Sport Locale Calcio (Locale)

Sansepolcro: il 17 giugno torna la stracittadina fra Porta Romana e Porta Fiorentina

Il ricavato delle offerte devoluto alle popolazioni dell'Emilia Romagna

Print Friendly and PDF

Il 17 giugno torna a Sansepolcro la stracittadina calcistica fra Porta Romana e Porta Fiorentina che, ripristinata nel 2019 e poi nel 2022 a causa dei due anni di pandemia, ha oramai trovato una collocazione fissa nel calendario annuale: quella del terzo sabato di giugno allo stadio comunale Buitoni, con inizio alle 21. Il patron storico della sfida, Fabio Chimenti e i suoi collaboratori stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli organizzativi in vista di un appuntamento che è tornato a essere sentito in città (come si evince dai preparativi su entrambi i versanti) e che anche quest’anno avrà una finalità: il ricavato delle libere offerte che verranno depositate nella cassetta posizionata all’ingresso dell’impianto sportivo biturgense andrà infatti a beneficio delle popolazioni dell’Emilia Romagna colpite dall’alluvione dello scorso mese di maggio. Quella di sabato 17 sarà la 21esima edizione di sempre: il bilancio vede in vantaggio Porta Romana con 11 affermazioni (l’ultima dodici mesi fa ai calci di rigore), rispetto alle 9 di Porta Fiorentina, il cui ultimo successo – considerando anche la lunga pausa – risale al 1987. Fra le novità di quest’anno, la conduzione tecnica della squadra giallorossa: Chimenti aveva riconfermato Davide Mezzanotti che però, a causa di impegni professionali, è stato costretto in questa circostanza a rinunciare e allora è Simone Loddi a ricoprire la duplice veste di dirigente responsabile e di allenatore. Confermato anche il duo di Porta Fiorentina, con Stefano Vannini dirigente responsabile e Paolo Valori tecnico della compagine viola. Relativamente alla gara, vige il regolamento originale del 1935, che però è stato attualizzato ai tempi di oggi in base a causali di ordine logico, che 88 anni fa non potevano essere previste. Ricordiamo che al termine dei 90 minuti di gioco, se il risultato fosse di parità, verranno disputati due tempi supplementari di 15 minuti ciascuno e, in caso di ulteriore parità, il verdetto sarà affidato ai calci di rigore. Subito dopo l’epilogo del match, verrà consegnato al centro del campo l’ambito Palio storico assieme al trofeo dell’edizione 2023 per la squadra vincitrice, offerto anche quest’anno dal quotidiano online Saturno Notizie. Nei prossimi giorni verranno comunicati i nominativi della terna arbitrale e le due liste dei convocati, con preliminare controllo delle posizioni dei singoli giocatori e della causale che consente loro di poter disputare la stracittadina. Perché Porta Romana-Porta Fiorentina è da sempre una partita diversa dalle altre.

Nella foto: il patron storico della stracttadina, Fabio Chimenti, assieme al Palio del 1935

Redazione
© Riproduzione riservata
08/06/2023 09:42:07


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Calcio (Locale)

Al via lunedì dallo stadio 'Casini' la preparazione estiva del Trestina >>>

Silvano Fiorucci nuovo Responsabile Tecnico della Scuola Calcio della Junior Tiferno >>>

Fabio Foglia ha scelto di smettere e di restare ad Arezzo >>>

Prima squadra: ecco lo staff tecnico del Sansepolcro per la stagione 2024/202 >>>

Junior Castello Calcio, rinnovato Consiglio direttivo >>>

Alla soglia di 84 anni in campo per la classica sfida di calcio fra scapoli e ammogliati a Piosina >>>

Nuovo colpo del Trestina: preso il centrocampista Ettore Arduini >>>

Sansepolcro, torna a vestire la casacca bianconera Giuseppe Carbonaro >>>

Va Sansepolcro, in porta c'è il classe 1998 Brian Vassallo >>>

Il difensore Dario Del Fabro acquistato dall'Arezzo >>>