il consumo di zuccheri semplici e grassi, darà maggiore equilibrio alla mente.

Fare attività fisica

Mente e corpo sono collegati ed è il loro equilibrio che ci consente di raggiungere un certo benessere. Proprio per questo motivo, per un ritorno alla routine meno traumatico possibile, è assolutamente consigliato dedicarsi allo sport. Andare in palestra, riprendere il running o dedicarsi ad una camminata a passo veloce almeno 30 minuti al giorno, fanno bene al corpo e allo spirito: si bruciano i grassi in eccesso cumulati con i peccati di gola fatti durante le vacanze e si tonificano i muscoli. La mente, pure, ringrazia: scarica lo stress favorendo il buon umore e un miglior riposo. Se da soli ci si annoia e il rischio è quello di lasciar perdere ogni buona intenzione, allora è meglio allearsi con un amico. Ci si stimola a vicenda e l’appuntamento diventa motivo per stare in compagnia.

Non rinunciare allo svago

Tornare dalle vacanze non vuol dire trincerarsi dietro le mura domestiche e uscire solo per andare a lavoro o fare la spesa. I momenti di svago e relax per se stessi non devono mai mancare. Proprio per questo motivo ritagliarsi degli spazi personali sarà di grande aiuto.

Ad esempio vedere qualche amico per una chiacchierata davanti ad una tisana, fare una passeggiata al parco, andare dal parrucchiere, concedersi un bagno con le candele. Se le condizioni meteo lo consentono e vi sono le disponibilità economiche, programmare un weekend fuori porta darà un maggior stimolo ad affrontare la settimana perché avrà l’effetto di creare l’aspettativa del relax come “premio”.

Notizia e foto tratte da Il Giornale
© Riproduzione riservata
06/09/2021 06:27:58


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Curiosità

Alterazioni del ciclo mestruale, i rimedi naturali per trattarle >>>

Nuovo studio rivela esattamente quanto devi camminare per ridurre il rischio di malattie cardiache >>>

Sindrome da rientro: come superarla e ritrovare il benessere >>>

Gli Usa approvano la "droga dello stupro": ecco a cosa servirà >>>

Stress e vita sedentaria, i consigli su come riequilibrare il benessere psicofisico >>>

Ginseng, la radice che contrasta la stanchezza psico-fisica >>>

Sudorazione eccessiva, cause e rimedi naturali per combatterla >>>

Davvero l'olio di CBD può contrastare il diabete? >>>

Apnee notturne: 20% dei bambini italiani russa ogni notte >>>

Menopausa, sintomi e rimedi naturali per viverla serenamente >>>