Notizie Locali Notizie Varie

Il centro storico di Città di Castello più verde e colorato con oltre 300 piante di geranio lillà

Successo di adesioni per il progetto pilota del Comune tifernate

Print Friendly and PDF

Con oltre 300 piante di geranio lillà il centro storico sarà più verde e colorato, ma anche più curato, grazie a chi ci abita e ci lavora. Decoro urbano e inclusione sociale vanno a braccetto nel progetto pilota con cui il Comune ha proposto ai cittadini un patto di collaborazione per migliorare l’aspetto dei luoghi più ricchi di storia e arte della città, al quale hanno risposto circa 50 famiglie e attività commerciali delle tre vie selezionate, esaurendo completamento il budget a disposizione: via San Florido, nel quartiere Prato, via della Mattonata, nell’omonimo rione, e via Dei Vitelli, a San Giacomo. Con l’aiuto delle rispettive Società rionali, che hanno condiviso e sostenuto gli obiettivi dell’amministrazione comunale raccogliendo le prenotazioni dei residenti e degli operatori commerciali interessati, il materiale messo a disposizione gratuitamente da parte dell’ente (oltre ai gerani, circa 150 cassette e vasi in plastica, più il terriccio e l’ammendante per la coltivazione) è già stato consegnato ai cittadini che ne hanno fatto richiesta. Davanti ai portoni, su balconi, finestre e vetrine già sono comparse tante macchie color lillà, che danno l’idea di attraversare una vera e propria città dei fiori. Nei prossimi giorni verrà completata la distribuzione dei kit per l’abbellimento delle facciate, che gli interessati sono invitati a ritirare quanto prima presso l’azienda Mariottini Garden in considerazione dell’avvicinarsi della stagione estiva. “Con questo progetto tutti i cittadini sono uguali di fronte a un unico obiettivo, prendersi cura della propria città rendendola più bella, come gesto di responsabilità nei confronti dei beni comuni che tutti siamo chiamati ad amare e custodire perché fanno parte dell’identità tifernate”, hanno affermato stamattina il sindaco Luca Secondi e l’assessore alle Politiche Sociali Benedetta Calagreti nella conferenza stampa in cui hanno riunito tutti i protagonisti del progetto per ringraziarli del contributo che hanno dato alla buona riuscita dell’iniziativa. “Siamo molto contenti della risposta arrivata da residenti e operatori commerciali, che hanno condiviso con noi le finalità di un’esperienza nella quale spirito civico e integrazione sociale si uniscono, contribuendo a rafforzare il senso di appartenenza alla nostra comunità che deriva dalla partecipazione e dalla condivisione di una finalità collettiva”, hanno evidenziato Secondi e Calagreti, che con la responsabile comunale delle aree verdi Vilma Conti, coordinatrice dell’iniziativa, hanno preannunciato l’intenzione si ampliare il progetto, “facendo leva sull’effetto domino che ci aspettiamo scaturisca dal piacere di vedere una città più bella e curata”. Sindaco e assessore hanno precisato che l’iniziativa è stata avviata recependo le indicazioni del progetto “MiRiUSo – Microeconomie di rigenerazione urbana e socio-culturale”, sviluppato dalla società Sintagmi Impresa Sociale per conto del Comune con l’obiettivo di favorire una rigenerazione sociale del centro storico attraverso il recupero e la valorizzazione con finalità inclusive dei luoghi dismessi, poco frequentati o utilizzati, secondo una visione di comunità, dove le idee vengono dalle persone che vivono la città e gli strumenti per attuarli dall’istituzione pubblica. “Questa è una delle micro-azioni individuate dal team di sociologi e architetti che ha partecipato al progetto per rivitalizzare i luoghi pubblici e innescare vari effetti-domino che possano portare le persone ad amare e prendersi cura della propria città, a partire dalla porta di casa, dalla facciata e dal tratto di strada antistante, ma anche dalla vetrina del proprio negozio”, ha spiegato Paola Conti a nome di Sintagmi. “Si tratta di un’iniziativa che ha un altissimo tasso di inclusività – ha puntualizzato Conti – perché unisce nello stesso intento sociale giovani e anziani, autoctoni e stranieri”. A dirsi particolarmente soddisfatti della risposta dei residenti e degli operatori commerciali dei rispettivi quartieri sono stati il presidente della Società rionale Prato Domenico Duchi, il segretario della Società rionale Mattonata Paolo Alunni e il consigliere Sergio Radicchi, che hanno sottolineato la spontanea adesione a “un’iniziativa importante per valorizzare il centro storico e promuovere la cura dei luoghi pubblici”, segnalando come “siano già diversi i cittadini ad aver mostrato interesse a essere coinvolti nell’estensione del progetto che si propone il Comune”. Gianluca Gentiletti, in rappresentanza di Mariottini Garden che si è aggiudicata l’affidamento della fornitura delle piante, dei vasi e sottovasi e del concime necessario, ha richiamato l’attenzione sul fatto che “bello significhi anche pulito, curato, rispettoso, un insieme di concetti che contribuiscono a migliorare l’aspetto dei luoghi pubblici, stimolando nelle persone il piacere di prendersene cura”. “L’effetto emulazione è già scattato – ha fatto presente Gentiletti – perché sono diversi coloro che avendo visto il vicino allestire portoni, finestre e terrazzi si sono fatti avanti per chiedere di poter aderire al progetto”. I cittadini che hanno prenotato piante, contenitori e fertilizzante possono ancora prelevare quanto richiesto presso Mariottini Garden, in viale Emilia 2 (075.8558318).

Redazione
© Riproduzione riservata
07/06/2023 17:30:08


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Notizie Varie

Squadra mobile di Arezzo: il commissario Davide Comito è il nuovo dirigente >>>

San Giustino, a Selci l'intitolazione del Largo Don Giovanni Andreani >>>

Scoperte due nuove specie di conchiglie dal museo di scienze naturali Malakos di Città di Castello >>>

Parrocchia San Donato in Trestina, inaugurazione dell’oratorio parrocchiale ristrutturato >>>

Muore e lascia tutto in eredità alla Asp "Muzi Betti" di Città di Castello >>>

Nuovi servizi igienici per l'auditorium di Santa Chiara a Sansepolcro >>>

La Lira di Bibbiena arriva in Senato >>>

Simona Ferrini è la nuova presidente di Confesercenti Valdarno >>>

80° anniversario della fucilazione di Venanzio Gabriotti: le iniziative a Città di Castello >>>

A "Scuola di Soccorso" con la Misericordia di Arezzo: coinvolti tanti bambini >>>