Notizie Locali Attualità

Sansepolcro, rigenerazione urbana con i fondi del Pnrr: ecco la nuova piazza

Ma sono diverse le aree d'intervento previste: finanziamento di 5 milioni di euro

Print Friendly and PDF

Sala consiliare di Palazzo delle Laudi gremita di pubblico per l’iniziativa voluta dall’amministrazione comunale con la presentazione alla cittadinanza del Piano di Rigenerazione Urbana che interesserà il centro storico del Borgo. Un piano supportato dal cospicuo finanziamento di 5 milioni di euro dei Fondi Pnrr ottenuto dal Comune di Sansepolcro e che prevede due direttrici su cui dispiegare gli interventi. La prima relativa al rifacimento della vasta area di contorno della cinta muraria, da via Vittorio Veneto alla zona dove sorge la ex stazione ferroviaria, da Porta del Ponte sino al Campaccio. La seconda che interessa piazza Berta, piazza Santa Marta e piazza Dotti, e relative arterie di collegamento. Dopo l’introduzione da parte del sindaco Fabrizio Innocenti, l’esposizione dei connotati del progetto fatta dall’assessore Riccardo Marzi con impiego di rendering illustrativi delle realizzazioni individuate. “Abbiamo colto l’occasione di questo finanziamento” ha spiegato l’assessore Marzi “per studiare un profondo intervento di restauro su aree cittadine che presentano condizioni di degrado ormai incancrenite da anni. Ma anche per ridisegnare, in maniera innovativa pur nel rispetto della tradizione, il cuore del Borgo. Con l’obiettivo di renderlo più bello, più godibile e destinato a cambiare il volto della città. Inserendo azioni mirate alla piantumazione di nuove alberature, piste pedonali e destinate al transito in bicicletta, sedute mobili. E con l’uso di materiali in grado di ottenere effetti cromatici propri di molte realtà toscane e ancorati comunque alla tradizione rinascimentale”. Al termine dell’illustrazione del progetto, gli interventi da parte del pubblico, con richieste di precisazioni alle quali ha risposto con dovizia di particolari lo staff dell’ufficio tecnico comunale presente al completo in sala, con in testa l’ingegner Paolo Quieti. “Questo fondamentale intervento” ha concluso il sindaco Innocenti “è parte integrante del vasto obiettivo che stiamo perseguendo di ridare luce e dignità al centro storico del Borgo. Che prevede anche il tentativo di acquisizione di Palazzo delle Laudi per evitare di pagare ogni anno cifre salate per il suo affitto, la nuova veste da dare all’ex magazzino tabacchi e altre iniziative in essere che possano davvero concorrere, dopo anni di immobilismo, ad offrire ai cittadini e ai visitatori una Sansepolcro più affascinante e fruibile”.

Redazione
© Riproduzione riservata
26/05/2023 12:45:34


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Attualità

La Gioconda, gli esperti litigano sul paesaggio: non è Ponte Buriano ad Arezzo >>>

Anche Caprese Michelangelo vuole la presenza programmata del pediatra >>>

I 100 anni di Giuliana Pecchi a Villa Fiorita >>>

Vinti 117mila euro al Superenalotto in una ricevitoria di Gubbio >>>

Sicurezza ad Arezzo, Ghinelli: "A breve saranno attivate altre 93 telecamere" >>>

Montedoglio, scatta la stagione irrigua e saracinesche aperte per tutta l'estate >>>

Varato il nuovo impalcato del cavalcavia in E45 a Promano: la riapertura a luglio >>>

Gregorio Boriosi di Città di Castello inserito fra le 7 migliori carbonare al mondo >>>

E’ vivo l’ideale di libertà per il quale si è battuto Venanzio Gabriotti >>>

Lavori alle scale mobili di Arezzo >>>