Notizie dal Mondo Cronaca

Usa, l’uragano Sally semina terrore sulle coste Sud orientali: 400 mila persone sfollate

E’ di classificazione 2: c’è anche un disperso

Print Friendly and PDF

Strade e case allagate e centinaia di migliaia di persone rimaste al buio, forse anche una persona morta: lo Stato dell'Alabama e la Florida nord-occidentale sono stati spazzati via dalle piogge torrenziali della tempesta Sally, che adesso rischiano di provocare inondazioni "catastrofiche". Una persona manca all'appello nella città di Orange Beach in Alabama, anche se il sindaco Tony Kennon ha detto di non avere informazioni in tal senso.

Ma il black-out è stato molto esteso: secondo il sito poweroutage.com, nei due Stati oltre mezzo milione di case sono rimaste senza elettricità. Sally si è indebolita dopo aver toccato terra, ma la tempesta continua a sferzare le coste: è atterrata come un uragano di categoria 2 alle 04:05 ora locale di ieri mattina, a Gulf Shores, una piccola cittadina dell'Alabama, con venti massimi sostenuti di circa 170 km / ora. Da allora e' stata declassata a tempesta tropicale. E si e' praticamente fermata al largo delle coste dell'Alabama e della Florida nord-occidentale, continuando a scaricare piogge violentissime. A Pensacola è caduto «in quattro ore l'equivalente di quattro mesi di pioggia» ha riferito alla Cnn Ginny Cranor, capo dei vigili del fuoco di Pensacola. La città della Florida è stata una di quelle più colpite, una chiatta ha anche danneggiato un ponte.

E adesso le piogge continuano: secondo il National Hurricane Center (NHC), alcune aree potrebbero ricevere fino a 88 cm di pioggia. I venti portati da Sally si sono infatti calmati, soffiano a una velocità massima di 55 km orari; ma la depressione si sta muovendo lentamente (a circa 15 km orari), il che significa che scaricherà a lungo la pioggia sulle stesse aree e questo fara' crescere il livello dell'acqua. E il rischio, ha avvertito l'ultimo bollettino del centro uragani, è che provocherà «alluvioni catastrofiche e storiche».

L'uragano Sally aveva toccato terra ieri mattina vicino a Gulf Shores in Alabama portando venti fino a 165 km/h oltre a forti rovesci e mareggiate. E quasi 400mila case e aziende sono rimaste senza elettricità, a causa dei venti e delle piogge che si abbattono sulle linee della corrente causando allagamenti nelle abitazioni e nelle strade, stando al sito Poweroutage.us. I primi accenni degli effetti della tempesta si erano visti martedì sera, con circa 75 mila abitazioni, tra gli Stati dell’Alabama e la Florida rimasti senza corrente, con inizi di allagamento in diverse contee dei due Stati. La governatrice dell'Alabama, Kay Ivey, che già lunedì sera aveva annunciato lo stato di emergenza, ha affermato che «ci troviamo di fronte a un'alluvione record, che forse supera i livelli storici. Vi è un rischio maggiore per la perdita di beni e di vite umane. Vi esorto nel modo più forte possibile a lasciare le vostre case, se le condizioni lo permettono».

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
18/09/2020 05:22:45


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Morto a 90 anni Sean Connery, il suo nome era “James Bond” >>>

Berlino apre l’aeroporto Willy Brandt, dopo 8 anni di ritardo >>>

Terremoto tra Grecia e Turchia di magnitudo 7, mini tsunami a Smirne >>>

Francia sotto attacco: strage nella cattedrale di Nizza, 3 morti >>>

Macron: “Da venerdì lockdown in tutta la Francia” >>>

Coronavirus, Von der Leyen: “Da aprile fino a 50 milioni di dosi” >>>

Covid, la Francia verso la chiusura: stasera il discorso di Macron >>>

Pakistan, bomba contro una scuola coranica: morti almeno 8 studenti, oltre 100 i feriti >>>

La Nasa: “L’acqua sulla Luna c’è ed è più accessibile del previsto” >>>

Coronavirus, il vaccino di Oxford genera risposta immunitaria negli anziani >>>