Notizie Nazionali Politica

Salvini rilancia il condono edilizio: le case interessate e cosa sarà possibile sanare

Una serie di misure che mirano a regolarizzare le piccole difformità

Print Friendly and PDF

Il ministero delle Infrastrutture e Trasporti sta preparando un pacchetto di norme per intervenire sulla casa, così come chiesto e auspicato anche dalle amministrazioni territoriali, dalle associazioni e dagli enti del settore edilizio. Lo fa sapere il dicastero in una nota, spiegando che si tratta di una serie di misure che mirano a regolarizzare le piccole difformità o le irregolarità strutturali che interessano, secondo uno studio del Consiglio nazionale degli ingegneri, quasi l'80% del patrimonio immobiliare italiano

LE DIFFORMITA’ SANABILI
In particolare, si precisa nella nota che saranno sanabili le difformità di natura formale, legate alle incertezze interpretative della disciplina vigente; difformità edilizie “interne”, riguardanti singole unità immobiliari, a cui i proprietari hanno apportato lievi modifiche (tramezzi, soppalchi, etc.); difformità che potevano essere sanate all’epoca di realizzazione dell’intervento, ma non sanabili oggi a causa della disciplina della “doppia conforme” che non consente di conseguire il permesso o la segnalazione in sanatoria per moltissimi interventi, risalenti nel tempo. E ancora per permettere i cambi di destinazione d’uso degli immobili tra categorie omogenee.

LE RAGIONI DELL’INTERVENTO
La ratio dell’intervento – ha spiegato il ministero - è tutelare i piccoli proprietari immobiliari che in molti casi attendono da decenni la regolarizzazione delle loro posizioni e che non riescono, spesso, a ristrutturare o vendere la propria casa. Allo stesso tempo deflazionare il lavoro degli uffici tecnici comunali, spesso sommersi dalle richieste di sanatorie. Alla luce della semplificazione e dell’efficienza amministrativa si è previsto anche di intervenire sulle procedure amministrative per garantire ai cittadini risposte certe in tempi certi.

SALVINI HA MANTENUTO LA PROMESSA
Sul condono edilizio in arrivo c'è chiaramente la firma del ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini che ne aveva parlato a inizio anno con alcune banche e associazioni dell’edilizia romane. A metà marzo era tornato sull'argomento parlando della necessità di arrivare a una "pace edilizia". Secondo i critici questa mossa del leader leghista non è però nient'altro che un tentativo di rilanciare la sua fortuna politica in vista delle prossime elezioni europee. Salvini appare sempre più in difficoltà e un risultato deludente (sotto il 7%) potrebbe mettere in pericolo la sua leadership. Non c'è dubbio che il condono edilizio sia un buon jolly da giocare perché interessa milioni di italiani. 

Notizia tratta da tiscali.it
© Riproduzione riservata
04/04/2024 19:15:42


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Politica

Redditometro, Meloni sospende il decreto: "Nessun grande fratello". Lega-FI: ora superarlo >>>

Mattarella alla Sapienza interviene su Gaza: "Denunciare ogni violazione dei diritti umani" >>>

Don Patriciello dopo le parole di De Luca: "A repentaglio la mia vita, sei fuori luogo" >>>

Il Superbonus spacca la maggioranza: polemica tra Tajani e Giorgetti >>>

Mattarella: "La Costituzione riguarda tutti. Ha generato la nostra Repubblica democratica" >>>

Il conto corrente speciale dei parlamentari che fa impallidire il rendimento del Btp Valore >>>

Superbonus, Giorgetti: "Come nel Vajont, la valanga era già partita" >>>

Bonus 100 euro e sgravi per chi assume: il Cdm approva le misure sul lavoro >>>

"Aiuto". A Santoro mancano le firme per presentarsi alle Europee >>>

L'annuncio di Meloni: "Il Papa alla sessione G7 sull'AI". Francesco "in presenza" >>>