Notizie dal Mondo Cronaca

Piazza Tienanmen, a Hong Kong 7mila agenti, blindati e cannoni ad acqua contro i manifestanti

Due arresti, l’Ue ne chiede il “rilascio immediato”

Print Friendly and PDF

Quest’anno, nessuna candela illuminerà le vie di Hong Kong in ricordo degli scontri di Piazza Tienanmen del 4 giugno 1989 dove persero la vita centinaia di persone. Per il secondo anno, le autorità della regione a statuto speciale hanno bandito i cortei per ricordare gli studenti che, protestando per forme di governo più democratiche lungo il viale Chang’an di Pechino 32 anni fa, furono violentemente repressi dalle autorità cinesi.

La tensione nella penisola è alta: nella notte, Chow Hang Tung, una delle organizzatrici della veglia e vicepresidente della Hong Kong Alliance, associazione pro-democrazia, è stata arrestata per incitamento ad attività di gruppo non autorizzate assieme a un giovane di 20 anni. Un segno, secondo l’attivista Chiu Yan Loy, per tutti coloro che volessero sfidare le autorità in questa giornata. Tremila poliziotti sono stati schierati solo lungo i viali del Victoria Park, nella zona centrale di Causeway Bay, mentre altri quattromila sono impiegati lungo le strade dell’ex-colonia inglese resta alta. 

L'Unione europea è intervenuta sull’accaduto chiedendo il «rilascio immediato e incondizionato dei difensori dei diritti umani, detenuti e condannati per le loro attività» legati all'anniversario della protesta di Tienanmen. Lo ha dichiarato una portavoce della Commissione europea. «A Hong Kong e Macao c'è una lunga tradizione di manifestazioni per la commemorazione delle proteste pacifiche di piazza Tiananmen», ha aggiunto. Il motivo ufficiale del divieto di manifestazione emesso dall’esecutivo guidato da Carrie Lam, come per l’anno scorso, è il maggior rischio di contagio da Covid-19 nei grandi assembramenti. Le autorità hanno avvertito che qualsiasi assembramento non autorizzato sarà punito con fino a 5 anni di detenzione, mentre il supporto di tali iniziative potrebbe costare fino a un anno di carcere.

Nel 2020, migliaia di manifestanti sfidarono i regolamenti riunendosi nel Victoria Park, per commemorare le vittime della strage. Ma nell’aria c’era già la legge sulla sicurezza nazionale, promulgata poi il 30 giugno dal governo di Pechino per conto di Hong Kong tra le proteste della popolazione. La governatrice Carrie Lam ha ribadito il dovere per tutti i cittadini di rispettare la legge e il partito comunista cinese (PCC), che il primo luglio celebrerà il centenario dalla sua fondazione.
Qualsiasi riferimento al 4 giugno 1989, nell’entroterra, resta proibito. In primavera, stagione costellata di proteste e manifestazioni lungo tutta la storia cinese del ‘900, i controlli per strada e sul web vengono intensificati. Negli anni, i dissidenti hanno spesso impiegato una comunicazione fatta di sinonimi, simboli ed emoticon nel tentativo di aggirare la censura, ma con scarsa efficacia.

Proteste bandite anche nell’ex-colonia portoghese e capitale del gioco d’azzardo Macao. Niente manifestazioni anche a Taiwan, dove però è stato allestito un padiglione commemorativo nella Piazza della Libertà di Taipei. In un post su Facebook in ricordo del 4 giugno, la presidente taiwanese Tsai Ing-wen ha espresso dure parole contro Pechino: «Ritengo che tutti i taiwanesi che sono orgogliosi della loro libertà e democrazia non dimenticheranno mai questo giorno e rimarranno legati alla loro fede, imperturbati dalle sfide».

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
04/06/2021 14:04:22


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Euro 2020: a Christian Eriksen sarà impiantato un defibrillatore cardiaco >>>

Spazio, partiti i 3 astronauti cinesi per il modulo Tianhe >>>

Francia, collisione tra un tir e un treno merci con prodotti chimici: 7 vagoni deragliati >>>

“Nel laboratorio di Wuhan c’erano pipistrelli vivi” >>>

La fuga radioattiva cinese imbarazza la Francia >>>

India, morto il patriarca della famiglia più grande del mondo >>>

Sudan, scarcerato l'imprenditore italiano Zennaro >>>

La variante Delta spaventa la Gran Bretagna, "verso il rinvio delle riaperture" >>>

Paura per Eriksen agli Europei, sviene in campo: arresto cardiaco >>>

Balenottera inghiotte un pescatore di aragoste, salvo per un colpo di tosse >>>