Notizie Locali Cronaca

Anghiari, abbatte otto metri di recinzione e poi scappa: caccia al camion pirata

L'episodio si è verificato nei giorni scorsi nella frazione di San Leo, nei pressi del semaforo

Print Friendly and PDF

Sbatte contro il perimetro esterno di un’abitazione, non si ferma bensì scappa facendo perdere le proprio tracce. Si cerca un mezzo pesante che lunedì pomeriggio ha divelto quasi 8 metri di recinzione lungo la Senese Aretina nell’abitato di San Leo, ad Anghiari. Un impatto violento, mentre era in corso un temporale. La villetta, ubicata proprio a ridosso dell’impianto semaforico sul lato destro per chi è diretto verso Arezzo, non è abitata in questo momento bensì in vendita; ciò significa che non ci sono i proprietari, i quali sono stati avvertiti dai vicini di casa. Solo un forte boato hanno udito, ma che di primo acchito pensavano fosse da attribuire al temporale; giusto il tempo di affacciarsi alla finestra e veder passare un mezzo pesante. Niente di più. I proprietari dell’abitazione sono giunti immediatamente sul posto, avvertendo anche i carabinieri della Stazione di Anghiari i quali sono giunti in loco per i vari rilievi fotografici e accertamenti. Pezzi della recinzione, costituita da pannelli e colonne in cemento, è finita anche al centro della carreggiata creando pericolo pure per la circolazione degli altri mezzi. L’area è stata ben presto messa in sicurezza, delimitata con del nastro a bande bianco e rosse, mentre i detriti rimossi. A terra si notano bene i segni di uno pneumatico importante a livello di dimensioni, il quale confermerebbe in pratica essere un mezzo pesante l’autore del danno. I carabinieri della Stazione anghiarese hanno già sentito i titolari di alcune attività presenti in zona, seppure non sarebbe emerso nulla di rilevante; oltretutto l’area in questione è priva di telecamere che, in questo caso, potevano essere determinati, anche se sembra che una persona sia riuscita a prendere la targa del mezzo. La frenata lasciata a terra evidenzia come possa esserci stata una distrazione o la forte velocità all’origine dell’incidente, seppure è inconcepibile il motivo per il quale non abbia arrestato la corsa. Forse il mezzo o l’autista non erano in regola? Sta di fatto che è stato agganciato il primo colonnino in cemento che funge quasi da confine, poi ne ha portati via altri due insieme a tutta la recinzione costituita da lastre dello stesso materiale. Tradotto in pratica è un danno che, secondo una prima stima, ammonta sicuramente a qualche migliaia di euro. A questo punto sono gli stessi proprietari a lanciare un appello, invitando l’autore oppure alcune persone che hanno assistito alla scena – la strada è sempre molto trafficata, poiché collegamento tra la Valtiberina e Arezzo – di recarsi dalle forze dell’ordine. La speranza è quella di poter arrivare ad una conclusione, cercando di individuare l’autore dell’episodio. Quello di San Leo di Anghiari è un incrocio molto pericolo, dove periodicamente si verificano incidente che in passato hanno avuto anche conseguenze mortali. La fortuna, poi, è stata che in quel momento non vi erano pedoni ai lati.

Redazione
© Riproduzione riservata
07/08/2020 16:28:52


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Donna positiva al Covid morta all'ospedale di Perugia >>>

Si sgancia il rimorchio del trattore: grave un 64enne di Cortona >>>

Neonato e fratellino nel burrone col l’auto dei genitori che parte da sola >>>

Coronavirus: in Toscana 119 nuovi casi, 1 decesso e 56 guarigioni >>>

La Boeing sapeva i difetti del 737 Max, ma li ha nascosti per avere la certificazione >>>

Insegnante colta da malore in aula, trasferita a Siena con il Pegaso >>>

Il 17 settembre di 500 anni fa l'elevazione di Sansepolcro a città con la titolarità della diocesi >>>

Verghereto: è morto don Giovanni Ramoc, parroco di Alfero-Riofreddo >>>

Perugia: donna positiva al Covid dà alla luce una bimba >>>

Foiano della Chiana, scontro fra due vetture: quattro le persone ferite >>>