Notizie dal Mondo Cronaca

Arrestato al Cairo un attivista egiziano studente al master di Bologna

Si tratta di Patrick George Zaki, fermato all’aeroporto della capitale

Print Friendly and PDF

L'attivista egiziano Patrick George Zaki, studente al master Gemma dell'Università di Bologna, è stato arrestato dalle autorità egiziane. Lo ha reso noto in un tweet il portavoce di Amnesty Italia, Riccardo Noury. «Le autorità giudiziarie egiziane hanno confermato l'arresto dell'attivista, studente del Master Gemma di Bologna. Scomparso per alcune ore all'arrivo al Cairo, si trova ora agli arresti nella città natale di al Mansoura», ha scritto Noury.

Patrick George Zaki, iscritto al master Gemma dell'ateneo italiano, fermato dalla sicurezza del Cairo al suo rientro nel Paese. La denuncia delle ong: «E' stato picchiato, sottoposto a scosse elettriche, minacciato e interrogato su varie questioni legate al suo lavoro e al suo attivismo». Il presidente della commissione Regeni: «Il governo italiano ne chieda il rilascio».

Secondo quanto ricostruito da altri attivisti egiziani, Zaki, che è stato manager della campagna presidenziale di Khaled Ali, uno degli oppositori del presidente Abdel Fattah al-Sisi, è stato fermato all'aeroporto del Cairo, appena atterrato. Dopo lunghe ore di interrogatorio è stato condotto davanti a un giudice sabato mattina nella sua città natale di Al Mansoura. Secondo le autorità, l'arresto è avvenuto in esecuzione di mandato di cattura emesso nel 2019. 

Da parte dell'Università di Bologna c'è la «massima attenzione», al momento l'Ateneo sta raccogliendo le informazioni del caso. Lo studente, secondo quanto si apprende, «non si trovava là per un incarico dell'Università, in quel caso - si spiega - l'avremmo saputo immediatamente, visto che monitoriamo i nostri studenti all'estero». 

Amnesty Bologna ha diffuso sulla piattaforma Change.org una petizione che chiede il rilascio dello studente sottolineando: «Le forze di sicurezza dello Stato egiziano sono lo stesso gruppo coinvolto nell'assassinio del ricercatore italiano Giulio Regeni al Cairo nel 2016». Patrick George è uno studente egiziano «fermato dalla polizia per la sua attività politica, per alcune ore non si sono avute sue notizie e adesso è in stato di fermo ad al-Mansoura».

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
09/02/2020 07:00:05


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Giordania, turista piacentino di 32 anni muore a Petra colpito da un masso >>>

Battaglia di Idlib: uccisi due soldati turchi, 50 militari siriani “neutralizzati” >>>

Coronavirus, morti due passeggeri della nave Diamond >>>

Morto l'informatico Larry Tesler, inventore del "copia e incolla" >>>

Strage ad Hanau, in Germania: 11 morti, trovato senza vita il presunto killer >>>

La Cina espelle 3 giornalisti del Wall Street Journal per un titolo >>>

Coronavirus, un italiano contagiato a bordo della Diamond Princess >>>

Turchia, le nuove purghe di Erdogan contro la rete di Gulen: 766 arresti >>>

Coronavirus, muore il primario dell’ospedale di Wuhan >>>

Portogallo, cori razzisti contro Marega >>>