Sport Nazionale Automobilismo (Nazionale)

La Formula 1 dice addio alle “ombrelline”

Dalla prossima stagione niente ragazze al via

Print Friendly and PDF

A partire dalla prossima stagione scompariranno le “ombrelline”, le ragazze sulla griglia di partenza prima dei Gran Premi.  

La decisione - comunicata oggi dall’organizzazione del circus automobilistico - avrà effetto immediato in tutte le altre serie del motorsport gestite dalla stessa società. Sean Bratches, direttore operativo delle operazioni commerciali di Liberty Media, ha spiegato di voler «sintonizzare questo sport con la nostra visione».  

«Durante l’ultimo anno abbiamo osservato diverse aree che avevano bisogno di essere aggiornate - le parole di Bratches - Se le ragazze in griglia sono state impiegate per decenni come punto basilare dei Gran Premi, crediamo che questa abitudine non sia più in risonanza con i nostri valori, in chiaro contrasto con le norme della società d’oggi. Non crediamo sia una pratica appropriata o rilevante per la F1 e i suoi tifosi».

La Stampa
© Riproduzione riservata
31/01/2018 19:10:50


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Automobilismo (Nazionale)

Ferrari in rosso: dal 2008 spesi 540 milioni di euro di ingaggi per i piloti e zero titoli >>>

Formula1, dalla Ferrari proposta di rinnovo a Vettel >>>

Ferrari blinda Leclerc, contratto fino al 2024: contratto da 9 milioni a stagione >>>

Il campione di rally Paolo Andreucci gravemente ferito: trasferimento con l’elicottero in ospedale >>>

F1, Montecarlo in rosso: Vettel cerca il bis >>>

La Formula 1 dice addio alle “ombrelline” >>>

Ferrari, Marchionne apre alla Formula E: "In qualche modo parteciperemo" >>>

Nuova sfida per Zanardi: la 24 Ore di Daytona 2019 su Bmw >>>

F1 2018: la decisione della Pirelli per i primi tre GP del mondiale di Formula 1 >>>