Notizie Locali Eventi

Anghiari, presentato il Festival dell'Autobiografia

Il tema: Un paese vuol dire non essere soli. Borghi e comunità in racconto nella valle della memoria

Print Friendly and PDF

Si è svolta stamattina nella Sala del Consiglio Comunale la conferenza stampa di presentazione del Festival dell’Autobiografia 2022 in programma ad Anghiari (provincia di Arezzo) da venerdì 30 settembre a domenica 2 ottobre ed organizzato dalla Libera Università dell’Autobiografia con il patrocinio del Comune di Anghiari, il sostegno dell’Associazione Pro-Anghiari e il contributo degli sponsor. All’incontro sono intervenuti il sindaco di Anghiari Alessandro Polcri, le assessore Ilaria Lorenzini e Alberica Barbolani, la presidente della Libera Università dell’Autobiografia Stefania Bolletti, il direttore generale della Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo Fabio Pecorari e l’amministratore di Busatti Livio Sassolini (entrambi sponsor di questa edizione assieme al Centro Commerciale Naturale Vie di Anghiari).

In conferenza è stato illustrato il programma del Festival che in questo 2022 affronterà il tema “Un paese vuol dire non essere soli. Borghi e comunità in racconto nella valle della memoria”. Quasi tutti gli incontri si svolgeranno all’interno del Teatro di Anghiari, compresa l’apertura ufficiale prevista venerdì 30 settembre alle 15:00, alla presenza del sindaco di Anghiari Alessandro Polcri, della presidente della Libera Università dell’Autobiografia Stefania Bolletti e del professor Duccio Demetrio, fondatore assieme a Saverio Tutino della LUA e direttore del Centro Nazionale Ricerche e Studi autobiografici “Athe Gracci”.

Tanti gli appuntamenti del Festival dell’Autobiografia 2022 che vedrà tra l’altro la collaborazione con altre risorse culturali della “valle della memoria” (Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano, Teatro di Anghiari, Museo della Battaglia e di Anghiari, Progetto Valtiberina - Festival dei cammini di Francesco). Ospite d’onore del Festival Franco Arminio, il “paesologo” più famoso d’Italia, in scena nella seconda giornata con la sua vasta e infaticabile testimonianza di cultore e di difensore dei luoghi cosiddetti minori. A lui, per il suo impegno culturale e civile rivolto a restituire voce, visibilità e vita ai paesi, verrà consegnato il premio del Centro Nazionale Ricerche e Studi autobiografici “Athe Gracci”, mentre il premio Città dell’Autobiografia 2022 andrà al direttore della rivista Borghi Magazine, Claudio Bacilieri, membro della commissione della fondazione “I borghi più belli d’Italia”, da molti anni autore e divulgatore di innumerevoli racconti dedicati alle località note e meno note del nostro Paese. Novità assoluta del Festival 2022 sarà la mostra delle opere di Duccio Demetrio, in versione “pittore per diletto”, intitolata “Le mie colline”. Venerdì 30, alle ore 18:00 il fondatore della LUA presenterà i suoi lavori presso lo showroom Busatti. Le tele esposte saranno quindi poste in vendita e il ricavato sarà destinato ai progetti della LUA.

Momento molto atteso sarà domenica 2 ottobre quando sul palco del Teatro di Anghiari saranno premiati i primi tre classificati di ciascuna delle quattro sezioni del Concorso Letterario Nazionale “L’albero delle ciliegie. Una storia tira l’altra”: racconti dei luoghi, racconti di storie memorabili

di tempi lontani, racconti tratti da laboratori di scrittura autobiografica e scritture già pubblicate o in corso di pubblicazione.

Tra gli illustri ospiti anche la filosofa Francesca Nodari, l'inventore dell'architettura minima Franco Ermentini, il curatore dell'Enciclopedia sociologica dei Luoghi Giampaolo Nuvolati e gli operatori culturali che si occupano di narrazione di comunità in Italia e all'estero. Tanti i momenti all’interno del Festival 2022 che permetteranno di dare spazio e voce a quell’istinto di narrare che ci unisce ai luoghi del cuore e di cui la scrittura è mezzo fondamentale, di incontro e di tutela della memoria. In un programma intenso che promuoverà il senso di appartenenza e l’idea di comunità, attraverso il racconto. Perché borghi e paesi si raccontano mentre si fanno raccontare!

