Notizie Locali Comunicati

Emergenza Covid-19 a Sansepolcro, il bilancio delle liste consiliari di maggioranza

La nota firmata da Democratici per Cambiare, il Nostro Borgo e Insieme Possiamo

Print Friendly and PDF

Sarà una Pasqua come non avremmo mai voluto, ma proprio adesso che dobbiamo stare lontani si deve rafforzare il nostro senso di comunità. La cittadinanza sta dimostrando un grande amore per il Borgo à e solidarietà per chi è in difficoltà. Il senso della Pasqua, della Rinascita, sta tutto qui.

“Quest’anno dovremo fare a meno di ritrovarci insieme, festeggiare e partecipare ai riti religiosi, ma il motivo è troppo importante: la nostra salute, quella dei nostri figli e dei nostri amici - continua la nota – Da parte nostra, vorremmo fare gli auguri a tutti i cittadini di Sansepolcro. Per loro vorremmo sempre il meglio, come ogni amministratore che faccia il suo lavoro con dedizione, onestà ed etica. "

In questo periodo così difficile, ringraziamo la nostra amministrazione, rendendole il merito di aver affrontato al meglio l'emergenza più importante degli ultimi decenni. Il Sindaco, l'Assessore alla Sanità e tutta la Giunta, assieme al supporto dell'ASL, dei dipendenti comunali, e del volontariato, hanno messo in atto tutte le misure necessarie a livello sanitario, sociale, economico e di sicurezza, in alcuni casi anticipando i tempi e garantendo dunque maggiori sicurezze e garanzie al cittadino.

Siamo ancora nel mezzo della crisi, ma già pensiamo al post, portando avanti diverse azioni a sostegno delle famiglie e delle aziende, con un occhio particolare per le categorie fragili.

Le azioni intraprese nell’ultimo mese e mezzo sono numerose: i pacchi spesa per le famiglie che settimanalmente vengono consegnati; la convenzione con la Banca di Anghiari e Stia per il credito agevolato alle imprese; la consegna delle mascherine a 6000 famiglie in poco più di un giorno; la manifestazione di interesse per le attività locali che vogliano essere tra i fornitori dei beni compresi nel pacco spesa; la rimodulazione di alcune scadenze di natura tributaria; la consegna a domicilio di farmaci e beni alimentari per chi si trova in difficoltà a muoversi.

In merito ai pacchi alimentari riteniamo che tale scelta garantisca maggiore privacy e ottimizzi al meglio le risorse rispetto ai buoni spesa. Nei pacchi ci saranno anche prodotti di esercizi commerciali di vicinato, che hanno svolto un ruolo essenziale in queste settimane. Crediamo invece che con un buono spesa i cittadini si sarebbero rivolti prevalentemente alla grande distribuzione che non ai piccoli alimentari.

“Tutto questo, oltre alla massima disponibilità, h 24, ad ascoltare e rispondere ai cittadini, è stato possibile grazie al supporto del tessuto sociale e del volontariato che da sempre caratterizza il Borgo – concludono i gruppi consiliari – Una mobilitazione incredibile, una disponibilità impagabile, che ci rende fieri di amministrare questo territorio”.

In occasione della Pasqua rinnoviamo il nostro impegno, con la speranza che questa situazione di emergenza finisca prima possibile per tornare liberi di vivere e di ripartire”.

Redazione
© Riproduzione riservata
10/04/2020 14:53:12


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

"Fase 2" a Città di Castello: chiusura delle attività alle 23.30 fino al 31 maggio >>>

No a ulteriori balzelli sulla carne: approvata la mozione in consiglio regionale a Firenze >>>

Positivi a domicilio, sono tutti guariti a Sansepolcro >>>

Giuseppe Fanfani: «Il suo nome nelle chat sull’inchiesta Csm compromette profilo di garanzia» >>>

Coronavirus a Città di Castello: “un nuovo guarito. Partono i test sierologici" >>>

Finiamola!!! >>>

Arezzo, la "fase 2" comincia con quasi 2 milioni di euro >>>

Città di Castello, Bacchetta su movida: "Chiusura alle 23.30 fino al 7 giugno" >>>

Monte San Savino taglia le tariffe dei servizi di trasporto e mensa >>>

“Umbria bella e sicura”: la Regione Umbria si dimentica di far inserire l’Alta Valle del Tevere >>>