Notizie Locali Economia

Forte calo del 20,3% per l'industria aretina a causa del Covid-19

Le stime Irpet relative ai primi 9 mesi del 2020: per recuperare bisognerà attendere il 2027

Print Friendly and PDF

L'industria aretina ha accusato il più forte calo dal dopoguerra a oggi a causa del Covid-19: -20,3%, nel periodo gennaio-settembre, quello che va dalla normalità esistente finio all'inizio del lockdown al mese di settembre, che sembra segnare un minimo di ripresa. Questa la stima dell'Irpet: una recessione del genere non era avvenuta nemmeno dopo la grande crisi del 2008. La media regionale è del 17% e solo la provincia di Prato, con il 23%, sta peggio di quella di Arezzo: è la conferma che i settori manifatturieri - orafo e moda - sono quelli che hanno subito la botta peggiore. Per tornare ai livelli pre-Covid - questa la stima - occorrerà attendere il 2027. 

 

la nazione arezzo
© Riproduzione riservata
21/11/2020 06:49:44


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

Il biturgense Ferrer Vannetti nominato tesoriere nazionale di Confartigianato >>>

In Toscana posticipati al 30 gennaio i saldi di fine stagione invernale >>>

Ora basta, risolvere subito problema di lupi e predatori >>>

Il ristorante "Il Falconiere" di Cortona é l'unica struttura stellata della provincia di Arezzo >>>

Oltre 100 stelle di Natale ai reparti Covid dell’Ospedale San Donato di Arezzo >>>

Covid19: Sì ai contributi per tutte le imprese che hanno subito gravi perdite di fatturato >>>

Superbonus senza costi e burocrazia: ci pensa Estra >>>

Sciopero fiscale, “stop a versamenti Irpef, Ires e Irap del 30 novembre” >>>

Guardia Medica soppressa dopo mezzanotte, cambiare subito la decisione >>>

Accordo tra Monnalisa e Chiara Ferragni per la linea bimbo >>>