Notizie Locali Comunicati

Grazie ai volontari che hanno contribuito alla distribuzione delle mascherine in Toscana

Pd Sansepolcro: grande sensibilità da parte della nostra regione

Print Friendly and PDF

La Regione Toscana si è dimostrata sensibile ai problemi delle persone e delle famiglie che hanno difficoltà nel reperire le mascherine di protezione. Con un ingente sforzo ha acquistato, in tempi da record, 10.000.000 di questi dispositivi per tutti i cittadini toscani. Altre 10.000.000 di mascherine sono state ordinate dalla Regione e arriveranno presto. In questi giorni si sta ultimando la distribuzione in tutti i Comuni toscani con l’aiuto di tanti volontari. Vogliamo ringraziare tutte le amministrazioni comunali e il volontariato, risorsa viva per il territorio, che non fa mai mancare il proprio sostegno e i tanti che si sono prestati per portare le mascherine di casa in casa. Un bellissimo gesto che illumina questa Pasqua di speranza.

Redazione
© Riproduzione riservata
10/04/2020 09:38:45


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

"Fase 2" a Città di Castello: chiusura delle attività alle 23.30 fino al 31 maggio >>>

No a ulteriori balzelli sulla carne: approvata la mozione in consiglio regionale a Firenze >>>

Positivi a domicilio, sono tutti guariti a Sansepolcro >>>

Giuseppe Fanfani: «Il suo nome nelle chat sull’inchiesta Csm compromette profilo di garanzia» >>>

Coronavirus a Città di Castello: “un nuovo guarito. Partono i test sierologici" >>>

Finiamola!!! >>>

Arezzo, la "fase 2" comincia con quasi 2 milioni di euro >>>

Città di Castello, Bacchetta su movida: "Chiusura alle 23.30 fino al 7 giugno" >>>

Monte San Savino taglia le tariffe dei servizi di trasporto e mensa >>>

“Umbria bella e sicura”: la Regione Umbria si dimentica di far inserire l’Alta Valle del Tevere >>>