Rubrica Tecnologia

PEC gratis privati: ecco come ci semplifica la vita

Un risparmio di tempo e denaro oltre a una maggiore praticità

Print Friendly and PDF

Andiamo sempre di fretta, il tempo spesso stringe e abbiamo timore di non riuscire a fare tutto quello che dovremmo. Per fluidificare e snellire molte delle nostre attività di routine, soprattutto quelle che hanno a che fare con comunicazioni e burocrazia, oggi è possibile contare su uno strumento come la PEC (ovvero la Posta Elettronica Certificata), che non è, come ancora qualcuno erroneamente pensa, riservata solo ed esclusivamente alle PMI. I privati cittadini, infatti, stanno scegliendo sempre più spesso un simile servizio dopo aver compreso le molte potenzialità che è in grado di offrire. In più, attivare una PEC gratis per privati online è un gioco da ragazzi: molti step sono infatti in comune con l’apertura di una casella tradizionale. Quest’ultima, però, non è in grado di assicurare gli stessi vantaggi di una certificata, che adesso esamineremo nel dettaglio.

C’è un risparmio di tempo e denaro oltre a una maggiore praticità

Se inizialmente la PEC ha avuto un avvio un po’ a rilento, soprattutto in tempi recenti le cose sono cambiate in senso diametralmente opposto. È infatti in crescita il numero delle PMI che utilizzano tale strumento (vi è l’obbligo di attivare la casella PEC e di fornire un indirizzo quando avviene l’iscrizione al Registro delle imprese) ma anche, come accennato, quello dei privati cittadini per i quali non vige invece alcun obbligo.

Che cosa diventa possibile fare con una PEC gratis privati? Per prima cosa si possono rendere più veloci e immediate le comunicazioni, in particolare quelle con la pubblica amministrazione. Si risparmia tempo prezioso, evitando soprattutto di dover affrontare lunghe ed estenuanti file (poco indicate, peraltro, in tempo di pandemia). La PEC potrà essere utilizzata, per esempio, per inviare una disdetta relativa a certi servizi in abbonamento o magari per spedire un documento di tipo ufficiale ad aziende e per partecipare a bandi di concorso. Il fatto che la PEC abbia valore legale, dunque sia equiparata a una classica raccomandata A/R, consente anche di produrre come prove gli scambi di messaggi in un eventuale contenzioso giudiziario. Rispetto ai costi di una raccomandata tradizionale, la PEC gratis privati consente di non spendere un euro. Inoltre, la consegna del messaggio è immediata, dunque il risparmio è anche di tempo.

Come scegliere il piano e attivare la casella digitale

Quando arriva il momento di creare la casella PEC, i privati si trovano a scegliere tra una vasta gamma di provider che mettono in evidenza differenti opzioni tanto per quanto riguarda gli abbonamenti che i piani di attivazione. Sfogliando tra le opportunità che vengono offerte, si potranno trovare anche quelle relative a speciali promozioni a tempo oppure alla creazione di una PEC gratis privati, normalmente per un periodo di tempo della durata di circa 6 mesi dall’attivazione. Si tratta di un’operazione piuttosto rapida e semplice, che consente di aprire un nuovo canale (servirà anche una casella tradizionale per ricevere le info tecniche di attivazione) utile a gestire qualsiasi comunicazione formale che coinvolga istituzioni sia private che pubbliche.

Redazione
© Riproduzione riservata
05/05/2021 08:30:02


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Tecnologia

L’incredibile vicenda del sito che consente di denunciare sul web chi favorisce l’aborto >>>

La nuova privacy "obbligatoria" di WhatsApp? >>>

Smartphone, addio al caricabatteria: anche Google segue Apple e Samsung >>>

WhatsApp, ecco la funzione View Once >>>

WhatsApp e Instagram sanno tutto: cosa accade con i nostri dati >>>

Troppe foto sexy su Instagram? Ora puoi bloccarle >>>

Quei messaggi truffa su WhatsApp: tutto quello che c'è da sapere >>>

Windows 11, il tuo pc è compatibile? Cosa è il TPM >>>

Addio Skype, Windows 11 ne segna la fine >>>

"Proteggiamo la privacy": WhatsApp ci riprova >>>