Saperi e Sapori Consigli & Segreti

Caldarroste, come mangiarle e perché

La regina delle tavole autunnali...

Print Friendly and PDF

Buone, versatili, benefiche, economiche: le qualità delle castagne sono sotto gli occhi di tutti. E’ l’ingrediente principale dei menu autunnali, nonché grande protagonista nelle sagre, fiere e feste, sparse per tutto il territorio nazionale. Chi sa resistere, infatti, al gusto delle caldarroste?

La castagna contiene 200 calorie ogni 100 gr e 370 se il prodotto è secco. E’ costituita per metà da acqua e contiene vitamine C, B1, B2, PP, pochi grassi, molte fibre, che servono a riequilibrare la flora batterica intestinale. Importante la presenza del potassio, che rinforza muscoli e ghiandole, possiede qualità antinfiammatorie ed è utile in caso di febbre e dolori reumatici. Ma contiene anche fosforo, per la formazione delle cellule nervose e per la riparazione dei tessuti, il sodio per la digestione dei cibi, il ferro per la circolazione sanguigna e lo zolfo per le ossa.

Dalle caldarroste alla vellutata, cco cinque modi semplicissimi per cucinare le castagne Innanzitutto, ovviamente, arrosto. Fate un taglio di circa 3 cm e mettetele in una ciotola con dell’acqua per due ore. Scolatele, asciugatele e mettetele nell’apposita padella forata. Cuocete a fiamma moderata per mezz’ora. Avendo cura di girarle spesso.

Due idee per un gustoso aperitivo. Lessate le castagne per circa 40 minuti. Scolatele e raffreddatele. Poi pelatele e avvolgetevi una (o mezza, dipende dalla larghezza) fetta di prosciutto crudo. Un’alternativa? Lessate le castagne e poi pulitele. Fruttatele con il latte fino a ottenere un gustosa crema. Distribuitela su dei crackers salati, assieme a un piccolo quadrato di scamorza affumicata. Mettetele sul fuoco su una padella, così che la provola si sciolga un po’.

Un ottimo piatto unico super benefico e completo? Una vellutata di funghi e castagne. Fate saltare i funghi con un filo di olio. A parte lessare e pulire le castagne. Preparate a parte un po’ di brodo di verdure, con i soliti ingredienti. Unire il tutto con un frullatore di immersione. Aggiungetevi dei crostini di pane.

E per un dessert? Lessate le castagne e fate sciogliere a bagnomaria, a parte, del cioccolato. Frullate non troppo finemente le castagne, ben scolate, con il cioccolato. Servite nei bicchierini, tipo finger food.

La Stampa
© Riproduzione riservata
06/10/2018 14:07:29


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Consigli & Segreti

L’acqua deve essere degustata come il vino >>>

Come conservare gli alimenti che mangiamo >>>

L'aglio è sempre più sulla cresta dell'onda, anche in cucina >>>

Cosa c'è nel piatto: sempre più cibo irregolare, ecco i prodotti a maggiore rischio >>>

Le cinque regole da rispettare a tavola nel 2019 >>>

I tartufi rischiano di scomparire? >>>

Salsa alle clementine, gli agrumi in cucina >>>

Zuccheri 'alternativi' di moda ma non sempre sani >>>

Come mangiare un uovo senza perderne l’apporto nutrizionale >>>

Le mandorle sono una frutta secca miracolosa >>>