LE DICHIARAZIONI:

Le dichiarazioni Stefania Bolletti (presidente Libera Università dell’Autobiografia). “Innanzitutto voglio ringraziare ancora una volta il Comune di Anghiari, la Banca di Anghiari e Stia, gli sponsor, le associazioni che collaborano al Festival e tutte le persone della LUA perché senza la loro passione e il loro impegno non sarebbe possibile organizzare un evento così importante e ricco di appuntamenti. Il tema scelto per questa edizione mette al centro i luoghi e ci permetterà di conoscere tante storie, anche grazie al Concorso Nazionale L’Albero delle Ciliegie che ha visto una grande partecipazione e che domenica 2 ottobre vivrà il momento delle premiazioni. Potremo contare su ospiti importanti che porteranno il loro contributo raccontandoci le rispettive esperienze, come per esempio Franco Arminio e Claudio Bacilieri che riceveranno rispettivamente il riconoscimento del Centro Nazionale Ricerche e Studi autobiografici “Athe Gracci” e il premio Città dell’Autobiografia 2022”. Alessandro Polcri (sindaco di Anghiari). “Il Festival dell’Autobiografia è come sempre uno degli eventi più prestigiosi dell’anno e grazie all’enorme lavoro portato avanti dalla Libera Università dell’Autobiografia porterà anche in questa edizione tantissima gente ad Anghiari. Sarà un weekend intenso in cui avremo la possibilità di conoscere molte interessanti storie e di approfondire grazie ad illustri ospiti l’importante tema dei luoghi di appartenenza e della memoria legata alle nostre radici. Grazie di cuore alla LUA per tutto il lavoro che porta avanti e per realizzare ogni anno un evento di così grande prestigio”.

Fabio Pecorari (direttore generale Banca di Anghiari e Stia). “Condividiamo i valori portati avanti dalla Libera Università dell’Autobiografia e come ogni anno sosteniamo con grande convinzione il Festival dell’Autobiografia. La conservazione della memoria, la valorizzazione delle persone e dei luoghi di appartenenza rappresentano valori da promuovere e sono elementi che da sempre anche la nostra banca porta avanti. Sarà una bellissima edizione che darà ancora più lustro al territorio ed al borgo di Anghiari in particolare”.

Livio Sassolini (amministratore Busatti). “Siamo come sempre molto felici di sostenere il Festival dell’Autobiografia e in questa edizione sarà per noi un grande onore ospitare le opere del professor Duccio Demetrio. Vi aspettiamo venerdì 30 settembre alle ore 18:00 alla presentazione della mostra presso il nostro showroom e soprattutto invitiamo a seguire gli eventi di un Festival che si annuncia molto interessante”.

Redazione
© Riproduzione riservata
22/09/2022 16:51:16


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Eventi

Renicci 1942-2022, 80 anni dopo: gli appuntamenti di Anghiari >>>

Defibrillation Day, seconda edizione di successo a Sansepolcro >>>

Dopo tre anni torna la rassegna corale a Sansepolcro >>>

La provincia di Arezzo promuove il programma di grandi eventi dell’Associazione Cultura Nazionale >>>

Prorogata la mostra Raffello Schiaminossi incisore al Museo Civico di Sansepolcro >>>

Quale futuro per la razza Chianina? Se ne parla questo pomeriggio a Sestino >>>

Da venerdì a domenica ad Anghiari il Festival dell'Autobiografia 2022 >>>

Mercato Internazionale, il grande ritorno ad Arezzo con 190 operatori stranieri >>>

Castiglion Fiorentino: a ottobre in esposizione i quadri del cantautore Edoardo Bennato >>>

Anghiari, presentato il Festival dell'Autobiografia >>>