Notizie Locali Comunicati

Covid-19 a Città di Castello, Luca Secondi: “Serve accelerare nella vaccinazione”

“I dati di ieri parlano di 12 nuovi positivi e di cinque guariti: deceduti tre concittadini”

Print Friendly and PDF

“I dati che ci ha trasmesso l’Usl Umbria 1 parlano di 12 nuovi positivi al Covid-19 nella giornata di ieri e di cinque guariti, ma purtroppo abbiamo anche notizia di tre concittadini deceduti, tutti uomini”. E’ quanto rende noto il vice sindaco Luca Secondi, nell’esprimere alle famiglie dei tifernati scomparsi la vicinanza e la più sentite condoglianze da parte dell’amministrazione comunale. “La scomparsa dei nostri concittadini dovuta al Covid-19 è l’aspetto più triste della pandemia e ci ricorda che la pericolosità del Coronavirus è sempre molto elevata, invitandoci a tenere alta l’attenzione e ad adottare comportamenti improntati al massimo senso di responsabilità”, sottolinea il vice sindaco. “La comunità scientifica ci indica la via della vaccinazione come soluzione all’emergenza sanitaria in atto e aderire alla campagna appena partita anche nel nostro territorio deve essere un atto di responsabilità da parte di ognuno di noi”, afferma Secondi, nell’auspicare che la somministrazione dei vaccini possa accelerare rispetto al ritmo attuale. “Da parte nostra continuiamo a fare il possibile per creare le condizioni favorevoli all’ampliamento della vaccinazione nella popolazione, mettendo a disposizione dell’Usl Umbria 1, l’autorità deputata all’attivazione dei punti per l’inoculazione dei vaccini, il nostro patrimonio comunale, come già fatto con il Cva di Trestina e come siamo pronti a fare per un’ulteriore sede nella zona nord del territorio di Città di Castello”, evidenzia il vice sindaco. “In questo contesto l’appello che mi sento di rivolgere alla Regione e all’Usl Umbria 1  - dichiara Secondi - è di fare in modo che le fasce deboli della popolazione, a cominciare da tutto il mondo della disabilità e dai cittadini con particolari patologie, abbiano la priorità nella somministrazione dei vaccini perché possano avere la necessaria protezione dal contagio”. In conclusione il vice sindaco raccomanda ancora la massima attenzione al rispetto delle prescrizioni per il contenimento della diffusione del Covid-19. “Le belle giornate si prestano a creare momenti di incontro che però purtroppo devono essere evitati”, ammonisce Secondi, facendo presente che “in questo momento bisogna mantenere un grado di attenzione elevato, se vogliamo recuperare la nostra vita abituale e la nostra libertà”. “I controlli ci sono, ma non possono certo coprire tutto il territorio comunale, ecco perché bisogna avere la consapevolezza che il vero controllo sta nel senso civico di ognuno di noi”, conclude il vice sindaco. 

Redazione
© Riproduzione riservata
02/03/2021 15:37:30


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Subito una sede che consenta la piena riattivazione dell'hospice >>>

San Giustino: al via l’indagine sierologica gratuita sulla popolazione >>>

Coronavirus in Toscana: 1.222 nuovi positivi al Covid e trenta i decessi >>>

Nessuno sottovaluti la possibilità di infiltrazioni criminali in Valdarno e in provincia di Arezzo >>>

Coronavirus in Toscana: 1.177 nuovi positivi al Covid e ventotto i decessi >>>

A Città di Castello ancora non operativo il secondo punto vaccinale >>>

Ghinelli sempre operativo, Giani unico Presidente assente alla riunione sul piano vaccinale >>>

Approvato il bilancio preventivo 2022 dell'Unione dei Comuni della Valtiberina >>>

Ferroni: “Il piano vaccinale dell'Umbria si conferma un fallimento totale >>>

Incendi nelle aziende del Valdarno: stamani il vertice in Prefettura ad Arezzo >>>