Notizie Locali Eventi

A Natale un grande regalo per gli amanti dell'arte al Museo della Battaglia di Anghiari

Coupon natalizi per l’ingresso alla mostra di due persone, in omaggio il catalogo

Print Friendly and PDF

“Arte di Governo e la Battaglia di Anghiari” è la più importante mostra dedicata alla Battaglia di Anghiari di Leonardo del 2019 ed offre un’opportunità straordinaria per queste festività. Ne parliamo, in questa breve intervista, con Gabriele Mazzi, direttore del Museo della Battaglia e di Anghiari.

Coupon natalizi per l’ingresso alla mostra di due persone permetteranno di avere in omaggio il catalogo. Una promozione che sembra molto allettante. Come mai questa decisione?

“Le mostre si realizzano per facilitare l’avvicinamento del pubblico verso nuovi argomenti, aggiungendo informazioni e riflessioni su ciò che le persone hanno visto, letto, ascoltato. Non è mai sbagliato favorire l’accesso ai musei con modalità fuori dall’ordinario, quando si tratta di piena valorizzazione della missione per cui l’istituzione museale è stata creata”.

Ci sarà comunque un limite alla promozione?

“Si, alcuni limiti, abbiamo anche delle spese (ride n.d.r.), ma la promozione durerà fino al termine della mostra, il 12 gennaio 2020, quindi i coupon saranno disponibili per tutto il periodo natalizio, Epifania compresa. L’unica limitazione? Il numero. Solo ottanta disponibili, che immagino termineranno in fretta.
L’iniziativa poi si può combinare con una delle aperture straordinarie gratuite del Museo di Palazzo Taglieschi ad Anghiari, per utilizzare subito il regalo il 26 dicembre e per raddoppiare una straordinaria esperienza”.

Ci saranno anche eventi, fra i quali alcune conferenze, il 28 dicembre e l’11 gennaio, oltre ad un paio di pomeriggi speciali. Si annuncia un periodo davvero intenso.

“Ha ragione, un paio di speciali appuntamenti: il 1 gennaio e il 4 gennaio. Riguardo il primo giorno dell’anno non solo il museo effettuerà il consueto orario, ma il pomeriggio sarò a disposizione del pubblico per accompagnare le persone in mostra, fino alla chiusura. Sabato 4 invece un appuntamento con l’amico Fabrizio Lepri, che ci farà vedere e sentire live alcuni degli strumenti antichi rappresentati nelle splendide miniature tardo quattrocentesche del Birago ora in mostra. Le conferenze saranno in due momenti distinti: il 28 dicembre un appuntamento a cura di Michelangelo Modica farà osservare attentamente alcune opere di Leonardo, mentre l’11 gennaio è in programma l’evento scientifico di chiusura della mostra, con la partecipazione di illustri studiosi. Di questo però ne parleremo più avanti”.

Dopo questa anticipazione siamo ancora più curiosi di sapere quali saranno gli argomenti trattati nella conferenza dell’11 gennaio?

“Un tema molto caro ad Anghiari, per eventi storici e tradizione borghese del Quattrocento… ma non sarà la battaglia”.

Ci ha lasciato così, sospesi. Non resta che aspettare.

Redazione
© Riproduzione riservata
06/12/2019 17:27:16


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Eventi

"Arezzo non molla e riparte": pedonalizzazione di alcune aree del centro storico >>>

L’Umbria Film Festival non si ferma: confermato l'evento di Montone >>>

A giugno torna la Fiera Antiquaria di Arezzo: passa l’opzione “Prato” >>>

Festival dei Cammini di Francesco, eventi online e non solo in differenti luoghi della Valtiberina >>>

Oroarezzo tornerà nel 2021 >>>

Più sapore e gusto nelle domeniche del Borgo di Montone: Torna il “Mercato dei sapori” >>>

Umbertide, Giornata Nazionale della Legalità: lenzuolo bianco fuori dal municipio >>>

Un viaggio nel tempo alla ricerca del miglior ristorante di cucina medievale di Arezzo >>>

Il Museo dei Mezzi di Comunicazione di Arezzo pronto alla ripartenza >>>

Il “Tappeto dei Ricordi” sta riscuotendo un grande successo: il Covid-19 sotto il tappeto >>>